02 55 55 5 Lun-Sab 9.00-21.00

Come migliorare il merito creditizio

Il merito creditizio o credit score è una delle misure più importanti della salute finanziaria del consumatore poiché fornisce agli istituti di credito e agli emittenti di carte di credito un colpo d'occhio su quanto responsabilmente si usa il credito.

Un punteggio più alto renderà più facile ottenere nuovi prestiti o linee di credito o tassi di interesse più bassi.

Per migliorare il proprio merito di credito, un consumatore può svolgere una serie di semplici azioni. Innanzitutto, impegnarsi a pagare in tempo almeno il saldo minimo dovuto della carta di credito e mantenere basso il ricorso complessivo al fido disponibile.

Un ulteriore aiuto può consistere nel non chiudere i vecchi conti delle carte di credito e non richiederne troppi nuovi.

I fattori che contribuiscono a un merito di credito più alto includono una storia di pagamenti puntuali, saldi bassi sulle carte di credito, un mix di carte di credito e prestiti diversi, conti di credito più vecchi e richieste minime di nuovo credito. Pagamenti in ritardo o mancati, saldi elevati delle carte di credito, sentenze di riscossione coatta, protesti e decreti ingiuntivi sono i principali detrattori del credit score.

Gli istituti di credito di solito ricorrono a cinque criteri per valutare la solidità finanziaria del potenziale cliente:

  • storia dei pagamenti;
  • utilizzo del credito;
  • età dei conti di credito;
  • mix di credito;
  • nuove richieste di credito.

Gli emittenti di credito, oltre a ricorrere a tali criteri, valutano anche la situazione patrimoniale e reddituale del potenziale cliente.

La storia dei pagamenti potrebbe avere il maggiore impatto sul merito di credito, quindi un modo semplice per migliorarlo consiste nell’evitare a tutti i costi i pagamenti in ritardo impostando un sistema di archiviazione cartaceo o digitale per tenere traccia delle fatture mensili, impostare avvisi di scadenza in modo da sapere quando una fattura sta per arrivare, addebitare i pagamenti delle bollette direttamente dal proprio conto bancario o dalla carta di credito. Questa strategia presuppone che il consumatore paghi il saldo per intero ogni mese per evitare gli interessi.

Usare il 30% o meno del fido disponibile sulla carta di credito può contribuire in maniera rilevante al miglioramento del credit score. A tal proposito, può essere utile impostare degli avvisi o alert quando il saldo della carta di credito aumenta oltre una certa soglia.

Un altro modo per migliorare il credit score può consistere nell’aumentare il fido o limite di credito, sempre però a patto che il saldo non aumenti di pari passo. 

pubblicato da il 26 ottobre 2021

Autore

Foto Autore

Giornalista finanziario che ha lavorato a Londra, Parigi e Milano presso il Gruppo Financial Times, Acuris (in precedenza Mergermarket), Euromoney ed altre testate specialistiche.

Ultime notizie Carte

News Carte

Guide alle carte

  • Come funzionano i pagamenti con carta contactless

    Come funzionano i pagamenti con carta contactless

    Pagare in contactless con la propria carta,...

  • Carte di debito o carte Bancomat: le cose da sapere

    Carte di debito o carte Bancomat: le cose da sapere

    Spesso si sente parlare di carta di debito, un...

  • Carte prepagate: tipologie e funzionamento

    Carte prepagate: tipologie e funzionamento

    Le carte prepagate sono uno strumento di...

  • La Social Card: cos’è e chi può richiederla in 5 punti

    La Social Card: cos’è e chi può richiederla in 5 punti

    La Carta Acquisti è un prodotto che consente di...

Guide Carte

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia. Circuiti carte di credito

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure