02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa valutare quando si stipula la polizza moto

pubblicato da il 28 dicembre 2017
 Cosa valutare quando si stipula la polizza moto

Il mercato di moto e scooter in Italia è in costante crescita da parecchi mesi, per cui vale la pena fare un rapido ripasso sugli aspetti da valutare quando si stipula una polizza di assicurazione moto. In particolare vanno considerati con estrema attenzione la durata del contratto, la presenza di eventuali clausole e l'aggiunta della copertura contro il furto.

Al contrario dell'automobile, che è un veicolo valido per tutte le stagioni, moto, scooter e ciclomotori sono mezzi che molti utilizzano soprattutto in determinati periodi dell'anno, quando il clima è più favorevole: in questi casi si può vagliare la possibilità di sottoscrivere la polizza di assicurazione moto soltanto per il periodo di effettivo utilizzo del mezzo o a seconda dell'uso che se ne intende fare, pagando un premio decisamente inferiore rispetto alla classica assicurazione annuale. Ci sono due possibilità: la polizza moto temporanea o di breve durata, indicata per i motociclisti che utilizzano le due ruote solo occasionalmente o in giorni della settimana prestabiliti; la polizza moto periodica, riferita invece a periodi temporali di media entità (in genere semestrali), particolarmente adatta a coloro che usano la moto durante la bella stagione e stop.

Per quanto riguarda invece la presenza di eventuali clausole, le più comuni dell'assicurazione moto sono bonus-malus, franchigia e scoperto. Il meccanismo del bonus-malus serve per stabilire l'entità del premio assicurativo per la responsabilità civile ed è diviso in classi di merito, con cui si calcola la rischiosità dell'assicurato a seconda della sua storia assicurativa. Chi stipula una polizza moto per la prima volta accede alla 14^ e ultima classe, quella più cara, e se non fa incidenti con colpa ogni anno ne scala una fino ad arrivare alla prima (attenzione però all'eccezione dovuta alla Legge Bersani, che consente di “ereditare”  la miglior classe di merito di un componente del proprio nucleo familiare). Per franchigia, invece, si intende la quota fissa del danno subito, che può essere relativa (l'assicurato non ha diritto al risarcimento sotto una certa cifra) o assoluta (viene risarcita solo la somma) al di sopra di quella stabilita. Infine lo scoperto, ovvero la parte del danno che resta a carico del responsabile, anche se assicurato: per esempio se sulla polizza viene inserito uno scoperto del 20%, la compagnia risarcisce solo l'80% del danno. Lo scoperto è applicabile solo per le garanzie furto e incendio.

E a proposito di furto, l'aggiunta di questa copertura, facoltativa ma quasi fondamentale (purtroppo moto e scooter vengono rubati spesso), è un'altra delle cose da valutare quando si sottoscrive una polizza moto. Qualora si decida per il sì, meglio optare per un'assicurazione che risarcisca il valore di mercato della moto e valutare anche se aggiungere la garanzia aggiuntiva del furto per danni parziali.

RC Moto: risparmia fino a 300€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 5 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 14/10/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni