02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione per neopatentati: come risparmiare sulla RC auto

Assicurazione per neopatentati: come risparmiare sulla RC auto
Le 3 cose da sapere:
  • È neopatentato chiunque possieda la patente da meno di tre anni
  • Fattori di penalizzazione: classe universale, giovane età e patente conseguita da poco
  • Confronta le compagnie assicurative per trovare la soluzione più economica

L’assicurazione auto per neopatentati  è uno degli argomenti più delicati in tema di RC auto e, spesso, si sente parlare di costi esorbitanti e limiti invalicabili. La verità è ben diversa perché, con un po’ di attenzione, è possibile trovare delle polizze convenienti anche per i neo-guidatori, sfruttando le opportunità offerte dalla legge e dalle compagnie assicurative.

Chi è il neopatentato

Uno dei grandi errori è considerare neopatentato solo il giovane che, compiuti i 18 anni, consegue la patente di guida a tutto vantaggio della sua voglia di indipendenza e con i timori di mamma e papà. In realtà, per neopatentato si intende chiunque sia in possesso della patente da meno di tre anni, indipendentemente dall’età. Questo significa che anche un adulto che ha appena conseguito la patente può ritrovarsi a dover pagare una tariffa Rc auto molto costosa.

Limiti di legge: quali sono?

La legge prevede dal 2011 una serie di limitazioni più severe in tema di tasso alcolemico, velocità massima raggiungibile su strada e rapporto tra peso e potenza dei veicoli che si possono guidare. Nel dettaglio, il neopatentato non può mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici (il tasso alcolemico deve essere pari a 0,0 g/l), non può superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade statali e, infine, non può guidare veicoli con rapporto tra peso e potenza maggiore di 55 kW/tonnellata. Queste limitazioni sono un'importante forma di tutela per chi, ancora poco esperto, si mette alla guida con poca pratica alle spalle.

Se un veicolo è regolarmente adibito al trasporto di una persona disabile, queste limitazioni non si applicano, purché la persona sia a bordo.

I fattori di penalizzazione per i neopatentati

Quando un neopatentato stipula una nuova polizza, intervengono 3 fattori di penalizzazione che, inevitabilmente, portano ad un notevole aumento del premio assicurativo da pagare. Nel dettaglio, gli elementi da tenere in considerazione sono 3:

  • Classe Universale (CU): ai neopatentati, salvo diverse disposizioni, spetta la classe di merito di partenza CU 14, calcolata su una scala che va da 1 a 18 in ordine crescente di potenziale pericolosità alla guida. La classificazione viene utilizzata da tutte le compagnie assicurative sia per la RC auto che per l’assicurazione moto. La Classe Universale è particolarmente importante perché determina il premio assicurativo.
  • Giovane età: i giovani con meno di 25 anni provocano statisticamente più incidenti rispetto agli altri; per questo motivo le compagnie di assicurazione applicano un sovrapprezzo sul costo finale della RC auto.
  • Patente conseguita da poco: come per la giovane età, anche la patente di guida conseguita da poco tempo rappresenta, dati alla mano, un fattore di rischio aggiuntivo che grava sul premio finale della RC auto.

Consigli pratici per risparmiare

Ci sono diversi accorgimenti per poter trovare una polizza con un buon rapporto qualità prezzo anche per i neopatentati, mantenendo tutte le garanzie di sicurezza fondamentali. In base alle proprie esigenze, è possibile orientarsi scegliendo tra 3 alternative principali messe a disposizione dalle compagnie assicurative:

Legge Bersani

Applicare la Legge Bersani è sicuramente la soluzione più economica, almeno finché il neopatentato risiede nel nucleo familiare. La Legge Bersani, in vigore dal 2007, consente al neopatentato di usufruire della stessa classe di merito di un familiare convivente, a patto che vengano rispettate alcune condizioni. Le principali riguardano il veicolo: l’agevolazione si applica solo a veicoli della stessa categoria e alle nuove polizze stipulate per auto appena acquistate e comunque mai appartenute a un membro del nucleo familiare. Il premio assicurativo per il neopatentato sarà comunque più elevato di quello del familiare con la stessa classe di merito, poiché manca lo storico alla guida.

Auto intestata a familiare e formula di guida libera

Intestare l’auto a un familiare è una possibile soluzione quando il neopatentato non rientra nei parametri indicati dalla Legge Bersani. Ovviamente è consigliabile scegliere il familiare con Classe Universale (CU) più bassa, al quale sarà richiesto di sottoscrivere la polizza assicurativa aggiungendo, come opzione, la formula di guida libera che estende la copertura RC auto ad altri guidatori, ovvero lo stesso neopatentato.

Polizze dedicate

Le polizze dedicate ai neopatentati che si distinguono per il comportamento prudente alla guida sono un’opzione studiata da alcune compagnie assicurative. Spesso disponibili grazie alla collaborazioni messe in atto dalle compagnie assicurative con enti e istituzioni di settore, queste polizze possono prevedere anche la sospensione della copertura per determinati per periodi di tempo, quando la guida è saltuaria.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la guida:

Valutazione media: 3,7 su 5 (basata su 21 voti)

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni