02 55 55 5 Lun-Sab 9.00-21.00

Neopatentati: limiti, sanzioni e decurtazioni punti dalla patente

Neopatentati: limiti, sanzioni e decurtazioni punti dalla patente
Le 3 cose da sapere:
  • Neopatentato: lo status ha una durata di tre anni e prevede limitazioni
  • Limitazioni: di cilindrata, di assunzione di alcool, di velocità
  • Scopri tutto ciò che c'è da sapere riguardo le limitazioni per i neopatentati!

Se hai appena superato gli esami di guida e hai conseguito la patente A o B da meno di tre anni, dovresti sapere che per tutti i neopatentati la legge prevede delle limitazioni ben precise che vanno assolutamente rispettate per non incorrere in sanzioni anche piuttosto onerose.

Il legislatore nel tentativo di limitare i sinistri stradali causati da neopatentati ha infatti imposto una serie di limiti alla velocità e alla potenza della vettura da guidare per chi ha da poco conseguito la patente, normando la questione anche dal punto di vista dell'assicurazione. Inoltre ha stabilito meccanismi sanzionatori specifici. Di seguito saranno visti tutti i limiti e le sanzioni previste per i neopatentati.

Sommario

Definizione Neopatentato: chi è

In primo luogo è giusto chiarire fin da subito la definizione di neopatentato, chi è e chi rientra in questa definizione. Dire che il neopatentato è semplicemente colui o colei che ha da poco conseguito la patente di guida è molto riduttivo. Per semplificazione potremmo dire che per neopatentato si intende una persona che ha conseguito la patente A2, A, B1 o B da meno di 3 anni. Il Codice della Strada estende il suo significato e afferma che con neopatentato si intende:

  • il soggetto che ha conseguito una patente A (A o A2) e B (B, B1) per la prima volta
  • il soggetto che ha dovuto rifare l’esame e conseguire una nuova patente dopo la revoca della precedente per infrazioni che prevedevano una simile sanzione
  • coloro che hanno conseguito la patente A anche se già in possesso della B e viceversa
  • i militari che hanno richiesto una conversione della loro patente
  • gli stranieri residenti in Italia che hanno richiesto una conversione della loro patente da straniera a italiana.

Tutti questi soggetti sono considerati dalla legge neopatentati, anche se già hanno un passato da automobilisti e non sono dunque nuovi alla guida di un veicolo. Le limitazioni per loro sono tutte uguali, sia che si applichino a un ragazzo fresco di esame, sia che si tratti di qualcuno che ha dovuto conseguire un diverso tipo di patente.

Lo status di neopatentato ha una durata di 3 anni e prevede norme più stringenti e sanzioni più pesanti in caso si commettanno infrazioni al Codice della Strada. Pertanto è importante conoscere tutte le limitazioni, i divieti e le sanzioni per non commettere errori di distrazione che potrebbero portare a conseguenze spiacevoli.

Nei casi peggiori si parla anche di multe molto salate e della sospensione della patente. Ciò che caratterizza i neopatentati è infatti un inasprimento delle sanzioni, rispetto agli altri guidatori a causa della presunta inesperienza alla guida.

Limiti di potenza per neopatentati

La parte più discussa della normativa inerente le limitazioni per i neopatentati riguarda i limiti di potenza della macchina. A questo proposito occorre dire che il limite non è molto semplice da identificare, infatti si deve fare riferimento al rapporto tra KW/tara del veicolo. 

Secondo il Codice della Strada, coloro che hanno ottenuto la patente (e coloro che l’hanno riottenuta o convertita) dopo la data del 9 febbraio 2011, non sono autorizzati a guidare autoveicoli che non rispettino il rapporto peso/potenza di 55kW per tonnellata di peso per gli autoveicoli e 70kW come potenza massima per veicoli di cateogoria M1 (veicoli per trasporto persone con numero massimo di posti a sedere non superiore a 9). Le auto che i neopatentati possono guidare non possono superare inoltre i 95 cavalli.

La scelta di una macchina potrebbe pertanto rappresentare un problema per chi ha appena conseguito la patente di guida, un po’ perché spera di poter guidare la macchina che già ha a disposizione, un po’ perché non è sempre facile capire le specifiche di ogni auto, soprattutto quando ci troviamo a guardare gli annunci auto sulle molte piattaforme online.

Ecco però che in aiuto del neopatentato arriva una risorsa web molto utile, ossia il sito ilportaledellautomobilista.it, che permette di inserire in un apposito spazio le targhe e le caratteristiche delle auto per capire se sono adatte o meno ai neopatentati. Inotre per aiutare le famiglie e coloro che eseguono controlli a capire se l'auto può essere guidata da un neopatentato, per le auto immatricolare dopo il 2007 è previsto che tale rapporto sia indicato sul libretto di circolazione.

In questi casi deve però essere ricordato che limite non ha validità di 36 mesi come per gli altri, ma di 12 mesi, quindi trascorso il primo anno dal conseguimento della patente, è possibile guidare qualunque tipologia di veicolo. Le sanzioni per chi infrange questa prima limitazione sono costituite da una multa da un minimo di 160 € fino a 641 € eurosospensione della patente fino a 8 mesi.

Per calcolare la potenza specifica (PS) occorre dividere la potenza in kW per la tara del veicolo in tonnellate, valori entrambi presenti nella carta di circolazione del veicolo. Ad esempio:

  • Caso 1 con Auto di 46 kW e tara 900 kg. Potenza Specifica:  46/0,9 = 51,1 kW/t
  • Caso 2 con Auto di 75 kW e tara 1.500 kg. Potenza Specifica:  75/1,5 = 50 kW/t. 

Nel caso 1 non ci sono limiti e la vettura può essere guidata da un neopatentato; nel caso 2 la vettura non può essere guidata da un neopatentato perchè nonostante il rapporto sia inferiore a 55kW, la potenza massima è superiore ai 70.

Limiti di cilindrata per neopatentati

Spesso e in maniera totalmente errata si parla di limitazioni di cilindrata per i neopatentati: come già anticipato però si tratta di un errore perché la legge in realtà prevede limitazione alla potenza dei veicoli che possono essere guidati da coloro che hanno conseguito la patente B da meno di un anno. Si deve quindi fare riferimento al rapporto tra KW e tara come previsto dal Codice della Strada.

Limiti di velocità neopatentati

I primi limiti imposti ai neopatentati, come regolato dall’articolo 117 del Codice della Strada, riguardano la velocità. Se per quanto riguarda le strade urbane, rispetto ai patentati "esperti" non ci sono differenze e quindi anche per i neopatentati i limiti di velocità previsti sulle strade urbane è di 50 km/h (fatta eccezione per la presenza di zone a traffico limitato o zone dove sono previsti limiti inferiori), la situazione cambia per quanto riguarda le altre tipologie di strade.

Per i primi tre anni infatti cambiano i limiti per quanto riguarda le strade extraurbane principali e le autostrade. Per i neo patentati il limite di velocità su strade extraurbane principali (o strade statali) è di 90 km/h (contro i 110 km/h degli altri automobilisti), mentre sulle autostrade il limite è di 100 km/h (rispetto al normale limite di 130 km/h).

Nel caso in cui non si rispettino tali limiti la sanzione pecuniaria per eccesso di velocità parte da 160€ fino ad arrivare a 641€, ma a rendere le sanzioni particolarmente pesanti è la decurtazione dei punti, che risulta essere raddoppiata rispetto a quella prevista per i guidatori esperti e nel peggiore dei casi la sospensione della patente da 2 a 8 mesi. In particolare per quanto riguarda la decurtazione dei punti si parla di:

  • 6 punti se il limite di velocità è superato da 10 a 40 km/h
  • 12 punti nel caso in cui il limite sia superato da 40 a 60 km/h
  • 20 punti se viene superato il limite di oltre 60 Km/h 

Considerando che si parte da 20 punti sulla patente, appare del tutto evidente che i rischi connessi al superamento dei limiti di velocità sono molto elevati.

Tasso Alcolemico e Limiti Alcool per Neopatentati

Particolare attenzione deve essere posta dai neo-patentati anche nei confronti del tasso alcolemico: sono previste infatti sanzioni piuttosto pesanti per chi consuma alcolici prima di mettersi alla guida. Vista la gravità dell'infrazione, in base all'articolo 186 del Codice della Strada il tasso alcolemico di coloro che hanno conseguito la patente da meno di 3 anni deve essere pari a zero. Le sanzioni previste, già pesanti per i patentati tradizionali, sono le seguenti:

  • se il tasso è superiore a 0, ma inferiore o uguale a 0,5 grammi per litro di sangue, la sanzione è di 624 euro
  • se il tasso alcolemico è compreso tra 0,5 e 0,8 grammi/litro la multa ha un importo minimo di 527 euro e un importo massimo di 2.108 euro, a cui si aggiunge la sospensione della patente da 3 a 6 mesi;
  • se il tasso alcolemico è tra 0,8 e 1,5 grammi/litro la sanzione economica parte da 800 a 3.200 euro, la sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno, ma è possibile anche essere tratti in arresto fino a 6 mesi
  • se il tasso alcolemico è superiore a 1,5g/l  la sanzione pecuniaria varia da un minimo di 1.500 a 6.000 euro mentre la sospensione della patente è da un anno a due anni e, infine, è previsto l'arresto da 6 mesi a 1 anno.

Come si vede le sanzioni sono particolarmente elevate e a ciò deve aggiungersi la decurtazione dei punti che si vedrà nel dettaglio in seguito.

Neopatentati Stranieri: quali limiti

Cosa succede se i neopatentati sono stranieri? Le norme sono abbastanza semplici, infatti se gli stranieri hanno residenza in Italia, per loro si applicano gli stessi limiti previsti per i cittadini. Se la patente è stata rilasciata da un altro paese dell'Unione Europea, non c'è bisogno di conversione e sul territorio italiano si applicano le stesse norme previste per i neopatentati italiani.

Nel caso in cui la patente sia stata rilasciata da un Paese non appartenente all'Unione Europea, è possibile guidare in Italia con la patente rilasciata dal Paese di provenienza per massimo un anno, a patto che la stessa sia tradotta in italiano; trascorso tale anno se la patente non è convertibile, è necessario sostenere in Italia un esame per la patente e quindi per tre anni sono considerati alla stregua di neopatentati.

Decurtazione Punti Patente

Le infrazioni al Codice della Strada commesse entro i primi tre anni di patente possono causare un raddoppiamento della decurtazione dei punti patente per i neopatentati, oltre all'inasprimento delle multe rispetto agli automobilisti con oltre 3 anni di patente.

Questo vuol dire che nel caso in cui non si faccia uso dei dispositivi di illuminazione, laddove obbligatori, è prevista la decurtazione di due punti dalla patente. Il mancato rispetto della distanza di sicurezza comporta la decurtazione di 6 punti dalla patente; l'inversione di marcia se effettuata in punti in cui è vietata cioè zone con scarsa visibilità come in prossimità di incroci e curve può portare alla perdita di ben 16 punti. 

Le novità però non finiscono qui: è risaputo che per ogni anno in cui non sono commesse infrazioni al codice della strada, l'automobilista virtuoso "viene premiato" con un bonus di due punti in patente, fino a un massimo di 30 punti.

Nel caso dei neopatentati questo meccanismo "a premi" per buona condotta è mitigato e quindi per i primi tre anni dal conseguimento della patente il bonus annuale è di un solo punto.. Alcune compagnie assicurative, prevedono inoltre riduzioni sul premio dell'RC auto in caso di neopatentato virtuoso.

Alla fine dei tre anni, il guidatore neopatentato che si è comportato bene può avere un massimo di 3 punti bonus. Inoltre, il guidatore neo patentato che non commette alcuna infrazione che prevede una diminuzione dei propri punti, può beneficiare di una riduzione del periodo dopo il quale può guidare veicoli di cilindrata superiore a 55 kW per tonnellata.

Queste sono tutte le limitazioni previste per i neopatentati dal Codice della Strada. Per una buona condotta sulla strada è imperativo conoscere bene ciò che è consentito fare e ciò che è vietato dalla legge. Una buona condotta può aumentare la sicurezza per il neopatentato e per gli altri e portare a benefici come un aumento di punti o riduzione dei limiti imposti.

Sconti fino al 40% Trova la tua Auto

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

  • Ricambi auto usati: quando convengono e dove trovarli

    Ricambi auto usati: quando convengono e dove trovarli

    Acquistare un'auto non è solo un sogno che si...

  • Calcolo svalutazione auto: come avviene

    Calcolo svalutazione auto: come avviene

    Al giorno d'oggi, molti non sanno come avviene il...

  • iPatente, il portale dell'automobilista: cos'è e a cosa serve

    iPatente, il portale dell'automobilista: cos'è e a cosa serve

    Il Portale dell’Automobilista è un sito web...

Guide auto

RECUPERO PREVENTIVI

Accedi con la tua email

Riceverai un’email che ti permetterà di fare accesso e di visualizzare i tuoi preventivi.

Accedi