Serve assistenza?
02 55 55 5

Spese condominiali: cosa succede se non si pagano?

15 feb 2023 | 3 min di lettura | Pubblicato da Marco B.

conti_news_spese_condominiali_cosa_succede_se_non_si_pagano

Cosa succede se non paghiamo le spese condominiali attribuite in base alle quote millesimali e al piano di riparto?

Trascorso un determinato periodo, l'amministratore del condominio può avviare la procedura esecutiva con l’obiettivo di ottenere il versamento del credito, ricorrendo anche al Tribunale.

Nell'articolo di oggi ti diamo tutti i dettagli sulla gestione delle spese condominiali, sia quelle che devono essere pagate dal proprietario dell'immobile, sia quelle addebitate all'affittuario.

Scopri di più su Facile.it, leader nel confronto di conti correnti online.

Conti Correnti: trova il più vantaggioso
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Spese ordinarie e straordinarie

Le spese ordinarie (quelle fisse, come portineria, riscaldamento centralizzato, pulizie, bolletta elettrica comune) devono essere pagate, nel caso l'abitazione sia stata affittata, dall'inquilino.

Quelle straordinarie (legate a interventi di ristrutturazione o riparazione urgenti ed imprevedibili) spettano al proprietario. Si tratta di spese sostenute per le parti, le funzioni e i servizi comuni del condominio.

Il Codice civile

Il pagamento delle spese condominiali è regolato da due articoli del Codice civile: 1104 e 1123.

Il primo obbliga tutti i condomini a versare la loro parte di spese sostenute per l'edificio comune. Il secondo prevede che i versamenti siano proporzionali alle quote millesimali possedute.

La quota millesimale

La quota millesimale di un'unità immobiliare si calcola facendo una proporzione tra la superficie virtuale del singolo appartamento e la superficie virtuale dell'intero palazzo (data dalla somma di tutte le superfici dei singoli alloggi che lo compongono).

Per superficie virtuale si intende quella reale cui sono applicati vari coefficienti correttivi (caratteristiche dell'alloggio, esposizione, piano, prospetto, eccetera).

Il Tribunale

Quando un condomino non paga, l'amministratore può far partire la procedura esecutiva, che ha lo scopo di ottenere il pagamento entro una certa scadenza.

Nel caso non paghi neppure in questo caso, viene inviato un decreto ingiuntivo tramite il Tribunale, che prevede il versamento entro 40 giorni dalla notifica. Dopo, qualora non si sia ottenuto il pagamento, parte l'esecuzione forzata.

Il decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è immediatamente esecutivo quando consente al creditore, sin dal giorno successivo alla sua notifica, di agire con il pignoramento nei confronti del debitore.

È necessaria sempre la notifica dell’atto di precetto (l'intimazione a pagare entro i 10 giorni successivi), che però può avvenire contemporaneamente allo stesso decreto ingiuntivo.

Se c'è un affittuario

Inoltre, l'amministratore condominiale può chiedere, qualora un condomino non paghi da più di 6 mesi, il blocco di alcuni servizi di cui usufruisce.

Qualora il debitore sia l'affittuario dell'appartamento, l'amministratore ha la facoltà di pretendere che paghi il proprietario, il quale poi ha diritto a rivolgersi alla persona a cui ha affittato la casa.

Il pignoramento

Il recupero dei crediti condominiali segue la medesima procedura prevista dalla legge per il recupero di qualsiasi altro tipo di credito.

Esiste il pignoramento mobiliare: i beni del debitore, a parte quelli indispensabili per vivere, vengono confiscati.

Poi c'è il pignoramento presso terzi: è l'espropriazione forzata di eventuali crediti vantati dal debitore nei confronti di altri.

Infine c'è il pignoramento immobiliare, che consiste nella vendita all'asta dell'abitazione.

La prescrizione

Anche per le spese condominiali è prevista la prescrizione, quindi c'è unlimite di tempo entro il quale può essere chiesto il pagamento.

L'articolo 2948 del Codice civile stabilisce 5 anni, a partire dalla data delle delibera con cui l'assemblea ha approvato lo stato di riparto e il rendiconto. Si arriva a 10 anni solo per gli oneri condominiali straordinari.

Quando pagano gli altri condomini

In ogni caso, se non si riesce a ottenere il pagamento dei debiti in nessun modo, gli altri condomini devono pagare di tasca loro. Di solito, con voto favorevole dell'assemblea, l'amministratore crea un apposito fondo.

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Ultime notizie Conti

pubblicato il 5 luglio 2024
Confronto tra conti correnti gratis per l'estate 2024

Confronto tra conti correnti gratis per l'estate 2024

Vuoi conoscere i conti correnti zero spese? Su Facile.it confronti le offerte di conto corrente zero spese di decine di banche solide e affidabili. Grazie al confronto conti correnti di oggi abbiamo individuato i 3 migliori conti correnti zero spese di luglio 2024. Scoprili ora!
pubblicato il 4 luglio 2024
Modello 730: i tempi per ottenere il rimborso dell'IRPEF

Modello 730: i tempi per ottenere il rimborso dell'IRPEF

Il Modello 730 è la dichiarazione dei redditi che lavoratori dipendenti e pensionati devono presentare annualmente all'Agenzia delle Entrate. Se emerge un credito a favore del contribuente, questo ha diritto al rimborso dell'IRPEF versato in eccesso.

Guide ai conti

pubblicato il 15 giugno 2024
Conto Deposito: cos’è e come funziona

Conto Deposito: cos’è e come funziona

Il conto deposito è uno strumento di investimento, che si appoggia a un conto corrente tradizionale e che ti consente di ottenere, sulle somme depositate in Banca e una rendita elevata. Leggi tutto quello che devi sapere.
pubblicato il 17 maggio 2024
Certificati di deposito: cosa sono e come funzionano

Certificati di deposito: cosa sono e come funzionano

I certificati di deposito sono strumenti finanziari che offrono agli investitori la possibilità di depositare una somma di denaro presso una banca per un periodo di tempo prestabilito. Questi strumenti sono considerati sicuri e garantiscono rendimenti stabili.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

L'ISEE è un calcolo importante da fare per accedere a determinate agevolazioni statali. Per farlo, è possibile recarsi ad un CAF dove gratuitamente si occuperanno di prepararlo.
pubblicato il 13 settembre 2021
Differenze tra reddito e ISEE

Differenze tra reddito e ISEE

Qual è la differenza tra ISEE e la Dichiarazione dei Redditi? Per accedere a bonus e agevolazioni fiscali di ogni tipo, si tratta di informazioni fondamentali.
pubblicato il 25 marzo 2021
Salvadanaio online: cos'è

Salvadanaio online: cos'è

Il salvadanaio online è un modo per accantonare piccole somme di denaro in vista di una spesa futura o di un obiettivo da raggiungere. Ecco dunque cos’è e come funziona il salvadanaio digitale.
pubblicato il 26 febbraio 2020
Guida completa su come cambiare il conto corrente

Guida completa su come cambiare il conto corrente

Passare da un conto corrente ad un altro non è una scelta da prendere con leggerezza, ma bisogna sapere come muoversi e come fare per evitare penali per clausole che avevamo dimenticato...
pubblicato il 8 febbraio 2020
Conto corrente e accredito della pensione: come funziona

Conto corrente e accredito della pensione: come funziona

La richiesta di accredito della pensione su conto corrente può essere fatta al momento della presentazione presso l’INPS della stessa domanda, ma anche in un successivo momento grazie all’ausilio di uno specifico modulo da compilare. Ecco una guida per sapere tutto sull'accredito della pensione.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968