Serve assistenza?
02 55 55 5

Come iniziare a fare trading

trading_guide_come_iniziare_a_fare_trading

Le 3 cose da sapere:

  1. 1

    Per iniziare a fare trading bisogna scegliere una piattaforma di trading affidabile e regolamentata

    1

    Per iniziare a fare trading bisogna scegliere una piattaforma di trading affidabile e regolamentata

  2. 2

    È utile aprire un conto demo per familiarizzare con la piattaforma e i meccanismi del trading

    2

    È utile aprire un conto demo per familiarizzare con la piattaforma e i meccanismi del trading

  3. 3

    Studio e formazione continua sono essenziali per pianificare una strategia efficace

    3

    Studio e formazione continua sono essenziali per pianificare una strategia efficace

Trova la migliore piattaforma per te
Trova la migliore piattaforma per te

Fare trading può essere un modo per guadagnare soldi sia nel breve periodo che a lungo termine. Prima di iniziare, è importante sapere che ci sono dei rischi, che possono essere evitati attraverso adeguate strategie e approfondendo la propria conoscenza dell'argomento.

Molti investitori alle prime armi si chiedono come effettuare transazioni online sicure con le criptovalute. Innanzitutto, è fondamentale capire che il trading online richiede competenze tecniche ed un impegno costante: non è possibile, infatti, iniziare a fare trading e guadagnare subito in pochi giorni.

Bisogna essere prudenti, documentarsi sulle variazioni che interessano i mercati finanziari: tra i modi migliori per iniziare a fare trading, rientra indubbiamente la lettura di questa guida, creata dagli esperti di trading di Facile.it.

Sommario

Perché iniziare a fare trading?

Iniziare a fare trading può essere un modo per garantirsi guadagni nel breve e nel lungo periodo. Per fare questo, è importante conoscere i rischi e le migliori strategie da mettere in atto per ottenere risultati concreti.

Le piattaforme di trading consentono di operare in modo autonomo, con strumenti che possono essere utilizzati anche da chi non ha ancora esperienza. Tuttavia, è necessario acquisire le competenze giuste, che sono:

  • le dinamiche dei mercati finanziari,
  • le modalità di analisi e gestione del rischio, 
  • le abilità per poter stabilire il modo migliore di investire il proprio denaro, creando così un canale di guadagno diverso dal lavoro tradizionale o dai classici investimenti.

Fare trading: cosa vuol dire?

Ma cosa vuol dire fare trading nello specifico? Fare trading significa comprare e vendere strumenti finanziari, con lo scopo di guadagnare denaro. Chi decide di farlo, entrerà attivamente nel mercato, cercando di acquistare quando i costi sono minori e di vendere nel momento in cui gli stessi salgono. A volte, questo può succedere anche in pochissimo tempo: pertanto, è fondamentale essere tempestivi, veloci ed attenti.

Sono diversi gli asset su cui si può fare trading.

Trading di criptovalute

Quest'attività consiste nell'acquistare e rivendere criptovalute, come i Bitcoin. Si tratta di un mercato relativamente recente, pertanto è anche uno dei più rischiosi e volatili. I trader verificano il mercato e l'ambito normativo per speculare sui costi.

Trading azioni

Il trading di azioni consiste nell'acquisto di quote di società quotate in borsa. I trader, in questo caso, analizzano il mercato e le sue tendenze per prevedere i prezzi, in modo da guadagnare sulle fluttuazioni degli stessi nel breve periodo.

Forex trading

Si tratta della compravendita delle valute estere. Le valute vengono negoziate a coppie: nel momento in cui se ne acquista una, se ne vende in contemporanea un'altra.

6 step per iniziare a fare trading

Vediamo, dunque, i 6 passi da seguire per iniziare a fare trading.

  1. Acquisire le competenze per poter capire come funziona il trading.
  2. Definire un piano di investimento e gli obiettivi che si vogliono raggiungere.
  3. Scegliere la piattaforma di trading che convince di più, dopo averle confrontate.
  4. Imparare ad utilizzare la piattaforma aprendo un conto di investimento, magari iniziando da uno demo gratuito. 
  5. Seguire le notizie dei mercati, in modo da capire come evitare e gestire i rischi.
  6. Informarsi per capire come diversificare gli investimenti.

Studio e formazione

Come anticipato, non è possibile improvvisarsi investitori avanzati ma è necessario impegnarsi ogni giorno per affinare le proprie abilità, oltre che la conoscenza dei mercati finanziari. Chi vuole imparare a compiere operazioni online con le criptovalute sarà quindi chiamato a studiare: per questo, si possono acquistare numerosi testi o manuali scritti da professionisti e noti economisti.

La formazione di un trader implica inoltre la partecipazione a forum e conferenze, in cui sarà possibile confrontarsi e conoscere il punto di vista di altri appassionati di trading. Coloro che si avvicinano al settore del trading, spesso non sanno come aprire correttamente una posizione, come leggere i principali pattern, che cos'è il meccanismo della leva finanziaria, in cosa consiste lo stop loss, oltre che il significato di molti termini tecnici. Tutto ciò rappresenta una forte limitazione per chi desidera guadagnare e puntare al successo. Gli investimenti possono quindi essere effettuati anche da soggetti in erba ma non privi di una minima formazione.

Chi crede che per fare trading basti aprire un conto per poi piazzare una scommessa, con molta probabilità resterà deluso. Ecco come mai si consiglia di imparare e copiare dagli investitori più bravi, leggere le guide e seguire i tutorial che molto spesso vengono offerti gratuitamente dai broker regolamentati. L'intuito negli investimenti non sempre si rivela proficuo, pertanto è sempre meglio prestare massima attenzione e capire quali possano essere le conseguenze di una determinata scelta.

Pensare ad una strategia efficace

Quando si comincia l'attività di trading vera e propria, è importante pianificare una strategia che possa portare a buoni risultati nel breve e lungo periodo. Spesso nel mondo del trading non è possibile fare previsioni certe e che garantiscono una rendita, ma è comunque fondamentale stabilire a monte le azioni da compiere, così da non farsi trovare impreparati e sapere cosa è opportuno fare al momento giusto.

L'ideale, specialmente all'inizio, è fissare degli obiettivi, cercando di non puntare troppo in alto, quindi accontentandosi di piccoli guadagni. Meglio procedere un passo alla volta, senza mai scoraggiarsi in caso di perdite. Del resto il trading richiede ponderazione e sangue freddo, per cui potrà sempre capitare di dover conseguire un risultato negativo, ma questo non dovrà generare frustrazione.

Come scegliere la migliore piattaforma di trading

Chi vuole imparare a fare trading dovrà preoccuparsi di cercare una piattaforma di trading che assicuri affidabilità e quindi provvista di regolamentazione. Occorre infatti precisare che i broker non sono tutti uguali e solo alcuni mettono al riparo da possibili truffe, in quanto consentono di negoziare a condizioni molto trasparenti.

Per identificare il migliore broker di trading sarà possibile leggere le opinioni pubblicate sul web da altri investitori, in modo da capire se un determinato portale possa fare o meno al proprio caso. Le piattaforme che riscuotono maggior successo e vantano un elevato numero di utenti solitamente applicano condizioni vantaggiose, come ad esempio commissioni pari a zero per determinate operazioni, nessuna richiesta di deposito minimo, oltre che un bonus di benvenuto da spendere subito. Questi siti offrono inoltre un'assistenza puntuale, spesso anche in lingua italiana, e accettano diversi metodi di pagamento.

L'apertura del conto

Una volta scelta la piattaforma che possa fare al proprio caso è sempre meglio aprire un conto demo, utile per familiarizzare con le varie funzionalità senza con questo rischiare di perdere i propri risparmi. L'apertura di questo account è completamente gratuita e solo quando verrà acquisito un buon livello di dimestichezza si potrà pensare all'apertura di un conto reale in modo da poter effettuare diverse tipologie di investimenti.

Conoscere a fondo i rischi

Tante persone credono che il trading permetta di cambiare vita e che rappresenti un modo sicuro per generare guadagni. Nulla di più sbagliato. Chi si occupa di trading da diverso tempo sa bene quali sono i rischi a cui si può andare incontro, per questo è meglio adottare un atteggiamento lucido e non farsi mai prendere dal panico. Specialmente le scelte di tipo prettamente speculativo dovranno essere adottate con una certa consapevolezza, oltre che con i giusti mezzi.

Saper interpretare, senza commettere errori, i segnali su un determinato grafico, magari dopo aver effettuato l'analisi di borsa e forex, è infatti determinante per avere idea del rischio che si andrà ad affrontare. Alcune scelte possono essere vincenti, ma altre espongono a perdite importanti. Ecco perché è bene non considerare il trading come un mero passatempo o un semplice gioco, ma come un'attività che potrebbe dare soddisfazioni o deludere profondamente le aspettative.

L'importanza della diversificazione

Anche gli investitori navigati, dunque non solo i principianti, scelgono di effettuare la diversificazione delle somme da investire. Questo è un aspetto che non dovrà mai essere trascurato, in quanto consente di minimizzare l'alto rischio di perdere tutto. Anche le migliori strategie possono rivelarsi fallimentari, per questo non bisogna mai abbassare la guardia e puntare sempre su diverse posizioni.

Cosa vuol dire esattamente diversificare? Grazie a questa attività sarà possibile destinare il denaro che si desidera investire in vari strumenti finanziari. In questo modo non si fa altro che tutelare il capitale. Qualora, infatti, una determinata scommessa dovesse andar male, si può sempre coprire la perdita subita con il guadagno ricavato da altro investimento.

Bisogna poi precisare che attraverso la diversificazione non si limitano solo le perdite, ma si potrà anche massimizzare il profitto. Quando infatti accresce il rischio, anche i rendimenti saranno inevitabilmente maggiori e sarà compito dell'investitore stabilire un certo equilibrio, ovvero definire le somme da impegnare. In queste situazioni si dovrà considerare anche l'aspetto temporale, quindi il lasso di tempo per mantenere un determinato prodotto finanziario nel portafoglio.

Ogni trader potrà gestire in completa autonomia la diversificazione o avvalersi dei consigli degli esperti. A questo riguardo esistono numerose linee di investimento per soddisfare esigenze diversificate, anche quando non si hanno a disposizione grossi capitali.

Quanti soldi sono necessari per iniziare a fare trading?

Quindi, quanti soldi bisogna avere per fare trading? Non c'è una risposta precisa, dal momento che dipende dalla propria disponibilità economica e dagli obiettivi che si vogliono raggiungere. In linea di massima, è chiaro che chi investe meno avrà anche meno possibilità di ammortizzare le perdite.

Per iniziare a fare trading, è possibile partire da 1.000 euro ad esempio, ma in molti consigliano cifre più importanti, come 10.000€ o 20.000€, per avere più possibilità di portare avanti una strategia vincente sul lungo periodo. Chiariamo, comunque, una cosa importante: è fondamentale che questa attività non coinvolga tutti i propri risparmi, ma una cifra in più di cui si dispone, che non ha il potere di cambiare la propria vita.

Chi non ha questa possibilità, può comunque imparare a fare trading, informarsi e formarsi, in modo tale da acquisire questa competenza e poterla utilizzare in futuro, nel momento in cui si disporrà del denaro necessario.

Per chi è adatto il trading online?

Il trading online è un'attività adatta principalmente a chi ha la possibilità di gestire una cifra di denaro in autonomia e di studiare per imparare a fare questa attività. Risulta molto importante anche avere un carattere pronto ad affrontare eventuali difficoltà e perdite, per poter reagire alle stesse, rendendosi conto di dover cambiare strategia o, in alcuni casi, anche di terminare l'attività stessa.

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Trading online

Confronta le migliori piattaforme

Piattaforme trading

Guide Trading e Investimento online

pubblicato il 17 aprile 2024
Broker sostituto d'imposta: cosa fa e quali sono i migliori

Broker sostituto d'imposta: cosa fa e quali sono i migliori

Il trading online è diventato sempre più popolare tra gli investitori, ma gestire gli aspetti fiscali può essere complicato. Fortunatamente, i broker sostituto d'imposta sono qui per semplificare questa procedura.
pubblicato il 18 aprile 2023
Le migliori piattaforme di trading automatico e come seceglierle

Le migliori piattaforme di trading automatico e come seceglierle

Il trading automatico è diventato una tecnica sempre più popolare tra i professionisti del settore finanziario. Consente di eseguire operazioni di trading senza dover intervenire manualmente, grazie all'uso di software specializzati. Ciò offre numerosi vantaggi, sia per i trader esperti che per i principianti.
pubblicato il 9 febbraio 2023
Piattaforme autorizzate CONSOB: la lista completa

Piattaforme autorizzate CONSOB: la lista completa

L'attività di trading online deve essere svolta in modo sicuro. L'elenco delle piattaforme autorizzate CONSOB permette di scegliere i broker maggiormente affidabili presenti sul mercato per operare.
pubblicato il 13 maggio 2022
Scalping: cos'è e come funziona

Scalping: cos'è e come funziona

Lo scalping è una metodologia operativa che l'investitore può utilizzare sulle piattaforme finanziarie di trading online e consiste nel generare più operazioni su strumenti finanziari in un brevissimo intervallo di tempo.
pubblicato il 13 maggio 2022
Short Selling: guida alla vendita allo scoperto

Short Selling: guida alla vendita allo scoperto

Esistono diverse pratiche finanziarie per vendere titoli presi in prestito e che non si possiedono. Gli investitori possono, in base alle condizioni di mercato, anche andare in Short per guadagnare.
pubblicato il 13 maggio 2022
Mercati finanziari: ecco che cosa sono

Mercati finanziari: ecco che cosa sono

Definire i mercati finanziari non è così semplice come si può immaginare: si tratta infatti di un'entità complessa, fatta di venditori e compratori che vendono o acquistano servizi e beni.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968