Riforma pensioni: rivalutazione degli assegni e meno tasse

Riforma pensioni: rivalutazione degli assegni e meno tasse

Entro il 2022 si dovrà provvedere alla riforma delle pensioni.

Secondo i sindacati, questa scadenza deve spingere verso una rivalutazione, finora trascurata, degli assegni pensionistici e verso una minore tassazione.

Ecco le proposte sindacali in vista delle nuove norme previste in vista della Legge di bilancio 2023.

Tutelare il potere d'acquisto

I sindacati non chiedono, dunque, di pensare solo alla flessibilità in uscita dal lavoro e una pensione di garanzia per i giovani, che in prospettiva - con le norme contrattuali e la situazione attuale - saranno molto sfavoriti. Occorre anche tutelare il potere d'acquisto delle pensioni attuali, penalizzate almeno da un decennio; tanto più che l'assegno medio arriva ad appena 750 euro mensili.

Sessanta euro in meno al mese

La UIL, in particolare, chiede nuovi criteri nell'indicizzazione delle pensioni, estensione della quattordicesima e calo delle tasse per i pensionati. Il sindacato segnala che una pensione che nel 2012 valeva 1500 euro lordi al mese si è svalutata di almeno 60 euro al mese ogni anno.

Qualche esempio

Inoltre, con la riforma delle aliquote voluta dal Governo, rispetto al 2021, i risparmi d'imposta sono, per fare qualche esempio, questi:

  • pensione di 10.000 euro l'anno: -400 euro annui di tasse
  • 20.000 euro: -114 euro
  • 30.000 euro: -150 euro
  • 40.000 euro: -500 euro 
  • 45.000 euro: -700 euro

Per la parte di reddito che eccede i 50.000 euro non c'è alcuna detrazione e l'aliquota al 43%.

Il rischio-inflazione

Però, scrive Pmi.it, considerata l'erosione costante del potere d’acquisto e la galoppante inflazione, nel 2023 questo beneficio fiscale potrebbe finire per essere divorato dagli aumenti dei costo della vita e dai rincari su beni e servizi primari.

La riforma IRPEF poco incisiva

Infine, l'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) non risponderebbe più alle esigenze di un pensionato. Tanto più che l'IRPEF - nonostante la sua recente riforma - non favorirebbe, se non in modo poco percettibile, gli ex lavoratori.

Elevare la no-tax area

La richiesta è quella di modificare la soglia di reddito dei pensionati entro la quale l'imposta dovuta è pari a zero (la cosiddetta no tax area) per ottenere un aumento dell'assegno pensionistico di 100-140 euro al mese. Sul fronte delle detrazioni, la soglia massima per i pensionati nel 2022 è di 8.500 euro per l'Irpef lorda.

Stai cercando un conto corrente adatto a ogni tua esigenza? Usa il comparatore di Facile.it per trovare le offerte migliori!

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:Banca Widiba
Prodotto:Conto Start Widiba
  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Internet banking
Costo annuo Gratuito Canone Zero fino a 12 Mesi
Banca:UniCredit
Prodotto:Conto My Genius
  • Carta di debito
  • Internet banking
Costo annuo Gratuito
Banca:Banca Mediolanum
Prodotto:SelfyConto Under 30
  • Carta di debito
  • Internet banking
Costo annuo Gratuito sempre fino ai 30 anni
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI
pubblicato da il 6 maggio 2022

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Ultime notizie Conti

News Conti

Guide ai conti

Guide Conti

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure