Serve assistenza?
02 55 55 5

Evasione fiscale in Italia: lo Stato non riscuote oltre 1.100 miliardi di tasse

28 apr 2022 | Pubblicato da Marco B.

conti news evasione fiscale in italia lo stato non riscuote oltre 1100 miliardi di tasse

L’evasione delle tasse è così di moda in Italia che l’ammontare di quelle non riscosse dall'Agenzia delle Entrate ha superato la soglia dei 1.100 miliardi di euro. L'ha detto il direttore dell’Agenzia, Enrico Maria Ruffini, rispondendo alle domande dei deputati della Commissione sul federalismo fiscale.

Vediamo più nel dettaglio cosa sta accadendo grazie a Facile.it, specialista nel confronto di conti correnti online.

Conti Correnti: trova il più vantaggioso
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Tanti saluti a 182,1 miliardi l'anno

A questo dato - che corrisponde ai crediti fiscali accertati che lo Stato non riesce a incassare - si aggiunge quello sull'evasione annuale: nel 2021 l’imponibile evaso è cresciuto del 4,7% rispetto al 2020, con punte nel Nord Italia, dove ha raggiunto il 6,5%. In parole povere, vengono sottratti all'erario 182,1 miliardi di euro l'anno.

Una stima su 5 aree

È la stima effettuata dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche di Krls Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it, analizzando i dati dello Sportello del contribuente. Le aree di evasione fiscale analizzate sono state cinque: l'economia sommersa, quella criminale, l'evasione delle società di capitali, quella delle grandi compagnie e l'evasione di lavoratori autonomi e piccole imprese.

22 anni di crediti non riscossi

Ruffini però ha fatto riferimento ai crediti accertati senza che sia possibile incassarli. Di certo, attualmente quella somma incredibile appare in aumento e pressoché ingestibile: Ha sfondato il tetto dei 1.100 miliardi di euro, pari a 22 anni di crediti non riscossi, con 16 milioni di italiani iscritti a ruolo, cioè debitori.

Succede solo in Italia

Un caso unico tra i Paesi più avanzati economicamente. Nessuno, ha detto il direttore dell'Agenzia delle Entrate, tiene un magazzino con 22 anni di crediti non riscossi. Si fanno delle scelte … E’ dal 2015 che il Parlamento è informato. Si sono fatti dei tentativi con la rottamazione, il saldo e stralcio e altri istituti similari.... Tuttavia non c'è stata alcuna riduzione.

Verso la Delega fiscale

Intanto è fissata per il 2 Maggio 2022 la data in cui la tanto attesa Delega fiscale, compresa quella riguardante la giustizia tributaria, sarà in Parlamento. Il clima tra le forze politiche di maggioranza, però, non è sereno, con il centrodestra che accusa il suo Governo di voler tassare troppo gli italiani.

I quattro cardini

Fatto sta che i cardini della riforma fiscale sono quattro, come scrive Il Sole 24 Ore:

  • maggiore efficienza della struttura dei tributi con una contemporanea riduzione del carico fiscale sui fattori di produzione;
  • razionalizzazione e semplificazione del sistema anche attraverso la riduzione degli adempimenti e l’eliminazione dei micro-tributi;
  • progressività del sistema secondo le attuali regole costituzionali che prevedono i principi generali di giustizia e di equità;
  • Infine, contrasto all’evasione e all’elusione fiscale.

L'asso nella manica del Fisco? il Pos

A proposito dell'ultimo punto, una delle misure sarà questa: dal 30 Giugno verranno multati gli esercenti che rifiuteranno pagamenti elettronici con bancomat e carte di credito. Il Pos (dispositivo che consente di effettuare pagamenti mediante carte di credito, di debito o prepagate) diventerà un baluardo nella lotta all'evasione fiscale; anche perché i dati su tutti gli incassi giornalieri saranno trasmessi direttamente all’Agenzia delle Entrate. Così sarà possibile procedere a verifiche, qualora gli scontrini battuti dovessero risultare inferiori agli incassi effettuati con moneta elettronica. Vedremo.

Migliori Conti Correnti del mese

Costo annuo
Gratuito
Banca:
ING
Prodotto:
Conto Corrente Arancio
Carta di credito
Carta di debito
Carta prepagata
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Banca:
BBVA
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Costo annuo
Gratuito
12 mesi + 50€ Buono Amazon se apri il conto entro il 31/01/2023.
Banca:
Fineco
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Trading
Costo annuo
Gratuito
12 mesi + 50€ Buono Amazon se apri il conto entro il 31/01/2023.
Costo annuo
Gratuito
sempre fino ai 30 anni
Banca:
Banca Mediolanum
Prodotto:
SelfyConto Under 30
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
sempre fino ai 30 anni
Costo annuo
Gratuito
per gli under 35. Altrimenti 2€ al mese e gratis i primi 6 mesi
Banca:
Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia
Prodotto:
Conto Crédit Agricole Online
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
per gli under 35. Altrimenti 2€ al mese e gratis i primi 6 mesi

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

© 2023 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968