Serve assistenza?
02 55 55 5

Stipendi nel settore privato: ecco le regioni italiane in cui si guadagna di più

23 set 2022 | 2 min di lettura | Pubblicato da Marco B.

conti news stipendi nel settore privato ecco le regioni italiane in cui si guadagna di piu

Dove si guadagna di più in Italia come lavoratori dipendenti nel settore privato?

Lo svela l'Osservatorio JobPricing, che ha collaborato con Spring Professional e spiega che il suo Geography Index 2021 contiene la graduatoria retributiva delle 20 Regioni italiane e quella delle 107 Province, suddivise in tre 'fasce di merito', in base alle retribuzioni lorde in un anno nel corso del 2020. Vuoi conoscere i dettagli? Scopri di più su Facile.it, leader nel confronto di offerte conti correnti online.

Conti Correnti: trova il più vantaggioso
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Media: 29.910 euro annui

Secondo l'Osservatorio, la media nazionale è pari a 29.910 euro.

La Lombardia è al primo posto, con uno stipendio annuo lordo di 32.462 euro. Al secondo c'è il Trentino-Alto Adige (31.651 euro), terza è la Liguria (31.243 euro).

Poi vengono il Lazio (31.132 euro), al quarto posto, e l'Emilia-Romagna (quinta, con 30.646 euro).

Ultima la Basilicata

In scala decrescente, c'è, al sesto posto, il Friuli Venezia Giulia (30.475 euro lordi l'anno), seguito da Veneto (29.958), Piemonte (29.954), Valle d'Aosta (29.923), Toscana (28.912), Marche (28.505), Abruzzo (27.822), Umbria (27.343), Sardegna (26.700), Campania (26.683), Molise (26.516), Puglia (26.389), Sicilia (26.271), Calabria (25.791) e Basilicata (24.940).

In testa c'è il Milanese

Per quel che riguarda le 107 Province italiane, ai primi dieci posti ci sono:

  • Milano (35.329 euro) - che è anche la città dove costa di più comprare casa
  • Trieste (33.358)
  • Bolzano (32.605)
  • Genova (32.294)
  • Roma (32.116)
  • Bologna (31.932)
  • Parma (31.501)
  • Monza Brianza (31.494)
  • Piacenza (31.370)
  • Varese (31.247)

In coda il Ragusano

Le ultime dieci Province?

  • Messina (25.384)
  • Matera (25.376)
  • Sassari (25.190)
  • Cosenza (25.189)
  • Nuoro (24.989)
  • Potenza (24.785)
  • Taranto (24.550)
  • Lecce (24.149)
  • Crotone (24.019)
  • Ragusa (23.592)

I criteri usati

Per ricavare questi risultati, JobPricing ha valutato le RGA (retribuzioni globali annue), che risultano sommando le RAL (retribuzioni annue lorde) alle retribuzioni variabili (consistono nei bonus aziendali legati agli incrementi di produttività e al raggiungimento di obiettivi che l'azienda prevede per il lavoratore).

Migliori Conti Correnti del mese

Costo annuo
Gratuito
Banca:
ING
Prodotto:
Conto Corrente Arancio con Modulo Zero Vincoli
Carta di credito
Carta di debito
Carta prepagata
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
Costo annuo
Gratuito
i primi 30 giorni, poi da 7€ al mese
Banca:
Tot.
Prodotto:
Conto Aziendale
Carta di credito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
i primi 30 giorni, poi da 7€ al mese
Costo annuo
Zero spese
Banca:
buddybank, powered by UniCredit
Prodotto:
Conto corrente buddybank
Carta di credito
Carta di debito
Mobile banking
Costo annuo
Zero spese
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Banca:
BBVA
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Costo annuo
Gratuito
12 mesi, se apri il conto entro il 28/12/2023. Fino ai 30 anni di età il canone è Zero.
Banca:
Fineco
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Trading
Costo annuo
Gratuito
12 mesi, se apri il conto entro il 28/12/2023. Fino ai 30 anni di età il canone è Zero.

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Ultime notizie Conti

pubblicato il 30 novembre 2023
Dichiarazione dei redditi: il 47% degli italiani non dichiara nulla

Dichiarazione dei redditi: il 47% degli italiani non dichiara nulla

Sono 47 su cento gli italiani che non dichiarano alcun reddito, in base ai dati fiscali del 2022. Può farlo ogni cittadino che ha conseguito redditi tali da rientrare nelle ipotesi di esonero previste dalla normativa.
pubblicato il 24 novembre 2023
I conti deposito con gli interessi più alti di novembre 2023

I conti deposito con gli interessi più alti di novembre 2023

Se stai cercando un modo per far fruttare i tuoi risparmi? Scopri su Facile.it quanto puoi guadagnare con un conto deposito a novembre 2023!
pubblicato il 24 novembre 2023
Qual è il conto corrente under 30 più economico di novembre 2023

Qual è il conto corrente under 30 più economico di novembre 2023

Hai meno di 30 anni e vuoi aprire un conto corrente vantaggioso? Affidati al confronto conti correnti su Facile.it: troverai offerte strepitose per aprire un conto corrente Under 30 a zero spese! Ecco i migliori conti correnti Under 30 di novembre 2023 a confronto.
pubblicato il 22 novembre 2023
Due famiglie italiane su tre fanno fatica ad arrivare alla fine del mese

Due famiglie italiane su tre fanno fatica ad arrivare alla fine del mese

Due famiglie italiane su 3 non riescono a vivere con serenità. Una volta arrivate alla fine della terza settimana mensile, devono infatti prestare molta attenzione alle spese per vivere e arrivare alla fatidica fine del mese. Un italiano su 4 rischia infatti la povertà.

Guide ai conti

Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Non è raro che i coniugi scelgano di cointestare...
Conto corrente: che cos’è e come funziona

Conto corrente: che cos’è e come funziona

Il conto corrente è uno strumento bancario...
Le spese del conto corrente: tutti i costi

Le spese del conto corrente: tutti i costi

La scelta del proprio conto corrente, lo...
Conto Deposito: i vantaggi

Conto Deposito: i vantaggi

Il conto deposito ti consente di gestire e far...
© 2023 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968