Serve assistenza?
02 55 55 111

Assicurazione: cosa si può detrarre dalla dichiarazione dei redditi?

9 giu 2024 | 5 min di lettura | Pubblicato da Giusy I.

agente assicurativo che porge la penna ad una cliente

Spesa sanitarie, spese veterinarie o interessi passivi del mutuo. Sono tra le spese più comuni da cui si possono ricevere detrazioni fiscali. Non tutti sanno, però, che anche i costi sostenuti per pagare l’assicurazione possono essere portati in detrazione nella dichiarazione dei redditi. In particolare, le spese relative alle polizze assicurative sono detraibili nella misura del 19% in sede di dichiarazione dei redditi.

Vediamo più nel dettaglio quali sono, però, i tipi di polizze che si possono portare in detrazione e come fare.

Assicurazione Veicoli Elettrici
Assicurazione Veicoli Elettrici

Quali polizze si portano in detrazione

In generale, si possono detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche, ndr), come detto nella misura del 19%, le assicurazioni che prevedono “il rischio di morte o invalidità permanente non inferiore al 5%, da qualsiasi causa derivante – si legge sul sito dell’Agenzia delle Entrate - o di non autosufficienza nel normale compimento degli atti della vita quotidiana”.

Ancora, le agevolazioni spettano quando i contratti hanno come oggetto la vita e contro gli infortuni.

Oppure per i rischi connessi agli eventi calamitosi. Devono riguardare gli immobili ad uso abitativo ed essere stipulate a partire dal 2018.  Dunque, questa possibilità riguarda le polizze casa che offrono protezione contro catastrofi naturali, inclusa l’assicurazione casa per terremoti. Le garanzie assicurative ammissibili per questa detrazione possono coprire una vasta gamma di eventi calamitosi che causano danni alle unità abitative, come ad esempio: alluvioni, inondazioni, uragani, eventi atmosferici violenti.

La polizza soggetta a detrazione può riguardare un evento specifico o fornire una copertura multirischi che protegge l’acquirente da una serie di rischi raggruppati nella stessa polizza casa.

Il beneficio della detrazione fiscale spetta esclusivamente alla persona a cui è intestato il contratto assicurativo, anche se questo non coincide con il titolare dell’immobile messo ad oggetto.

È importante, però, sottolineano le Entrate che la compagnia assicuratrice “non abbia la possibilità di recedere dal contratto”.

Dal 2016 il Fisco ha elevato da 530 a 750 euro l’importo detraibile per i premi versati per le polizze assicurative, a tutela delle persone con disabilità grave (come definita dall’articolo 3, comma 3, della legge 104/1992), che coprono il rischio di morte.

Se nella polizza sono indicati più beneficiari e uno di questi ha una grave disabilità, l’importo massimo che potrà essere detratto deve essere ricondotto all’unico limite più elevato di 750 euro.

E’ importante sottolineare che la normativa vigente non consente di portare in detrazione, nemmeno parzialmente, le spese della RC auto obbligatoria. In altre parole, non è prevista nessuna detrazione fiscale riguardo all’assicurazione auto per responsabilità civile verso terzi. Ci sono, però, delle eccezioni, e cioè per alcune specifiche polizze, ovvero quella garanzia infortuni conducente, attivate in aggiunta all’ordinaria polizza RC auto. Vedremo tra un po' di cosa si tratta.


 

Pagamenti tracciabili

Dal 2020, sottolinea ancora l’Agenzia delle Entrate, è condizione necessaria che vengano utilizzati pagamenti “tracciabili”, ci effettuati con carte di credito, debito, carte prepagate, bancomat, versamento bancario o postale. Non sono, dunque, ammessi pagamenti in contanti. Inoltre, è precisato dall’Agenzia di Ruffini “la detrazione spetta per intero ai titolari di reddito complessivo fino a 120 mila euro. Se si supera questo limite, la detrazione decresce fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo di 240 mila euro”.

Come effettuare la detrazione dalla dichiarazione dei redditi

I contribuenti, come detto, possono portare in detrazione, direttamente all’interno della dichiarazione dei redditi, gli importi pagati relativi ai premi delle assicurazioni. Nel Modello 730 queste detrazioni devono essere inserite all’interno dei righi da E1 a E10.

A chi spetta la detrazione

Per la detrazione del 19% sarà necessario che il contraentel’assicurato coincidano, indipendentemente da chi sia il reale beneficiario.

Nello specifico, il comma 2 dell’art. 15 del TUIR disciplina che la detrazione spetta anche se le spese per i premi assicurativi sono state sostenute nell’interesse di un familiare fiscalmente a carico, fermo restando il limite complessivo su cui calcolare la detrazione.

Un chiarimento è arrivato dalla stessa Agenzia delle Entrate con la circolare 17/E del 18 maggio 2006 in cui viene ribadito che se l’assicurato è un familiare fiscalmente a carico del dichiarante contraente, quest’ultimo “ha comunque diritto alla detrazione del premio”.

Inoltre, se “il familiare fiscalmente a carico del dichiarante, è sia assicurato che contraente, il dichiarante ha comunque la facoltà di detrazione del premio”.

Quindi la detrazione spetta quando:

  • il dichiarante è sia l’assicurato che il contraente;
  • il dichiarante è il contraente, ma l’assicurato è un familiare a carico;
  • il familiare a carico del contraente è sia l’assicurato che il contraente.

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

E’ stata la stessa Agenzia delle entrate ad effettuare alcuni chiarimenti proprio in ambito detrazione nel Modello 730 delle assicurazioni. In particolare, le specifiche hanno riguardato i premi assicurazione infortuni del conducente auto, sottoscritti in aggiunta alla Rc Auto obbligatoria, e i premi assicurazione rischio morte e invalidità del conducente terzo di veicoli. I primi costi, ha specificato l’Agenzia, sono detraibili nel caso in cui siano state stipulate o rinnovate entro il 31 dicembre 2000 (come indicato nella circolare n. 95/E/2000). La seconda, invece, non è detraibile: e questo perché il soggetto assicurato, in questo caso, non è chiaramente individuato (riferimento circolare n. 7/E/2021);

E poi ci sono i premi di assicurazione pagato in unica soluzione. In questo terzo caso è possibile portare in detrazione il premio, anche quando è pagato in un’unica soluzione per tutta la durata del contratto, ma solo nei limiti degli importi che è possibile portare in detrazione nel Modello 730 (riferimento circolare n. 101/E/2000).

Modello 730, la documentazione da conservare

Per potere portare in detrazione l’assicurazione del Modello 730 sarà necessario ‘giustificare’ l’operazione. Per questo sarà necessario certificare il versamento delle somme corrisposte per i premi assicurativi conservando le ricevute dei pagamenti dei premi versati. In alternativa è necessaria una dichiarazione dell’assicurazione, con la quale venga attestato il versamento dei premi, operazione che deve essere effettuata, come detto, con una modalità di pagamento tracciabile; il contratto di assicurazione, dal quale, come detto, deve essere evidente la modalità di pagamento, i dati del contraente e dell’assicurato. Oltre che la tipologia e la decorrenza del contratto. Per quanto riguarda i premi assicurativi che servono a tutelare le persone con delle disabilità, è indispensabile autocertificare la situazione di grave disabilità del beneficiario, così come stabilito dall’articolo 3 della Legge n. 104/92.

Autore
giusy-iorlano

Giornalista professionista, Giusy Iorlano è laureata in Scienze politiche presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma con una tesi in studi strategici.

Ultime notizie Assicurazioni

pubblicato il 15 luglio 2024
Le assicurazioni moto economiche a luglio 2024

Le assicurazioni moto economiche a luglio 2024

La stagione estiva sta entrando nel vivo e sono numerosi i motociclisti che già affollano le strade. Per chi guida una due ruote, la sicurezza è una priorità: scopri le assicurazioni moto economiche a luglio 2024.
pubblicato il 11 luglio 2024
3 assicurazioni auto che puoi scegliere se hai appena preso la patente

3 assicurazioni auto che puoi scegliere se hai appena preso la patente

I neopatentati, oltre a rispettare regole di guida più rigide, pagano premi assicurativi generalmente più alti. Tuttavia possono contare su alcune scappatoie per risparmiare sulla Rc Auto. Scopriamole con 3 assicurazioni auto per neopatentati di luglio 2024.
pubblicato il 10 luglio 2024
Truffe sulle prenotazioni per le vacanze: ecco come difendersi

Truffe sulle prenotazioni per le vacanze: ecco come difendersi

Le vacanze estive sono a rischio truffa: ben 1,8 milioni di italiani nell'ultimo anno sono incappati in truffe e raggiri in occasione della prenotazione, con un danno complessivo pari a 643 milioni di euro. Ecco come difendersi, per evitare brutte sorprese e seccature.
pubblicato il 4 luglio 2024
Sicurezza stradale: in Francia le donne danno il buon esempio

Sicurezza stradale: in Francia le donne danno il buon esempio

Il Governo francese ha avviato una campagna di sensibilizzazione che mira a promuovere una guida più prudente e sicura. Questa campagna sottolinea che le donne, statisticamente meno coinvolte in incidenti stradali rispetto agli uomini, sono un esempio da seguire per migliorare la sicurezza sulle strade.
pubblicato il 27 giugno 2024
Le assicurazioni auto Allianz Direct a giugno 2024

Le assicurazioni auto Allianz Direct a giugno 2024

Prima di mettersi in viaggio per le ferie, è importante effettuare un check-up del veicolo e controllare la copertura assicurativa: andiamo a scoprire le assicurazioni auto Allianz Direct a giugno 2024.
pubblicato il 21 giugno 2024
3 assicurazioni viaggio per partire protetti nell'estate 2024

3 assicurazioni viaggio per partire protetti nell'estate 2024

Con l’estate alle porte è il momento giusto per pianificare le vacanze, scegliendo non solo la meta ma anche la sempre più irrinunciabile assicurazione viaggio, specie se si parte per una meta esotica. Continua a leggere per conoscere 3 assicurazioni viaggio complete per l'estate 2024.

Guide alle assicurazioni

pubblicato il 11 maggio 2024
Viaggiare sicuri a Zanzibar

Viaggiare sicuri a Zanzibar

Zanzibar è un luogo affascinante e ricco di bellezze naturali, ma come per qualsiasi destinazione di viaggio, è importante prendere alcune precauzioni per garantire un viaggio sicuro e piacevole.
pubblicato il 11 maggio 2024
Viaggiare sicuri alle Maldive

Viaggiare sicuri alle Maldive

Scopri in questa guida tutte le informazioni utili da sapere e appuntare per viaggiare sicuri alle Maldive.
pubblicato il 11 maggio 2024
Visitare Zanzibar: consigli di viaggio

Visitare Zanzibar: consigli di viaggio

Zanzibar è un arcipelago incantevole situato al largo delle coste della Tanzania, nell'Oceano Indiano. Con le sue spiagge mozzafiato, le acque cristalline e una cultura ricca di storia, l'isola ha attirato viaggiatori in cerca di relax e avventura tropicale.
pubblicato il 8 maggio 2024
Assicurazione casa alluvione: cosa copre

Assicurazione casa alluvione: cosa copre

Con degli eventi estremi sempre più frequenti è bene essere pronti a qualsiasi evenienza, per questo stipulare un'assicurazione casa contro le alluvioni può essere utile in caso di danni ingenti a propri beni.

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968