02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Bollettino RAV: cos'è e a cosa serve

Il bollettino RAV è destinato alla riscossione di somme iscritte a ruolo. La sigla RAV sta, infatti, per Ruoli Mediante Avviso. La somma da riscuotere può essere rappresentata da una tassa sulle concessioni governative, dall'iscrizione a un determinato albo professionale, dal pagamento del servizio di nettezza urbana o da una sanzione conseguente alla violazione del codice della strada.

I bollettini RAV possono essere inclusi anche all'interno di una cartella di pagamento inviata da Equitalia. Questo perché ogni qualvolta dai controlli formali o automatici condotti da ciascun concessionario emerga la presenza di un debito, quest'ultimo viene iscritto a ruolo, il che significa semplicemente che viene inserito all'interno di un elenco in cui sono riportati i nomi dei vari debitori ed il rispettivo importo dovuto. Si può procedere di conseguenza alla preparazione della cartella di pagamento, il cui obiettivo è quello di provvedere alla riscossione della somma dovuta dal debitore.

Nella cartella di pagamento, insieme alle informazioni riguardanti la pratica ed alle istruzioni necessarie per il versamento della somma dovuta, si trovano anche i bollettini RAV precompilati, che permettono all'utente di concludere le procedure di pagamento senza commettere alcun tipo di errore. Due sono i tipi di riscossione da ruolo. Si parla, infatti, di riscossione coattiva, in caso di contributi o tasse non pagate, e di riscossione spontanea, in caso di pagamento ordinario da parte dell'utente di somme dovute, come Tarsu, Ici ed iscrizione all'albo professionale.

Come effettuare un pagamento con il RAV

Se si dispone di un RAV prestampato, le operazioni di pagamento sono semplici e veloci. Sarà sufficiente, infatti, recarsi presso un istituto di credito o presso lo sportello postale per effettuare il pagamento in contanti o tramite prelievo dal proprio conto corrente.

Un'altra valida procedura per il pagamento dei bollettini RAV si avvale del servizio di internet banking, messo a disposizione praticamente da tutti gli istituti bancari. In questo caso si dovrà accedere all'area personale dei pagamenti dal proprio pc o dal dispositivo mobile che si preferisce utilizzare, e riportare i dati identificativi del bollettino. Quest'ultimo, infatti, presenta un codice di riferimento che permette di identificarlo tra le somme iscritte a ruolo, e che dovrà essere riportato insieme all'importo della somma dovuta, prima di poter procedere in tutta sicurezza con il pagamento.

RAV: quali tipi di servizio offre

I bollettini RAV emessi da Equitalia per la riscossione di un debito vengono inviati per posta al debitore, che è tenuto ad effettuare il pagamento entro la data indicata. Nel caso in cui ciò non avvenga, viene messo a disposizione dell'utente il servizio di "aggiornamento del debito". In altre parole, se la somma dovuta non viene versata entro la data di scadenza del bollettino cartaceo, il debitore potrà accedere al sito internet dell'Agenzia di riscossione e generare un nuovo RAV, che conterrà l'importo del debito aggiornato, da stampare o da pagare online tramite il servizio di home banking.

Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 19 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Guide a pagamenti

Guide Pagamenti