Risalire al proprietario dalla targa di un veicolo: come fare e quali accorgimenti seguire

Recuperare le informazioni di un veicolo è importante e fortunatamente è divenuto più semplice negli ultimi tempi con l'uso di Internet. In questa piattaforma infatti è possibile trovare siti web dove sono riportati dettagli sulla targa di un'auto, il modello, il termine entro cui scade l'assicurazione RC, il calcolo del bollo del veicolo e altri dati tecnici molto utili.

In particolare, ci sono delle strategie per risalire alla targa di una macchina nel caso in cui si necessiti di una visura. Tra queste c'è quella di rivolgersi all'ACI effettuando un versamento di circa 6 euro e quella di richiedere la visura presso il sito ufficiale dell'organo prima citato col pagamento di 2 euro in più.

Se invece la ricerca è finalizzata soltanto alla raccolta di informazioni, si possono visionare diversi siti online, tra cui Sevim: una particolare pagina, che consente di conoscere in modo dettagliato tutti i dati di un'autovettura, come la cilindrata, il peso, la classe Euro di cui è dotata, attraverso l'immissione del numero di targa. Tuttavia, è doveroso precisare che presenta delle limitazioni, cioè si possono ricavare dati esclusivamente sui mezzi facenti parte della Comunità Europea.

Inoltre recentemente sono state introdotte delle applicazioni da scaricare sul proprio smartphone o tablet, che svolgono tale funzione.

Sommario:

Come risalire al proprietario della targa?

L'operazione diventa a pagamento quando si dovranno ricercare informazioni sensibili (i cosiddetti estremi), come l'identità del proprietario della targa del veicolo d'interesse. Infatti, si tratta di una procedura essenziale nel caso in cui si decida di comprare un'auto usata, quando si è coinvolti in un sinistro stradale o se si vuole venire al corrente di possibili azioni di pignoramento. Per risalire all'intestatario di un mezzo si può ricorrere a due vie distinte: ricavare i dati necessari tramite il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) oppure direttamente sul sito web dell'ACI.

Nel caso in cui tu stia pensando di cambiare vettura, confronta le auto in vendita e scegli anche tra quelle nuove o a km 0.

Quindi ci si può recare di persona presso gli uffici preposti più vicini: risulta essere più utile, poiché permette di ricavare i dettagli occorrenti in maniera completa, in quanto il PRA è la sede apposita dove vengono eseguite diverse pratiche, come le iscrizioni, le annotazioni e gli aggiornamenti relativi ai veicoli.

Il secondo intervento invece consiste nel rilascio di una documentazione sotto forma di PDF col versamento di circa 8 euro (da pagare per mezzo del sistema telematico di pagamento PagoPA).

I prezzi sono molto bassi per i due metodi accennati, ma aumentano nel caso in cui si affidi a terzi soggetti l'esecuzione della pratica (ad esempio ad agenzie addette alle pratiche di auto).

Cose da sapere sul bollo della targa di una vettura

Tra le cose fondamentali da sapere e da tenere in considerazione c'è anche il bollo della targa di un veicolo. Questo può essere calcolato per mezzo del sito dell'Agenzia delle Entrate, dove è presente una funzione apposita. Essa permette di effettuare il conto della tassa, conoscendo tutti i dettagli del mezzo inseriti nel sito, tra i quali spicca il tariffario della Regione di interesse dell'individuo. Il conteggio del bollo viene eseguito in riferimento al periodo di richiesta, a sanzioni o a interessi, escludendo i versamenti di somme già fatti.

Applicazioni per smartphone per conoscere il proprietario della targa

Come accennato precedentemente, esistono diversi siti e applicazioni per risalire all'identità del proprietario di un veicolo. Per il PC c'è Sevim.it, un sito molto efficiente e semplice da utilizzare, grazie al quale si ricavano dettagli sull'auto a partire dalla targa.

Si tratta di un servizio in cui si possono fare soltanto due ricerche giornaliere gratuite, altrimenti si paga una quota di adesione (di circa 10 euro), che offre un più ampio margine e si ottengono maggiori dati sul proprietario (pagando circa 19 euro).

Per raggiungere l'obiettivo finale, basta semplicemente digitare la tipologia di mezzo, il numero di targa e selezionare l'opzione Verifica, in seguito alla quale si aprirà una pagina dove sono contenuti tutti i dettagli sull'immatricolazione e la revisione. Se invece si procede alla verifica tramite telefono o tablet, ci sono delle applicazioni scaricabili per sistema Android e iOS.

Tra queste, sono presenti Veicolo info targa, che permette di esaminare le peculiarità di una macchina, le assicurazioni di cui è dotata, se è stato pagato o meno il bollo. Esiste sia la versione gratuita sia quella a pagamento. Inoltre, c'è anche Scanner veicoli, un servizio gratuito con cui si può vedere se il mezzo è assicurato, e tante altre caratteristiche tecniche. Ulteriori app da conoscere sono Infotarga e iTarga. La prima è esclusivamente per Android e può rivelarsi molto utile per avere dettagli sull'assicurazione e sulla condizione dell'auto in tempo reale. La seconda invece è disponibile solo per il sistema iOS, un buon servizio che consente di conoscere dati sul bollo, lo stato di una macchina o la presenza di eventuali denunce, tutto questo fornendo semplicemente il numero di targa.

Verifica della revisione della vettura tramite la targa

Per mezzo della targa di un veicolo si possono ricavare numerose informazioni riguardo ad un mezzo soprattutto se si è in procinto di acquistarlo, come l'ultima revisione effettuata. Quest'ultima in un'auto nuova è eseguita dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, secondo le normative vigenti. Tuttavia, è sempre consigliabile verificare la data di tale procedura sul libretto di circolazione.

Anche in questo caso si considerano due strategie per eseguire il controllo. La prima prevede di andare negli uffici idonei a fare una verifica diretta, mentre quella online consiste nel recarsi presso il Portale dell'Automobilista, un servizio online gratuito, che ha al proprio interno una pagina dedicata all'esame dell'ultima revisione.

Da qui si otterranno dati importanti tramite l'inserimento della targa, come lo stato di revisione, il numero di chilometri percorsi dalla macchina quando si è compiuto l'ultimo controllo. In particolare, si deve specificare se si tratta di una vettura o di un motoveicolo, scrivere il numero della targa, effettuare l'indagine col conseguente ottenimento della scheda, che contiene i dettagli di interesse.

Questo metodo funziona molto bene, ma ha alcune limitazioni, ossia non possono essere sottoposti ad esame tutti i veicoli, in particolare riferimento ad una ricerca eseguita su quei mezzi su cui non è ancora stata fatta alcuna revisione in seguito all'inserimento di nuovi cambiamenti di legge o su quelle auto che non hanno ancora raggiunto i 4 anni di età. Si può però vedere quando fare la futura revisione (calcolando due anni successivi).

Se vuoi evitare sorprese di qualsiasi tipo comprese le spese di gestione di un'auto, scegli il noleggio a lungo termine.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure