Tutto ciò che bisogna sapere sul bollo auto Regione Piemonte

Il pagamento del bollo auto in Piemonte, come in qualsiasi altra regione italiana, è una scadenza imprescindibile per ogni guidatore. Ogni auto nuova che viene registrata presso il PRA, ossia il Pubblico Registro Amministrativo, è soggetta a un onere così importante, sia per chi la possiede, sia per chi ne usufruisce in noleggio a lungo termine.

Ad ogni modo se stai pensando all'acquisto di un'auto, anche un usato o una chilometro 0, le indicazioni riportate di seguito ti saranno certamente utili.

Calcolare il bollo auto in Piemonte richiede una serie di passaggi da tenere d'occhio. Sono numerose le informazioni da conoscere, dai possibili metodi di pagamento alle date da rispettare, senza dimenticare le eventuali esenzioni e agevolazioni. Ecco cosa bisogna sapere su questo pagamento molto importante per ogni automobilista.

Sommario:

Quando bisogna pagare il bollo auto in Piemonte

Il bollo auto presso la Regione Piemonte deve essere pagato per la prima volta nei primi 30 giorni seguenti rispetto alla data dell'immatricolazione. Il saldo va effettuato in un'unica soluzione e ripetuto a cadenza annuale, fino all'ultimo giorno successivo rispetto alla scadenza prefissata. È essenziale rispettare le regole a tal proposito, magari ricevendo appositi promemoria o usufruendo di un servizio fornito direttamente dalla Regione, ossia Memobollo.

Come pagare il bollo auto in Piemonte

Il pagamento del bollo auto in Piemonte può essere effettuato mediante diversi sistemi, tutti sicuri e certificati. In primo luogo, è possibile servirsi di vari metodi online e saldare tutta la somma senza alcuna fatica. Per esempio, ACI mette a disposizione dei suoi utenti il servizio intitolato Pag@Bollo, da utilizzare anche presso il sito della regione Piemonte all'interno della categoria Tributi e Visure.

In alternativa, ci si può servire anche del sito Internet di Poste Italiane, mediante l'apposita funzionalità di Home Banking. Chi vuole effettuare tutta l'operazione con il proprio dispositivo mobile può scaricare e installare l'app Tassa Auto Piemonte, così come altri software come Satispay IO.

Tutte le modalità menzionate funzionano grazie alla piattaforma PagoPa, che consente di saldare ogni debito anche presso tabaccherie e ricevitorie convenzionate. Inoltre, chi ha intenzione di effettuare il pagamento da vicino può utilizzare gli uffici postali, i punti vendita di Lottomatica, le agenzie autorizzate di pratiche automobilistiche e le attività Banca 5. Ad ogni tipologia viene applicata una commissione differente.

Come calcolare il bollo auto nella Regione Piemonte

Per calcolare il bollo auto in Piemonte, è sufficiente inserire alcune informazioni all'interno di un determinato modulo online, situato presso il sito Internet della Regione e l'app per il mobile Tassa Auto Piemonte. Nel caso specifico, sono tre gli elementi determinanti per stabilire il prezzo complessivo. Eccoli di seguito:

  • la classe di emissioni ambientali del veicolo, compresa tra Euro 0 ed Euro 6;
  • la potenza del veicolo espressa in cavalli o in kilowatt;
  • la regione di residenza di chi è proprietario del veicolo, in questo caso ovviamente il Piemonte.

Quindi, una volta avuto accesso ai canali menzionati, è possibile dare un'occhiata alle tariffe in vigore, disponibili in formato PDF. Nella regione Piemonte, sono quattro le fasce di prezzi in base alla quantità di kilowatt dei veicoli. Scopriamole insieme:

  • al di sotto dei 53 kilowatt;
  • compreso tra i 53 e i 100 kilowatt;
  • tra 100 e i 130 kilowatt;
  • al di sopra dei 130 kilowatt.

A tutto ciò, bisogna aggiungere che veicoli che superano i 100 kilowatt di potenza devono far fronte a un ulteriore aumento di prezzo, noto anche come superbollo. Come accennato prima, la tariffa viene determinata anche dalle emissioni di CO2, che sono superiori per quanto riguarda un mezzo meccanico che rispetta gli standard Euro 0 e diminuiscono fino alla fascia Euro 6.

Inoltre, gli autoveicoli dotati di sistema di doppia alimentazione, ossia con benzina e metano o benzina e GPL, la tariffa è sempre pari a 2,58 euro per ogni kilowatt se la potenza è al di sotto dei 100 kilowatt. Nel caso specifico, la categoria Euro non ha alcuna rilevanza. I veicoli ibridi determinano una somma da corrispondere che varia in base alla potenza del motore termico, mentre i mezzi già dotati di alimentazione nativa a GPL e metano al termine del ciclo di produzione prevedono un bollo auto ridotto rispettivamente di un quarto e di un quinto sulla cifra totale.

I servizi per tenere sotto controllo il bollo auto

La verifica del bollo auto può essere effettuata tramite vari servizi molto utili. Per esempio, è possibile accedere a Memobollo, una funzionalità grazie alla quale è possibile ricevere promemoria sulle scadenze da rispettare tramite un SMS o una mail. Grazie all'aiuto di Paga on line, invece, si può erogare il relativo pagamento mediante bonifico bancario o carta di credito o debito.

Per monitorare al meglio la situazione, è possibile scaricare le ricevute inerenti ai precedenti saldi eseguiti, o anche verificare eventuali errori sulle date di scadenza. Chi vuole può rateizzare un avviso di accertamento creando un proprio account sulla Regione Piemonte, o anche richiedere l'esenzione dal pagamento per qualsiasi ragione valida. Infine, l'utente ha la facoltà di richiedere la restituzione di importi erronei, oltre a verificare la regolarità dei pagamenti effettuati e gestire ciascuna pratica.

Come funzionano le esenzioni dal bollo auto in Piemonte

L'esenzione dal bollo auto in Piemonte può essere effettuata in seguito a diversi requisiti da rispettare. Eccoli nelle righe seguenti, con le categorie di cittadini e autoveicoli che non devono effettuare un simile pagamento:

  • gli autoveicoli almeno Euro 6 a uso privato, con potenza al di sotto dei 100 kilowatt e immatricolazione nel 2020 sono esenti dal bollo auto per tre anni se comprati per sostituire vetture rottamate da Euro 0 a Euro 2;
  • gli autoveicoli per portatori di handicap e disabili in generale;
  • gli autoveicoli destinati alle forze armate, alla Protezione civile, alle Autorità Statali e agli agenti consolari e diplomatici;
  • gli autobus per trasporti pubblici, i mezzi destinati alla lavorazione dei rifiuti e le autoambulanze;
  • tutti gli autoveicoli a metano, GPL o elettrici fin dall'origine;
  • gli autoveicoli con doppia alimentazione a benzina e metano o benzina e GPL nei primi cinque anni dall'immatricolazione;
  • gli autoveicoli con motore a benzina ed elettrico per i primi cinque anni.

Nella Regione Piemonte, sono inoltre esenti dal bollo auto gli autoveicoli immatricolati da oltre 30 anni a utilizzo privato. In tali casi, è necessario pagare solo un'imposta di circolazione dal valore di 30 euro. Per saperne di più, basta consultare il sito Internet regionale, o chiamare al numero verde 800 333 444, disponibile nei giorni feriali dalle ore 8 alle 18.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure