Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il sistema grip control ha assunto una notevole rilevanza negli ultimi anni e consente di mantenere l'aderenza della propria auto sempre sotto controllo. L'innovazione è stata introdotta dal gruppo PSA e serve a monitorare la trazione delle ruote a seconda delle condizioni della strada. Scopriamo di cosa si tratta, come funziona e in quali casi utilizzarlo per usufruire del suo importante aiuto.

Scopri su Facile.it le auto in vendita e scegli tra un usato, un'auto nuova oppure una km 0. Se hai un budget limitato, scopri i modelli di auto invendute, invece, se vuoi evitare di doverti occupare di tutte le pratiche ed i costi di gestione dell'auto, puoi optare per la formula di noleggio a lungo termine.

Sommario

Che cos'è il sistema grip control

Il grip control è diventato un elemento quasi imprescindibile per qualsiasi automobilista. Al giorno d'oggi, sempre più brand decidono di introdurre nei loro veicoli soluzioni all'avanguardia, con la capacità di unire al meglio tecnologia e sicurezza. Tale sistema non è altro che un esempio di quanto l'elettronica venga spinta molto in avanti, con la chance di aiutare il guidatore a mantenere il pieno controllo della vettura in tutte le condizioni e a qualsiasi velocità di crociera.

Entrando nei particolari, si tratta di un sistema elettronico che viene installato per un collegamento diretto con componenti meccaniche di un'auto, quali ruote e differenziale. Grazie a questo accorgimento tecnico, la potenza viene monitorata al meglio, affinché il pattinamento non sia più un problema difficile da risolvere. In caso contrario, i rischi di essere coinvolti in problemi alla guida, assenza di trazione o addirittura incidenti stradali possono crescere in misura molto evidente.

Molti considerano il grip control come una versione più accurata del sistema ESP, ossia del controllo attivo della stabilità tramite modulo elettronico. In ogni caso, l'accorgimento previene ogni eventuale sbandata in caso di scarsa aderenza stradale e incrementa i margini di sicurezza. Per far funzionare questo dispositivo, non servono particolari conoscenze tecniche o pratiche. È sufficiente sperimentare i suoi effetti su asfalti di vario genere e attuare varie prove elettroniche e informatiche per usufruirne fino al massimo delle proprie potenzialità.

Come funziona il sistema grip control

A questo punto, tocca sapere come funziona il sistema grip control. Nato grazie a Peugeot e Citroen, prevede l'attivazione di una manopola situata all'interno dell'abitacolo della vettura. Questo piccolo oggetto consente al guidatore di scegliere tra cinque modalità, in base alle quali varia l'atteggiamento della centralina. Il motore assume potenze differenti, che vengono proiettate sulle gomme e le distribuiscono coppia motrice in base alle esigenze, affinché il veicolo mantenga la propria stabilità ottimale. Ecco quali sono le cinque modalità del grip control, analizzandole a una a una.

Modalità standard

Iniziamo dalla modalità standard, che risulta ottimale su ogni fondo asfaltato e con ottima aderenza. Quando il tasso di pattinamento è molto contenuto, l'elettronica agisce non appena sia necessario e incrementa la potenza della ruota in condizioni di maggiore aderenza. Il conducente deve solo guidare la propria vettura e attendere che il sistema si attivi solo in casi di estrema necessità.

Modalità sabbia

Quando le due ruote motrici dell'auto in vendita non sono al massimo della loro aderenza, scatta la modalità sabbia. Nel caso specifico, il grip control fa in modo che entrambe pattinino in maniera contemporanea, affinché la vettura possa procedere senza alcun rischio di insabbiarsi nel relativo fondo stradale. Il differenziale viene tenuto sotto controllo e l'operazione può essere attivata fino a una soglia di velocità pari a 120 chilometri orari, oltre la quale non risulta più necessaria.

Modalità fango

La mofalità fango viene utilizzata per far pattinare la ruota con aderenza limitata ed equilibrare al meglio la trazione dell'intera vettura. Il suo principio di funzionamento varia a seconda del fondo sul quale si sta circolando, con la potenza che viene distribuita di competenza. La ruota in trazione riceve tutta la coppia necessaria, mentre l'altra può facilmente ritrovare il suo sistema ottimale. È possibile usufruire di questa opzione fino a un massimo di 50 chilometri orari.

Modalità neve

Proseguiamo con la modalità neve, che viene utilizzata per consentire alla vettura di trovare il giusto adattamento a qualsiasi fondo stradale. Tramite questo accorgimento tecnico, l'atteggiamento della vettura varia in base all'aderenza e ogni ruota viene equilibrata di conseguenza. L'impostazione è più leggera e progressiva rispetto ad altre, con la chance di continuare a guidare su neve e ghiaccio senza particolari patemi. Inoltre, la tecnologia non provoca alcun tipo di criticità neanche in condizioni estreme, con la prospettiva di non rischiare quasi nulla neanche in neve molto forte. Può essere attivata fino a un massimo di 80 chilometri orari.

Modalità ESP OFF

Infine, concludiamo con la modalità ESP OFF. Come si evince dalla sua denominazione, questa tecnica prevede che il conducente possa rimuovere il controllo elettronico della stabilità a seconda delle proprie preferenze. Al tempo stesso, rimuove anche il grip control al di sotto dei 50 chilometri orari. Quando la soglia viene oltrepassata, il sistema torna in funzione per dare all'automobilista tutta la sicurezza necessaria anche in condizioni più critiche.

Punti di forza e debolezza del grip control

Il grip control fornisce ai propri fruitori numerosi punti di forza da tenere in considerazione. Il gruppo PSA si è davvero impegnato al massimo per implementare questo sistema nelle migliori auto usate e nuove, con risultati che possono essere considerati soddisfacenti.

Buona parte del successo di questo dispositivo può essere attribuita proprio all'ausilio dell'elettronica, grazie alla quale è possibile percorrere in massima sicurezza anche tragitti alquanto angusti. Non serve più entrare in possesso di un fuoristrada o di un SUV per ridurre ogni rischio stradale, ma anche con una city car di piccole dimensioni tutto diventa possibile. Il sistema richiede una certa cautela e attenzione e sono numerose le modalità disponibili, tutte considerate molto efficaci.

Dall'altra parte, il corretto funzionamento del grip control non può prescindere dall'installazione di sensori alle ruote capaci di ricevere segnali in tempo reale. Ogni reazione vincolare deve essere trasmessa dal fondo alle ruote in tempo reale e le prestazioni devono essere al massimo. Ad ogni modo, si tratta di un'evoluzione del sistema ESP che aiuta anche su terreni sterrati, fangosi, innevati o ghiacciati. Il sistema scaturisce da una sperimentazione molto attenta e precisa e non presenta alcun rischio per il proprio pieno funzionamento.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure