Serve assistenza?
011 04 00 408

Quanto Costa Cambiare la Frizione?

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

Quando si possiede un veicolo è fondamentale una corretta manutenzione. Per quanta premura possiamo avere nel tentativo di preservarne lo stato di salute e allungarne il ciclo di vita, questo non è eterno. Quando si parla di motori, è nell’ordine delle cose che alcune componenti siano destinate, col tempo, ad andare incontro a un processo di usura, specialmente se facciamo un utilizzo frequente e prolungato della macchina. Questo vale, indifferentemente, anche per le auto trattate con più cura e attenzione, quindi è qualcosa da considerare quando si cerca tra le auto in offerta la propria nuova vettura.

Una delle parti più sottoposte a stress, essendo un elemento meccanico fondamentale per il funzionamento del mezzo, è la frizione. Questa componente è essenziale per mantenere una sincronia tra il movimento dell’albero motore e quello della leva del cambio e, in definitiva, per l’efficienza dell’intero veicolo.
Di seguito parleremo in modo approfondito proprio della frizione, concentrandoci sul come capire quando questa necessita di essere sostituita, e ci faremo anche un’idea di quanto può costare questa operazione.

Sommario:

Capire quando è il momento di cambiare la frizione

Iniziamo col chiederci se sia possibile definire un intervallo di tempo preciso che determini quando sia il momento di cambiare la frizione. La risposta è che non si può stabilire a priori una tempistica, poiché la durata nel tempo della frizione dipende in larga parte dallo stile di guida dell’automobilista. Una guida più nervosa e a scatti, che porta a tirare molto le marce e a un utilizzo brusco e disordinato di cambio e frizione, sicuramente contribuisce a causare un’usura più rapida di questa componente.
Per questo motivo, se la vettura viene utilizzata in modo ordinato, con uno stile di guida pacato e tranquillo, senza bruschi inserimenti di marce, la frizione può accompagnare l’auto nella quale è inserita per tutto il tempo che la guideremo. Questo chiaramente è importante da considerare nel caso si sia orientati all'acquisto di auto usate o auto km 0, ma in generale quando non si considerano tutte le auto appena immatricolate, o le vetture a noleggio lungo termine.

In ogni caso, nemmeno questa è una garanzia. In particolare, i primi segni di cedimento, o che comunque ci comunicano che qualcosa non funziona più bene come prima, possono iniziare a palesarsi dopo che la macchina, nella sua storia di vita, comincia ad accumulare una distanza percorsa consistente. Quindi, approssimativamente dai 100mila chilometri in poi bisogna prestare particolare attenzione.
Fortunatamente, la nostra auto ci fornisce dei segnali premonitori, che possiamo riscontrare, ad esempio, quando il pedale della frizione, talvolta, resiste in modo anomalo alla pressione che gli imprimiamo; quando la leva del cambio vibra significativamente; quando, cambiando la marcia, si crea uno strappo troppo evidente; oppure quando il motore sale di giri in modo ingiustificato, senza che sia stata accelerata l’andatura.

Questi sintomi indicano chiaramente che la frizione è stata sottoposta a un eccessivo stress, ed è vicina ad un punto critico, tale per cui potrebbe arrivare all’improvvisa rottura. Per evitare che un’evenienza del genere si verifichi mentre si è in marcia, nel caso si realizzasse uno degli eventi che abbiamo citato poco fa, è indispensabile recarsi immediatamente dal meccanico. Il cedimento della frizione, infatti, potrebbe essere fonte di ingenti danni e conseguenze gravi, che potrebbero compromettere la sicurezza del conducente, dei passeggeri che si trovano con lui a bordo del veicolo e degli altri utenti della strada che si incrociano durante la marcia.

La sostituzione fai da te è possibile?

Nel tentativo di risparmiare, a qualcuno potrebbe balenare l’idea di provare a sostituire la frizione usurata della propria autovettura in autonomia. Ebbene, un intervento eseguito a regola d’arte, seguendo la corretta procedura, richiede molte ore di lavoro, in quanto questo comporta l’asportazione di numerose componenti del veicolo per poter raggiungere la frizione e cambiarla. Ovviamente, una volta portato a termine questo compito, il riassemblaggio di ogni parte è ancora più complesso e richiede altrettanto tempo. Inoltre, l’intero procedimento deve esser svolto con la massima attenzione. Tutto ciò comporta diverse ore di fatica. Per questo motivo, la sostituzione di una frizione danneggiata non è un’operazione che può essere eseguita facilmente da chiunque, specialmente in assenza dell’attrezzatura professionale e delle adeguate conoscenze del caso. A meno che non si sia dei meccanici esperti, con competenze ben definite, il fai da te è assolutamente sconsigliato, ed è necessario rivolgersi ad un’officina autorizzata. Qui un addetto ai lavori saprà cambiare la parte usurata nel migliore dei modi, garantendovi un ritorno in strada in completa sicurezza e restituendo alla vostra macchina l’affidabilità su cui avete sempre contato.

Quali parti della frizione vengono sostituite?

Ora vediamo più precisamente in cosa consiste, generalmente, l’intervento del meccanico, partendo dalla composizione della frizione. Sono tre le parti fondamentali che rientrano nel kit frizione: il disco, lo spingidisco e il cuscinetto spingidisco. Normalmente l’usura colpisce più duramente il primo, ma talvolta sostituire solo questa sezione non è sufficiente a garantire una nuova vita abbastanza lunga al veicolo. Infatti, è possibile che in breve si danneggino notevolmente anche gli altri due segmenti, e nel giro di un anno sia necessario un nuovo intervento dal meccanico. Consideriamo che la spesa aggiuntiva in cui si incapperà potrebbe essere considerevole, visto che si tratta di una procedura lunga che richiede una consistente manodopera.

In più, oltre al kit frizione completo, talvolta può essere necessario cambiare anche il volano, se risulta significativamente danneggiato. In questo modo, il prezzo può arrivare a toccare i 1000 euro.

Quanto costa cambiare la frizione

Fatte queste premesse, veniamo al nodo centrale del nostro articolo e cerchiamo una risposta alla nostra domanda iniziale: quanto costa, in definitiva, sostituire una frizione irrimediabilmente usurata con una nuova?
In sé e per sé, il kit frizione fisico, completo di tutti i suoi elementi, è acquistabile ad una cifra che varia considerevolmente in base al modello della vettura, tra i 150 e i 500 euro. Ma la vera differenza la fa, come abbiamo detto, la manodopera impiegata. La sostituzione della frizione richiede tempi molto lunghi, ma anche questi cambiano in base al veicolo specifico. Ad esempio, ci sono alcune macchine che comportano dieci ore di lavoro per cambiare questa componente.

Indicativamente, è difficile che il prezzo della manodopera scenda sotto i 100 euro, anche se si tratta dei modelli dotati della meccanica più semplice possibile e che richiede meno fatica. Al contrario, nelle macchine più complesse, o il cui smontaggio comporta difficoltà aggiuntive per via di altre parti danneggiate, questa cifra può arrivare a 3 o addirittura 4 volte tanto.
Far sostituire una frizione, quindi, è un processo che può essere da moderatamente (nel migliore dei casi) a molto dispendioso, ma si tratta comunque di un intervento essenziale, che non deve assolutamente essere rimandato né eseguito personalmente. È fondamentale mettere la propria sicurezza nelle mani esperte di un meccanico, che saprà risolvere il problema in modo professionale e restituire alla vostra esperienza di guida la giusta tranquillità.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968