Lettura della patente di guida: come farla e quali sono i dettagli più importanti da considerare

La patente di guida è un documento, che attesta la facoltà di poter condurre un veicolo, secondo la categoria scelta. Negli ultimi anni è stato creato un nuovo formato (europeo): infatti, prima si presentava sotto forma cartacea (foglio rosa con 6 facciate), per poter apporre i bollini relativi al rinnovo e i tagliandi. Attualmente si ha un tesserino di piccole dimensioni, avente molteplici vantaggi.  Tra questi, c'è l'enorme praticità, poiché occupa meno spazio all'interno del portafoglio e ci saranno minime possibilità che si possa rovinare, sporcare o macchiare. La patente viene stampata con tecnologia laser, una scelta ponderata, pensata per evitare eventuali truffe o falsificazioni. Inoltre eventuali aggiornamenti, come rinnovi o cambi di residenza, sono riportati comodamente sulla nuova tessera, e dunque non si dovranno mettere più i classici bollini.

Hai appena preso o rinnovato la patente e stai cercando una vettura? Confronta le migliori offerte di auto in vendita e scegli la tua prossima auto nuova, oppure una km 0. Se hai un budget ridotto e vuoi risparmiare, puoi optare per un'auto usata oppure dare un'occhiata alle invendute.

Sommario:

Come leggere la patente di guida

La lettura della patente è un'operazione semplice, in quanto essa ha due facciate: quella anteriore e il retro. Si tratta di un documento che viene riconosciuto in tutta l'Unione Europea. In caso di controlli da parte delle forze dell'ordine deve essere leggibile. Inoltre, è importante specificare che alle informazioni sono affiancati anche dei codici numerici. Sulla parte frontale ci sono i dati di identificazione del proprietario (nome, cognome, data e luogo di nascita) e altri dettagli, come la data del rilascio e della scadenza, l'organo che ha attestato il rilascio (Questura, Motorizzazione), numero di patente, foto e firma del soggetto, e infine la categoria per la quale è valida (patente A ad esempio). Invece, sul retro del documento è trascritta una tabella, dove sono collocate le categorie di patenti esistenti (in tutto 15 totali, dalla AM alla DE). In fondo alla griglia sono riportati altre voci importanti: la data di primo rilascio della patente e quella di scadenza. Infine, sono riportati pure codici relativi a chi ha l'obbligo di portare le lenti da vista o gli occhiali durante la guida (codice 01) e quello riguardante il duplicato di patente, accompagnato al numero di quella precedente. In particolare il codice 70 indica la richiesta di conversione all'estero, il 71 invece la domanda per la copia e il 35 segnala l'esistenza di adattamenti al mezzo.
Nel precedente formato era presente anche il codice 08, che riguardava l'indirizzo di residenza del proprietario del documento. Per quanto riguarda la riproduzione, su quella nuova è trascritta la sigla MIT-UCO (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti- Ufficio Centrale Operativo), che ha la funzione di attestare che ne esiste una originale, che però è stata smarrita o rubata.

Chi rilascia la patente?

La patente di guida può essere rilasciata da diversi uffici preposti, come la Motorizzazione. Nel nuovo formato plastificato europeo è semplice capire chi ha disposto il rilascio.
Le informazioni sono contenute sia sul fronte sia sul retro della patente. Se ancora si è in possesso del precedente modello, è ancora in corso di validità, in quanto non sussiste alcuna variazione relativa all'ufficio di rilascio.
Si ha più semplicemente un cambiamento nel materiale, che è maggiormente resistente rispetto a quello precedente. Come accennato in precedenza, la plastificazione permette di scongiurare possibili contraffazioni.
Inoltre, non ci sono più rimandi al luogo di residenza del proprietario della documentazione. Dunque, per sapere da chi è stata rilasciata la patente, occorre soltanto visionare la sigla e le informazioni relative, come la data.
Secondo la norma, gli uffici preposti sono il DTT (il Dipartimento Trasporti Terrestri) e il Ministero dei Trasporti.
Sul tesserino ci sono delle sigle: nel dettaglio, si ha MCTC, insieme a quella che indica la Provincia per la competenza territoriale, e MIT-UCO, posta se avviene un rinnovamento dei dati.
Essere a conoscenza di tali dettagli può servire in vari casi, come in occasione della domanda di certificati o per la compilazione di un modulo.

Cose da sapere sulla modalità di ottenimento della patente

Se si vuole conseguire la patente, si devono seguire diversi passaggi. Il primo riguarda la burocrazia e la richiesta della patente. Occorre compilare un modello, al quale si allegano altre documentazioni, come la carta d'identità, foto nuove formato tessera, certificato anamnestico attestante che si è in buona salute o eventuali patologie (elaborato da un medico abilitato), e infine una dichiarazione su cui viene specificato il versamento di diritti e bolli.
La seconda fase invece prevede il superamento di due prove, una teorica e una pratica. Si può scegliere se prepararsi al primo esame in autonomia o frequentando delle lezioni presso un'autoscuola. Lo svolgimento di esso si tiene negli uffici della DTT o in sede della scuola guida, dove è stata presentata la richiesta iniziale. Consiste essenzialmente in un test composto da quaranta domande a risposta unica, da svolgere in 30 minuti. Nel 2022 è entrata in vigore una nuova normativa che cambia il regolamento, ossia il numero dei quesiti è di trenta e la durata della prova è di 20 minuti. Si possono sbagliare il 10 per cento delle risposte, quindi si ha la possibilità di fare un massimo di 3 errori. Inoltre, il superamento deve avvenire entro 6 mesi dalla richiesta, e in caso di bocciatura viene ripetuta un'altra volta a distanza di 1 mese.

Per quanto riguarda la prova pratica invece, la preparazione è più complessa e si accede ad essa una volta ottenuto un esito positivo a quella teorica. In seguito a quest'ultima viene rilasciato il foglio rosa, che ha la funzione di eseguire le guide su strada con un accompagnatore, che abbia un'età che non superi i 65 anni e che possieda la patente da almeno 10 anni. Sul veicolo di esercitazione si appone la lettera maiuscola P di colore nero su un foglio bianco. Le guide devono essere eseguite su una vettura di categoria corrispondente e idonea alla tipologia di patente richiesta. Per accedere all'esame si versano circa 100 euro. Infine riguardo alla sua struttura, è bene sapere che è suddivisa in varie fasi e prevede l'esecuzione di manovre e della guida su strada. Si ha il rilascio immediato della patente in caso di esito positivo, mentre se si viene respinti la prova può essere svolta una seconda volta a distanza di 1 mese dalla prima. Tuttavia, sono state introdotte nuove modifiche al Codice Stradale anche per la prova pratica: si hanno altri 3 tentativi a disposizione in caso di bocciatura dei primi due e il foglio rosa ha durata di 1 anno a fronte dello stato di emergenza legato al Corona-virus.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure