Serve assistenza?
011 04 00 408

Additivi olio motore: caratteristiche delle diverse tipologie e come utilizzarle correttamente

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

In questo articolo verrà trattato il tema dell’additivo olio motore, un liquido importantissimo per tutti i veicoli che funzionano servendosi di un motore alimentato a combustione. Ne vedremo nel dettaglio le caratteristiche distintive e le qualità che conferiscono a questa sostanza la sua funzionalità. Inoltre, illustreremo i casi in cui risulta consigliabile utilizzarlo per massimizzare l’efficienza del propulsore.Additivo olio motore: di cosa si tratta

Il primo passo per comprendere esattamente la funzione dell’additivo olio motore è darne una definizione precisa. Si tratta di un prodotto di raffinazione, esattamente come lo sono i combustibili che vengono inseriti nel serbatoio e gli oli sintetici che si introducono nel motore. Gli additivi specifici si distinguono da questi per le loro qualità e caratteristiche: possiedono, infatti, delle proprietà davvero eccezionali, in grado di aumentare considerevolmente le prestazioni dell’intera vettura, che in tal modo riuscirà a esprimere tutto il suo potenziale.

Innanzitutto, l’additivo svolge l’importante funzione di proteggere gli organi meccanici preservandoli dalla corrosione alla quale potrebbero andare incontro, e aiuta anche a prevenire il deterioramento dei materiali. Grazie a questo liquido, gli ingranaggi si consumano meno rapidamente, e anche il residuo che viene prodotto come risultato dal continuo sfregare reciproco tra i diversi elementi viene considerevolmente diminuito. In pratica, l’impiego dell’additivo olio motore non rappresenta altro che un vantaggio, del quale può beneficiare qualsiasi tipo di macchina. Il funzionamento ottimale verrà assicurato per un periodo di tempo più lungo.

Ricorda che, per evitare di doverti occupare di tutte le pratiche ed i costi di gestione dell'auto, puoi optare per la formula di noleggio a lungo termine tutto incluso.

Sommario

Additivo olio motore: le diverse tipologie

Abbiamo appena detto che l’additivo olio motore rappresenta un plus del quale ogni veicolo potrà soltanto giovare ma, al momento dell’acquisto, è bene sapersi orientare nella scelta, dal momento che in commercio sono disponibili diverse tipologie di prodotti. Di seguito verranno descritte in tutte le loro differenze e caratteristiche.

La prima categoria coincide con i pulitori motore. In realtà si tratta di articoli che vengono utilizzati in officina, ed è preferibile che rimangano relegati a questo contesto e impiegati esclusivamente da un meccanico esperto. La funzione di questi prodotti, come dice il nome stesso, è quella di pulire il motore. Allo stesso tempo, è necessario che rimangano al suo interno per un tempo abbastanza limitato poiché, agendo sugli elementi meccanici, possono depositare dei residui metallici sul fondo della coppa. Il metodo di utilizzo di questi additivi consiste semplicemente nella loro aggiunta al vecchio olio, mentre il motore è caldo. Affinché svolgano la loro azione, è necessario che venga mantenuto il regime al minimo, per un tempo di circa 10-20 minuti. Trascorsi questi, occorre sostituire l’olio.

La seconda tipologia che trattiamo è quella dei protettivi motore, appositamente realizzati per ridurre l’attrito e lo sfregamento tra le parti meccaniche. Anch’essi vengono versati direttamente nell’olio motore, e richiedono circa 20-30 minuti per divenire efficaci. In caso si decida di optare per uno di questi liquidi, occorre prestare attenzione alla scelta di quello che maggiormente si presta per rispondere alle proprie esigenze specifiche: ce ne sono alcuni, infatti, che si adattano bene all’utilizzo stradale del veicolo, mentre altri sono specifici per chi corre in pista. Occorre quindi assicurarsi di cosa si sta comprando, specialmente se si procede all’acquisto tramite un portale online.

Abbiamo poi i prodotti anticonsumo olio, sintetizzati appositamente per ammorbidire le guarnizioni di tenuta, ad esempio quelle che si trovano in corrispondenza dei manicotti. Il beneficio principale apportato da queste sostanze coincide con la riduzione delle dispersioni, che comportano a loro volta una diminuzione del consumo di olio.

Un ulteriore gruppo è rappresentato dagli innalzatori di viscosità, che agiscono tra pistoni e cilindri. All’interno dei motori più datati, infatti, si può osservare un eccessivo gioco tra queste due componenti. Questi additivi conferiscono una maggiore viscosità all’olio che, raggiungendo il grado di densità ideale, riesce a riempire gli spazi lasciati liberi in maniera esagerata dagli elementi usurati. Essi vengono così meglio lubrificati e portati a una maggiore funzionalità. In questi casi è anche possibile ricorrere a un olio di tipo minerale piuttosto che preferirne uno sintetico.

Passiamo infine a parlare degli additivi protettivi. In primo luogo, troviamo quelli dedicati alle valvole, che preservano la testata del propulsore, conferendole al tempo stesso maggiore silenziosità ed efficienza. In secondo luogo, esistono anche dei liquidi appositi per i cuscinetti della turbina, i cosiddetti protettivi turbo. Questi si rivelano particolarmente utili nei momenti critici dell’esperienza di guida, che in genere si devono alle temperature troppo fredde o troppo calde.

Quando dovrebbe essere utilizzato un additivo olio motore

Teoricamente, l’additivo olio motore dovrebbe essere inserito all’interno del propulsore ogni volta che viene cambiato il lubrificante del motore, ma alcuni automobilisti preferiscono intervenire in maniera mirata e specifica appena si presenta un problema, aggiungendo la sostanza che meglio si adatta a fronteggiare la particolare situazione che incorre. Può capitare, infatti, di osservare dei sintomi che inequivocabilmente si rendono testimoni della presenza di un malfunzionamento a carico di una componente del motore. A ciascuna condizione corrisponde un prodotto che è preferibile agli altri per risolvere la difficoltà.

Ad esempio, se ci si trova di fronte a un consumo eccessivo dell’olio motore, l’ideale sarebbe ricorrere a un additivo del gruppo anticonsumo. Sappiamo che questa evenienza può derivare da numerose cause, quindi, naturalmente, la prima cosa che è necessario fare è far controllare la vettura da un meccanico per assicurarsi che non si tratti di un danno grave e che non siano richiesti degli interventi di riparazione importanti. Una volta certificato che non si tratti di nulla di serio, è possibile che la scelta di ricorrere a un additivo anticonsumo rappresenti una buona soluzione, e contribuisca alla risoluzione del problema. Ovviamente bisogna prestare attenzione a non farne un uso sproporzionato. Se si osserva una fuoriuscita copiosa di fumo dallo scarico, è bene tenere presente che questo potrebbe essere il segno inequivocabile che il motore deve essere riparato, e questa coincide con l’unica strada percorribile, mentre la continua insistenza nell’aggiunta di additivo potrebbe soltanto mascherare la presenza di un danno degno di nota.

Degno di nota è anche un motore particolarmente rumoroso. Ciò indica che i vari elementi sono sottoposti a troppo attrito, e quindi il liquido lubrificante non svolge più un’azione abbastanza efficiente. In tale frangente, è consigliabile l’utilizzo di un additivo di tipo protettivo del motore, che rappresenterebbe un valido aiuto. Inoltre, è necessario provvedere a cambiare l’olio presente all’interno del propulsore, specialmente si si possiede un’auto piuttosto vecchia: con ogni probabilità le componenti hanno un gioco eccessivo, e occorre prendersene cura provvedendo a immettere un olio nuovo, al quale aggiungere un additivo di buona qualità.

Infine, non dimentichiamo che arricchire l’olio motore con un additivo rappresenta un valido aiuto per mantenere in buone condizioni di pulizia l’intero circuito, soprattutto nei punti più critici e in corrispondenza dei passaggi più stretti. Questa affermazione è valida particolarmente per alcuni tipi di moto utilizzate per discipline come il cross o l’enduro, provviste di un propulsore a un solo cilindro, così come pochi modelli di auto sportive. Tali veicoli non sono forniti della coppa dell’olio e il loro circuito di lubrificazione funziona a ciclo continuo. Per via di questa conformazione, l’additivo si rivela particolarmente prezioso per praticare una pulizia approfondita e migliorare in modo significativo le performance.

In conclusione

In base a quanto detto finora, gli additivi olio motore, a differenza di quelli che vengono aggiunti al carburante, non hanno la funzione di migliorare le prestazioni, ma rispondono a esigenze specifiche dettate dalla necessità di prendersi cura del proprio veicolo, e per tale motivo vanno scelti ponderando con cura i diversi prodotti disponibili. Di conseguenza, se non ci si intende particolarmente di meccanica, è preferibile rivolgersi a qualcuno di esperto, che possa indirizzare sulla strada dell’acquisto del liquido migliore in base alle proprie necessità.

Ovviamente, occorre porre una precisazione: l’aggiunta di un additivo non costituisce di per sé la soluzione a tutti i problemi, e anzi non deve fungere da maschera dietro la quale nascondere la presenza di malfunzionamenti che indicano un possibile danno. È quindi importante provvedere ad accertarsi di essere in presenza di un motore sano e perfettamente funzionante, e di ricorrere agli additivi unicamente allo scopo di preservarne l’integrità delle componenti e la perfetta efficienza. Queste sostanze, invece, possono essere di notevole aiuto nel caso si sia in possesso di una macchina datata. In questi casi, gli additivi possono determinare un significativo incremento delle prestazioni che potrebbero raggiungere livelli paragonabli a quelle delle auto in vendita.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968