Serve assistenza?
02 55 55 5

Imposta di bollo sul libretto postale 2020: come non pagare

13 feb 2020 | 4 min di lettura | Pubblicato da Eleonora D.

conti news come non oagare l imposta di bollo sul libretto postale 2019

L’imposta di bollo rientra fra i costi applicati ai conti correnti, ai conti deposito e ai libretti di risparmio. Talvolta le banche prendono in carico la relativa spesa e sollevano il cliente dall’onere del pagamento: vale lo stesso per Poste Italiane? Ecco come non pagare l’imposta di bollo 2020 sul libretto postale. Canoni, spese di tenuta e gestione rapporto: quante voci di costo pesano annualmente su conti e libretti di risparmio?

Conti Correnti: trova il più vantaggioso
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Tante indubbiamente, e a quelle già citate si aggiunge spesso l’imposta di bollo.L’imposta di bollo su conti e libretti è una tassa introdotta dal Decreto Salva Italia e dovuta per le giacenze superiori a 5.000 euro depositate su rapporti bancari e postali, considerati i saldi complessivi dei rapporti intestati alla stessa persona presso il medesimo istituto.

La stessa ammonta a 34,20 euro per le persone fisiche e a 100 euro per le persone giuridiche (società; enti; associazioni etc etc…). Per le persone giuridiche il prelievo dell’imposta avviene ogni 12 mesi; per le persone fisiche ogni trimestre (8,55 euro fino a concorrenza di 34,20 euro) ed è effettuato in automatico da Poste Italiane, che registra la relativa operazione sul libretto intestato al cliente. Diverse banche prendono in carico il pagamento dell’imposta di bollo sui conti correnti e sui conti deposito e sollevano il cliente dall’onere di pagamento. Quanto ai libretti postali invece, il pagamento della tassa pare sempre e comunque dovuto. Vediamo ora nel dettaglio quando viene applicato il bollo, chi lo paga e in quali casi è possibile non pagarlo.

Quando si paga l'imposta di bollo

Nei riguardi delle persone giuridiche l’imposta sui libretti postali viene applicata a prescindere dal saldo, quindi, anche se il medesimo non supera le 5.000 euro. Per le persone fisiche invece, vale la regola del pagamento dell’imposta entro il saldo di 5.000 euro. Bisogna ricordare però come ciò non valga qualora il cliente risulti titolare di più libretti postali il cui importo supera complessivamente 5.000 euro. Ad esempio, se si ha un libretto la cui giacenza ammonta a 3.000 euro e un secondo libretto la cui giacenza ammonta ad ulteriori 3.000 euro, allora l’imposta è dovuta.

Come non pagare l'imposta di bollo

L’unico modo per non pagare l’imposta di bollo sul libretto postale è far scendere la giacenza al di sotto di 5.000, oppure, dato che fra i presupposti di applicazione del bollo vi è l’intestazione dei libretti alla stessa persona, intestare il proprio libretto a qualcun altro, magari al consorte o ad un altro membro della propria famiglia. L'espediente rimane comunque spesso di difficile attuazione per due motivi:

  • qualunque risparmiatore medio ha spesso una giacenze superiore al limite dei 5.000€
  • il calcolo della giacenza media viene effettuato ogni 90 giorni (da qui i pagamenti trimestrali di 8,55 euro)

Domanque Frequenti sull'imposta di bollo postale

Quali sono le caratteristiche dell'imposta di bollo sui libretti postali?

L'imposta di bollo si applica sulla giacenza media, calcolata come media dei saldi giornalieri del periodo in cui il libretto postale risulta in essere. Ciò significa che l'imposta si applica al 31 dicembre, oppure, in caso di estinzione anticipata, al momento di chiusura del rapporto (l'imposta sarà pertanto rapportata al numeri di giorni in cui il libretto risultava in essere). L'imposta viene applicata su tutti i libretti con lo stesso intestatario e qualora la giacenza media sia superiore a 5.000€

Se l'estinzione del libretto postale avviene in corso d'anno, devo pagare l'intera imposta di bollo?

No, in caso di estinzione anticipata, l'eventuale imposta sarà applicata alla data di cessazione dello stato e in misura proporzionale rispetto al periodo rendicontato

Se ho più libretti, ma soltanto in uno supero la giacenza media di 5.000€ devo pagare l'imposta su tutti?

No, se i libretti sono intestati a persone diverse. Qualora tutti i libretti siano intestati alla stessa persona, l'imposta di bollo si calcola in maniera cumulativa, pertanto, se la giacenza supera il limite consentito, l'imposta di bollo verrà applicata con riferimento a ciascun libretto

L'imposta di bollo si applica anche ai libretti dedicati ai minori di età?

Il libretto postale dedicati ai minori è soggetto a imposta annuale di 34,20€ e non è dovuto il pagamento di alcun importo in caso di giacenza media annua inferiore ai 5.000€

Migliori Conti Correnti del mese

Costo annuo
Gratuito
i primi 30 giorni, poi da 7€ al mese
Banca:
Tot.
Prodotto:
Conto Aziendale
Carta di credito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
i primi 30 giorni, poi da 7€ al mese
Costo annuo
Gratuito
Banca:
Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia
Prodotto:
Conto Online Crédit Agricole
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Banca:
BBVA
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Gratuito
per sempre
Costo annuo
Zero spese
Banca:
UniCredit
Prodotto:
Conto My Genius Green
Carta di debito
Internet banking
Costo annuo
Zero spese
Costo annuo
Gratuito
12 mesi, se apri il conto entro il 28/12/2023. Fino ai 30 anni di età il canone è Zero.
Banca:
Fineco
Prodotto:
Conto Corrente
Carta di debito
Internet banking
Trading
Costo annuo
Gratuito
12 mesi, se apri il conto entro il 28/12/2023. Fino ai 30 anni di età il canone è Zero.

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Ultime notizie Conti

pubblicato il 19 febbraio 2024
Conti deposito oltre il 4% a metà febbraio 2024

Conti deposito oltre il 4% a metà febbraio 2024

Vuoi guadagnare da subito con un conto deposito? Facile.it offre un confronto veloce tra conti deposito online e ti aiuta a trovare le offerte più remunerative! Ecco come trovare il miglior conto deposito a febbraio 2024.
pubblicato il 15 febbraio 2024
Donazioni ai figli: ecco come non violare i limiti nei versamenti in contanti

Donazioni ai figli: ecco come non violare i limiti nei versamenti in contanti

Introdotto un nuovo limite per l'uso dei contanti nei versamenti: occorre avere la possibilità di giustificare quelli dai 5.000 euro in su. È valido anche per le donazioni ai figli.
pubblicato il 6 febbraio 2024
I 3 migliori conti deposito vincolati di febbraio 2024

I 3 migliori conti deposito vincolati di febbraio 2024

Hai dei risparmi da parte? Mettili in un conto deposito e cresceranno nel tempo, consentendoti di guadagnare di più. Cosa aspetti? Facile.it confronta per te i migliori conti deposito e ti assiste nella scelta del più vantaggioso.
pubblicato il 5 febbraio 2024
Conti bancari: da 7 anni il loro costo aumenta, ma non per quelli online

Conti bancari: da 7 anni il loro costo aumenta, ma non per quelli online

Nel corso del 2022 le spese medie sostenute da un italiano per gestire un conto corrente "tradizionale" sono aumentate di 9,3 euro rispetto al 2021, passando da 94,7 euro l’anno a 104. I conti che funzionano solo online costano un terzo: in media 33,7 euro.

Guide ai conti

pubblicato il 22 maggio 2023
Come fare soldi: metodi per guadagnare denaro extra dai tuoi risparmi

Come fare soldi: metodi per guadagnare denaro extra dai tuoi risparmi

Come guadagnare più denaro? Come risparmiare più soldi? Alzi la mano chi, almeno una volta, non si è posto questa domanda. Ecco nove metodi extra per guadagnare e risparmiare.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

L'ISEE è un calcolo importante da fare per accedere a determinate agevolazioni statali. Per farlo, è possibile recarsi ad un CAF dove gratuitamente si occuperanno di prepararlo.
pubblicato il 13 settembre 2021
Differenze tra reddito e ISEE

Differenze tra reddito e ISEE

Qual è la differenza tra ISEE e la Dichiarazione dei Redditi? Per accedere a bonus e agevolazioni fiscali di ogni tipo, si tratta di informazioni fondamentali.
pubblicato il 11 aprile 2018
Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Non è raro che i coniugi scelgano di cointestare il proprio conto corrente. Ma cosa succede al conto corrente cointestato nella separazione e come deve essere diviso il denaro in esso depositato? Ecco una guida per scoprire tutto quello che c'è da sapere sul conto corrente cointestato.
pubblicato il 25 marzo 2021
Salvadanaio online: cos'è

Salvadanaio online: cos'è

Il salvadanaio online è un modo per accantonare piccole somme di denaro in vista di una spesa futura o di un obiettivo da raggiungere. Ecco dunque cos’è e come funziona il salvadanaio digitale.
pubblicato il 3 gennaio 2019
Chiudere il conto corrente: come fare

Chiudere il conto corrente: come fare

Chiudere il conto corrente è semplice, basta sapere come muoversi. In questa guida puoi trovare le procedure da seguire, le spese eventuali da sostenere e le tempistiche solitamente previste.
pubblicato il 4 luglio 2018
Conto corrente e conto deposito a confronto

Conto corrente e conto deposito a confronto

Spesso si rischia di fare confusione tra conto corrente e conto deposito, ma è bene ricordare che si tratta di due prodotti diversi. Consulta la guida per scoprire caratteristiche e differenze.
pubblicato il 17 agosto 2019
Inbank: come gestire conto e carte online

Inbank: come gestire conto e carte online

Inbank è un servizio via web che ti offre la possibilità di gestire i vari conti e servizi bancari autonomamente. Leggi subito la guida su Facile.it per trovare tutte le informazioni utili e per capire se la tua Banca ha aderito all'inziativa.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968