02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Come calcolare gli interessi attivi alla chiusura del conto corrente

pubblicato da il 11 gennaio 2019
Come calcolare gli interessi attivi alla chiusura del conto corrente

La Corte di Cassazione ha emesso una sentenza in tema di riconoscimento di interessi attivi da parte della banca ai correntisti alla chiusura del conto corrente.

Ecco cosa sono gli interessi attivi, come calcolarli e cosa ha stabilito la Cassazione con la pronuncia dello scorso 3 dicembre 2018. Ma che cosa sono gli interessi attivi sul conto corrente?

Gli interessi bancari attivi rappresentano quei rendimenti che le banche corrispondono ai correntisti in quanto maturati dalle somme depositate sul conto corrente o sul conto deposito. Il denaro depositato in conto viene infatti utilizzato dall’istituto di credito per lo svolgimento di attività finanziarie estranee al cliente, il quale ultimo ottiene a titolo di compenso una remunerazione sotto forma di interessi bancari.

La percentuale di interessi attivi riconosciuti al cliente e le modalità di accredito sono stabilite nel contratto di conto corrente o di conto deposito e riportate nel foglio informativo. È a tali documenti che occorre quindi fare riferimento per conoscere tutti gli aspetti relativi agli interessi remunerativi. Per calcolare l’ammontare degli interessi spettanti al cliente, cioè l’ammontare netto, basta scorporare dal totale le tasse e le imposte, qualora dovute.

Lo scorso 3 dicembre la Corte di Cassazione ha emesso una sentenza molto importante sul tema. Nel dettaglio, la Corte ha respinto il ricorso di Intesa Sanpaolo contro un cliente che richiedeva il riconoscimento degli interessi attivi alla chiusura del conto.

Con la sentenza n°31187/2018 la Cassazione ha stabilito che al momento della chiusura di un conto corrente è sempre obbligatorio riconoscere al cliente gli interessi maturati. Quando il correntista avvia la pratica di chiusura conto, in buona sostanza, il riconoscimento degli interessi attivi è compreso anche in assenza di esplicita richiesta. La Corte ha aggiunto che l’estratto finale non ha il solo scopo di esprimere lo stato del rapporto al momento dello chiusura, ma anche quello di rappresentare il risultato di tutte le operazioni e la contabilizzazione delle stesse, con indicazione del saldo attivo e passivo.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Carta di credito
Costo annuo Zero spese
Banca:Webank
Prodotto:Conto Webank
  • Internet banking
  • Richiesta fido
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Carta Prepagata
  • Carta di credito
Costo annuo Zero spese
Banca:N26
Prodotto:Conto Corrente N26
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Internet banking
  • Bancomat
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti