02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Che cosa succede in caso di conto corrente senza soldi

pubblicato da il 28 febbraio 2019
Che cosa succede in caso di conto corrente senza soldi

Il peggior incubo dei correntisti e dei titolari di una carta di credito è rimanere senza soldi o andare in rosso. Ecco come comportarsi quando il denaro sul conto corrente scende al di sotto del saldo disponibile. Conto corrente o carta di credito in rosso: cosa c’è di peggio? L’incubo dei correntisti è sempre in agguato dietro l’ultima spesa, ma evitarlo è possibile e come fare è spiegato qui di seguito.

È più probabile innanzitutto che ad andare in rosso sia un conto corrente con fido piuttosto che un conto corrente tradizionale. Quando le risorse sui conti tradizionali si esauriscono infatti, la banca impedisce prontamente il compimento di operazioni anche banali come le ricariche telefoniche, cosicché prelevare o pagare con la carta collegata al conto o via Internet Banking risulta impossibile. Lo stesso avviene per gli addebiti automatici relativi alle utenze domestiche o canoni di altro tipo. Al momento dell’addebito diretto, la banca blocca la possibilità di prelevare denaro dal conto se sullo stesso non sono presenti le somme necessarie.

Diverso è il caso in cui sul conto corrente arrivi l’addebito della carta di credito, ipotesi in cui è possibile visualizzare nella lista movimenti il relativo importo in rosso contraddistinto dal segno -. Ciò avviene quando la carta di credito è stata emessa dallo stesso istituto di credito presso il quale si è aperto il conto corrente, perché non avrebbe senso per la banca respingere un credito proprio.

Il caso più frequente di conto in rosso, comunque, è quello del conto corrente con fido. Quando si ottiene un fido dalla banca, generalmente quest’ultimo ha un importo massimo limite, superato il quale il saldo del conto corrente risulterà negativo.

Veniamo ora alle conseguenze di un conto corrente andato in rosso. Se l’importo addebitato è modesto, restituendolo immediatamente non si avranno problemi di sorta: si potrà estinguere il debito versando la cifra corrispondente sul conto. Ripristinato il saldo è probabile che la banca non si preoccupi nemmeno di contattare il cliente per discutere dell’accaduto. Se il conto va spesso in rosso però, un funzionario della banca contatterà il cliente per risolvere la situazione.

Se il conto è in rosso da molto tempo invece, la banca procede inizialmente con diffide formali e successivamente revocando tutti gli altri strumenti di pagamento concessi al cliente, carte comprese. La conseguenza più grave del conto in rosso è l’esecuzione forzata mobiliare o immobiliare, momento in cui la banca adisce le vie legali per recuperare il credito, gli interessi di mora maturati più ulteriori spese legate alla procedura.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:Webank
Prodotto:Conto Webank
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Richiesta fido
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Carta Prepagata
Costo annuo Zero spese
Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
Costo annuo Zero spese
Banca:HYPE
Prodotto:Hype Start
  • Apertura on line
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Bancomat
  • Carta Prepagata
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti