02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

5 regole per scegliere il conto corrente migliore

5 regole per scegliere il conto corrente migliore
Le 3 cose da sapere:
  • Conto corrente: permette di depositare in banca il denaro e di usufruire di servizi
  • A zero spese: non ha spese fisse e di canone e le opzioni tradizionali sono gratuite
  • Confronta le offerte delle varie banche e scegli il conto più adatto

Il conto corrente bancario permette di depositare in banca il denaro e di usufruire di una serie di servizi. Ad esempio farsi accreditare lo stipendio o la pensione, effettuare dei pagamenti, incassare, effettuare e ricevere bonifici, domiciliare le bollette, richiedere una carta di debito (Bancomat) o una carta di credito, utilizzare assegni. Il conto corrente e i relativi servizi offerti ai titolari hanno però dei costi, alcuni dei quali fissi, e perciò, prima di aprire un conto, è bene informarsi e confrontare le proposte di più banche per scegliere la più conveniente.

1Cerca i conti correnti a zero spese

Un conto corrente a zero spese non ha spese fisse e di canone e anche le operazioni tradizionali (come ad esempio prelievi, bonifici, canoni per carta di debito o di credito, etc.) sono gratuite. Il conto corrente a zero spese è stato introdotto dalle banche online ma oggi è proposto anche dalle banche tradizionali che operano via web.

Le proposte delle varie banche possono tuttavia differire tra loro in termini di condizioni e servizi offerti (ad esempio, alcune banche limitano il numero di operazioni effettuabili a titolo gratuito mensilmente o annualmente). Per cercare le soluzioni più vantaggiose si può utilizzare un qualsiasi motore di ricerca internet e valutare sia le proposte elencate dai siti di comparazione sia quelle offerte direttamente dalle banche.

Non tutte le banche offrono gli stessi servizi con un conto corrente a zero spese: ricorda di controllare quali operazioni sono incluse.

2Trova i conti correnti con servizi gratis

I conti corrente non sono tutti uguali. A seconda della tipologia di conto e dall'istituto di credito di riferimento, possono prevedere servizi a pagamento o meno. Alcuni conti, ad esempio i conti correnti online, prevedono servizi gratis con relative spese a carico della banca anziché all'intestatario del conto. Tra questi troviamo ad esempio il canone della carta di credito azzerato, prelievo gratuito presso tutti gli ATM, invio delle comunicazioni gratuito così come l'imposta di bollo sul conto a carico della banca.

Per risparmiare e scegliere il miglior conto corrente è quindi consigliabile confrontare le schede informative dei diversi prodotti e individuare quali conti correnti prevedono i servizi sopra citati gratuitamente.

3Conto corrente online o tradizionale

Meglio un conto corrente online o tradizionale? Partiamo dalla prima tipologia. Il conto online dal punto di vista funzionale è uguale in tutto e per tutto a un conto corrente tradizionale. La differenza consiste nel fatto di poter essere attivato esclusivamente via web. In alcuni casi non sono previste sedi fisiche dell'istituto di credito e per ricevere assistenza dalla banca è necessario affidarsi al Servizio Clienti online. Diversi istituti di credito che operano via web prevedono comunque un numero di filiali fisiche dislocate sul territorio.

I conti correnti tradizionali, attivabili in filiale, permettono invece di ricevere assistenza in fase di attivazione e gestione del conto direttamente in banca. In generale, un conto corrente online è consigliabile ha chi ha buona dimestichezza con i servizi di internet banking mentre un conto corrente tradizionale è consigliabile a chi preferisce un rapporto più diretto di assitenza.

4Valuta i rendimenti del conto corrente

Poiché il conto corrente è un mezzo pensato per gestire il denaro e non uno strumento per aumentarne il valore, i rendimenti sono generalmente davvero bassi. Il rendimento si calcola sulla base degli interessi pagati dalla banca per il ‘prestito’ ottenuto quando si deposita liquidità sul conto corrente. Per valutare il rendimento è necessario conoscere il valore dell’interesse netto pagato dalla banca, che si ottiene decurtando le tasse e le spese dall’interesse lordo. A questo punto è possibile calcolare il rendimento annuo. E’ possibile ottenere rendimenti più alti affidandosi alle banche che operano online e che solitamente offrono interessi più alti.

5Confronto conti correnti online

Prima di aprire un conto corrente è oggi possibile valutarne i costi attraverso i siti internet che offrono il servizio di comparazione tra le proposte delle diverse banche. Per ottenere tali informazioni, basta inserire nell’apposito form alcuni dati come, ad esempio, l’ipotetico saldo medio del conto corrente, una stima delle operazioni annue da effettuare, il canale che si vuole utilizzare (filiale, conto online, entrambi i canali), il possibile accredito dello stipendio, e scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i migliori conti online, i conti correnti e deposito delle banche operanti sul territorio italiano.

Guide ai conti

Guide Conti