02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Interessi convenzionali

Come già accennato in precedenza, gli interessi convenzionali rappresentano un fattore che viene fissato durante l'atto della stipula del contratto di finanziamento. Ovviamente, come anche gli altri dettagli inclusi nello stesso contratto, il valore di questi interessi dev'essere chiarito.

Insomma, non è possibile semplicemente prendere in riferimento di base un numero a caso senza che una delle due parti capisca di cosa si tratta e perché è così importante. Anche se la legge non lo specifica, è comunque chiaro che prima di fissare questo numero occorre spiegare il suo valore alla parte che non lo conosce. La stessa parte è quasi sempre rappresentata dalla persona che stipula un contratto di finanziamento con la banca.

A questo si aggiunge anche un altro obbligo: la determinazione degli interessi convenzionali dev'essere condivisa da entrambe le parti. Detta così sembra quasi banale; in realtà non lo è se si pensa che spesso questi interessi vengono inseriti nel contratto senza svolgere una discussione circa la loro entità con la controparte. Il cliente e l'ente erogatore del finanziamento sono entrambe delle parti che devono essere determinati nel voler includere nel contratto proprio quegli interessi convenzionali che sono stati proposti. Il valore degli interessi convenzionali viene stabilito durante la fase di discussione del contratto.

Quale legge stabilisce la misura di questi interessi? Si tratta dell'articolo numero 1284 del Codice Civile, comma numero 3. Gli interessi convenzionali superiori a quelli legali obbligano entrambe le parti a scriverne la determinazione sul contratto dopo averla chiarita.

Inutile negare che questo non avviene sempre, in quanto molti contratti hanno una forma e un testo che di base sono prestabiliti. Difficile, quindi, per una persona inesperta nel settore dei finanziamenti accorgersi di questa determinazione inclusa nel contratto. Per evitare di cadere nella trappola degli interessi convenzionali, si consiglia sempre di sottoporre il contratto a un professionista del settore che possa spiegare a una persona non ben preparata quali sono le caratteristiche e i rischi inclusi nel contratto. In questo modo si possono evitare molti problemi.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:HYPE
Prodotto:Next
  • Carta di debito
  • Internet banking
Costo annuo 34,8€
Banca:ING
Prodotto:Conto Corrente Arancio con Modulo Zero Vincoli
  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Carta prepagata
  • Internet banking
Costo annuo Gratuito con accredito dello stipendio/pensione o entrate di almeno 1.000 euro al mese
Banca:buddybank, powered by UniCredit
Prodotto:Conto corrente buddybank
  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Mobile banking
Costo annuo Gratuito
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il migliore per te Confronto CONTI

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i migliori conti online, i conti correnti e deposito delle banche operanti sul territorio italiano.

Guide ai conti

  • Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

    Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

    Non è raro che i coniugi scelgano di...

  • Conto corrente: che cos’è e come funziona

    Conto corrente: che cos’è e come funziona

    Il conto corrente è uno strumento...

  • Le spese del conto corrente: tutti i costi

    Le spese del conto corrente: tutti i costi

    La scelta del proprio conto corrente, lo...

  • Conto Deposito: i vantaggi

    Conto Deposito: i vantaggi

    Il conto deposito è un conto ideale...

Guide Conti

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie