Serve assistenza?
02 55 55 5

Gli effetti degli aumenti dei tassi di interesse per le carte di credito

3 ott 2022 | 4 min di lettura | Pubblicato da Salvatore B.

carta_di_credito_expert_speaks_effetti_aumenti_tassi_d_interesse_carte_di_credito

Gli interessi ufficiali sono in aumento, ciò significa che le carte di credito, specialmente quelle revolving diventeranno probabilmente più costose a causa dell’incremento del tasso annuale effettivo globale (TAEG). Le principali banche centrali hanno anche comunicato che, se l'inflazione rimane elevata, potrebbero essere previsti aumenti dei tassi più consistenti e più frequenti.

Carte e bancomat: trova la migliore

Come funzionano gli interessi delle carte di credito

Gli interessi della carta di credito sono il costo del denaro che impone un prestatore o creditore. Quando non si paga il saldo per intero, l'importo non corrisposto viene riportato al ciclo di fatturazione successivo. Questo residuo è il saldo revolving e matura interessi.

Le società emittenti di carte di credito indicano gli interessi sotto forma di TAEG e ne calcolano l'ammontare da pagare in base al saldo medio giornaliero durante il ciclo di fatturazione. Per ottenere saldo medio, l'emittente della carta aggiunge gli interessi ogni giorno e sottrae i pagamenti effettuati. Alla fine del ciclo di fatturazione, i saldi giornalieri vengono sommati e divisi per il numero di giorni del ciclo per determinare il saldo medio giornaliero.

Si può quindi evitare di pagare gli interessi pagando l'intero saldo dell'estratto conto entro la data di scadenza. Mantenere bassi i saldi e ridurre il debito sarà quindi fondamentale per limitare il peso dell'aumento dei tassi di interesse.

In che modo gli aumenti dei tassi ufficiali influiscono sul TAEG della carta di credito?

Quando la Banca Centrale aumenta i tassi di interesse, aumenta il costo al quale le banche si prestano reciprocamente denaro. La banca centrale alza o abbassa questo costo in base alle condizioni economiche contingenti. Le banche e le altre istituzioni finanziarie utilizzano il tasso ufficiale come riferimento da mettere a disposizione dei mutuatari più qualificati di prestiti e carte di credito. In genere, quando il tasso ufficiale aumenta o diminuisce, il tasso prime lo segue. La fluttuazione dei tassi non dovrebbe influire sui prestiti rateali a tasso fisso, perché il tasso è bloccato al momento della sottoscrizione del prestito. Tuttavia, molti prodotti di credito revolving, tra cui quasi tutte le carte di credito, hanno un tasso variabile ben superiore al prime rate. In genere le società di carte di credito aggiungono al tasso della banca centrale un ulteriore interesse che varia in base alla solidità del debitore. Il recente aumento dei principali tassi ufficiali di interesse comporterà che gli emittenti di carte di credito di trasferiranno questo incremento ai loro clienti entro uno o due cicli di fatturazione.

Le misure da adottare in caso di aumento del tasso di interesse

I detentori di carte di credito, per tutelarsi dall'aumento dei tassi di interesse in corso, potrebbero utilizzare alcune strategie. Il passo più importante da fare è ridurre il debito della carta di credito o estinguerlo del tutto. Ridurre il debito revolving può aiutare a limitare l'esposizione ad ulteriori aumenti futuri dei tassi. Strategia della valanga di debiti che consente di risparmiare denaro concentrandosi sul pagamento dei debiti più costosi. Effettuare ogni mese i pagamenti minimi su tutte le carte di credito ed applicare versamenti extra alla carta con il TAEG più alto. Una volta eliminato il debito più caro, ripetere la strategia per il tasso di interesse successivo più alto. Strategia della palla di neve del debito che si concentra sull'ottenimento di guadagni rapidi, eliminando per prima la carta di credito con il saldo più basso. Una volta saldato il saldo più basso, il denaro utilizzato per il pagamento di quella carta viene applicato alla carta con il saldo successivo più basso.

Carta di credito con trasferimento del saldo

In presenza di molti debiti, una protezione dagli aumenti dei tassi per un periodo di tempo limitato dagli aumenti dei tassi potrebbe consistere nel sottoscrivere una carta di credito per il trasferimento del saldo con un TAEG introduttivo dello 0%. Alcuni tassi introduttivi delle carte di credito durano fino a 21 mesi. Durante questo periodo promozionale è possibile accelerare gli sforzi di riduzione del debito senza che gli interessi accumulino. Alcuni emittenti di carte di credito potrebbero però richiedere di pagare una commissione per il trasferimento del saldo, che in genere è pari ad una percentuale dell'importo trasferito.

Ottenere un prestito per il consolidamento del debito

In presenza di un buon merito di credito, si può prendere in considerazione la possibilità di ottenere un prestito personale per consolidare il debito della carta di credito. Un prestito di consolidamento del debito è un prestito rateale, di solito con tassi di interesse fissi e un importo di pagamento mensile che non cambia per tutta la durata del rimborso. Trasferendo i debiti della carta di credito in un unico prestito di consolidamento del debito con tassi fissi e un unico pagamento mensile, si semplifica il processo di rimborso e si protegge il debito da tassi di interesse potenzialmente in aumento.

Autore
salvatore-bruno

Giornalista finanziario che ha lavorato a Londra, Parigi e Milano presso il Gruppo Financial Times, Acuris (in precedenza Mergermarket), Euromoney ed altre testate specialistiche.

Ultime notizie Carte

pubblicato il 14 giugno 2024
Confronto tra carte di credito senza costi a giugno 2024

Confronto tra carte di credito senza costi a giugno 2024

Cerchi carte di credito gratuite e vantaggiose? Non serve andare lontano: su Facile.it, leader nel confronto di carte di credito e ricaricabili, trovi la migliore carta di credito gratuita in un clic! In questo articolo ti presentiamo le 5 migliori carte di credito gratuite di giugno 2024.
pubblicato il 13 giugno 2024
Anonimometro: il nuovo strumento del Fisco per combattere l'evasione

Anonimometro: il nuovo strumento del Fisco per combattere l'evasione

Dopo le polemiche suscitate dal redditometro, l'Agenzia delle Entrate ha messo in campo un nuovo strumento per contrastare l'evasione fiscale: l'anonimometro. È basato su algoritmi che analizzano i dati finanziari dei contribuenti per individuare casi di irregolarità. È già stato usato nel 2023.
pubblicato il 4 giugno 2024
Banconote false: come riconoscerle e cosa fare se scopriamo di averne una

Banconote false: come riconoscerle e cosa fare se scopriamo di averne una

Lo scorso anno, nel 2023, ne sono state individuate circa 467.000 (il 97,2% nell’Eurozona, le altre fuori); di cui oltre 104.000 in giro per l'Italia, con un valore di circa 4 milioni di euro Come fare per tutelarsi? Cosa fare se scopriamo di averne una nel portafogli?

Guide alle carte

pubblicato il 15 giugno 2024
Carta di credito: come funziona e quanto costa

Carta di credito: come funziona e quanto costa

La carta di credito è sempre più diffusa, anche in Italia. Si tratta, infatti, di uno strumento di pagamento comodo e versatile. Vediamo quindi di che si tratta quando si parla di carte di credito.
pubblicato il 17 maggio 2024
Come fare una carta prepagata: la guida completa

Come fare una carta prepagata: la guida completa

Le carte prepagate sono diventate sempre più popolari come opzione di pagamento flessibile e sicura. Non solo consentono di tenere sotto controllo le spese, ma sono anche un'alternativa praticabile per coloro che non vogliono o non possono aprire un conto corrente bancario.
pubblicato il 24 marzo 2021
Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Pagare in contactless con la propria carta, permette di effettuare una transazione sicura, comoda e molto veloce. Scopriamo le principali caratteristiche e soprattutto quale sia il funzionamento che lo consente.
pubblicato il 14 ottobre 2020
Apple Pay: come funziona e come attivarlo senza alcun problema

Apple Pay: come funziona e come attivarlo senza alcun problema

Apple Pay è un sistema di pagamento utile, che nell’ultimo periodo si sta sviluppando sempre di più. Sempre più persone lo utilizzano con frequenza per effettuare i propri acquisti in modo semplice e veloce. Ecco tutte le informazioni necessarie su Apple Pay.
pubblicato il 3 giugno 2020
5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

La carta di credito è uno strumento sempre più utilizzato anche per effettuare i pagamenti online, esponendo i dati sensibili a possibili minacce se non vengono applicate le giuste misure di sicurezza. Ecco le regole da seguire per acquistare senza pericolo.

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968