02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Covid 19 e carte di credito: impennata dei pagamenti online durante il lockdown

Quello che è accaduto nella prima parte del 2020 resterà nella storia per quanto riguarda diverse prospettive e materie di studio. Sicuramente, in materia di finanza ed economia la situazione si presenta in maniera molto complessa, a tratti beffarda, in quanto si sono manifestati risvolti macabri della pandemia di Covid 19. Durante il lockdown si sono verificate situazioni paradossali, da un lato i negozi fisici chiudevano le saracinesche e molti negozianti andavano verso il baratro della perdita economica e del collasso totale; dall'altro lato, il mercato digitale dell'eCommerce già a fine febbraio segnava forti aumenti di vendite, tendenza che è progredita a dismisura nei mesi di marzo e aprile e ha decretato una nuova protagonista assoluta dei pagamenti e degli acquisti, la carta di credito.

L'aumento degli acquisti con carte di credito

I dati parlavano chiaro già all'inizio del lockdown, nei primi giorni di marzo l'aumento degli acquisti online con carte di credito era dell'80%, il sito Forbes rivelava nei primi giorni di aprile un incremento del 75% degli utenti che avevano acquistato online per la prima volta. Una vera e propria rivoluzione è avvenuta durante il Covid 19, i pagamenti con carte di credito hanno subito un fortissimo aumento sia per le voci che affermavano che il virus si trasmetteva anche attraverso il denaro contante, sia per l'impossibilità pratica delle persone di fare acquisti in un negozio fisico durante il periodo della quarantena.

Il quotidiano La Stampa presentava un'analisi di Nielsen che già a fine marzo segnalava il cambiamento sociale e psicologico che stava avvenendo, le misure imposte per combattere il Covid 19 hanno rivoluzionato il modo di fare acquisti degli utenti e la carta di credito è diventata la regina incontrastata dello shopping. Nei primi giorni di maggio anche la Società Fin Tech Paysafe ha presentato i risultati dei sondaggi condotti che hanno coinvolto 8000 consumatori da ogni parte del mondo, l'84% delle persone ha dichiarato di aver completamente rivoluzionato i sistemi di pagamento abituali passando dal contante alla carta di credito proprio durante il lockdown.

La risposta al cambiamento: l'eCommerce

La risposta ai negozi fisici chiusi non si è fatta attendere e ha preso il nome di eCommerce. Lo shopping online ha coinvolto soprattutto gli anziani e le persone che hanno meno dimestichezza con l'informatica, aumentando la loro fiducia negli acquisti digitali.

Altri numeri estremamente positivi sono quelli di FintTech SumUp, la società ha segnalato un aumento del 350% durante la fase 2 che riguarda i pagamenti cashless, la previsione con il ritorno alla normalità nella fase 3 è che questi numeri siano destinati a salire, ma soprattutto il denaro contante pare sia destinato ad essere usato sempre di meno in favore delle carte di credito per i pagamenti anche nei negozi, ristoranti e in tutte le altre attività commerciali.

Nuove abitudini: una rivoluzione nei pagamenti

Nei primi mesi di lockdown si sono verificati i cambiamenti in favore dei pagamenti con carte di credito, ad esempio, Fintech Nexi ha rinunciato alle commissioni sui pagamenti inferiori a 10 euro e ha sviluppato dei metodi alternativi a sostegno dei commercianti come il Pay-by-Link, ossia un link che il commerciante invia al cliente attraverso i canali social o email per consentire il pagamento.

La società Nexi Welcome ha messo a disposizione il Mobile POS a costo zero per i commercianti, abilitato per qualsiasi tipo di pagamento. Le nuove abitudini nei rapporti economici fra commercianti e clienti erano già in aumento nel 2019, come rilevato dallo studio che la School of Management del Politecnico di Milano aveva condotto, i risultati mostravano una crescita percentuale del 109% dei pagamenti digitali con smartphone e altri dispositivi mobili.

Già prima della pandemia di Covid 19 gli acquirenti si preparavano inconsapevolmente a pagare con carte di credito e metodi digitali, come ha rilevato la società di consulenza Nomisma in una ricerca, secondo cui il 40% degli intervistati dichiarava di aver ridotto i pagamenti di denaro contante già prima del lockdown.

È evidente che al di là di ciò che è accaduto nel 2020, il metodo di pagamento con carte di credito rende le transazioni più veloci e comode, ormai i consumatori di ogni fascia d'età sono pronti e fiduciosi verso i pagamenti digitali e i dati riportati sono destinati a crescere in maniera esponenziale.

Pubblicato da Luca Mirra

pubblicato il 27 maggio 2020

Autore

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia. Circuiti carte di credito

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo delle carte di credito.

Argomenti in evidenza Carte

Guide alle carte

Guide Carte