Serve assistenza?
02 55 55 5

Bonus nella busta paga di gennaio 2025: quanto si riceverà e chi ne ha diritto

22 mag 2024 | 3 min di lettura | Pubblicato da Marco B.

Donna che utilizza pc e smartphone

A gennaio del 2025, una parte dei lavoratori dipendenti, riceverà teoricamente in busta paga un bonus di 100 euro. Tuttavia, considerate tasse e detrazioni, l'importo netto che si riceverà sarà inferiore.

Quali sono i requisiti necessari per poterlo ricevere, e come richiederlo?

Scopri tutti i dettagli su Facile.it, leader nel confronto di carte di credito online.

Carte e bancomat: trova la migliore
Carte e bancomat: trova la migliore

Bonus una tantum di 100 euro

Come anticipato, il bonus previsto per gennaio 2025 ammonterà a 100 euro. Tuttavia, coloro che avranno i requisiti per riceverlo (approssimativamente un milione di famiglie monoreddito) riceveranno, detratte tasse e contributi, un aumento netto che varierà tra i 61 e i 74 euro.

Questa sarà un’indennità una tantum che è stata introdotta dal Governo Meloni con l'intenzione ufficiale di sostenere il potere d’acquisto dei lavoratori dipendenti, diminuito negli anni scorsi. Il bonus è stato introdotto con il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri il 30 aprile 2024.

A chi spetta

Il bonus spetta ai lavoratori dipendenti con un reddito lordo complessivo non superiore a 28.000 euro nel 2024, a condizione che:

  • siano residenti in Italia
  • siano titolari di un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato o determinato
  • abbiano lavorato con contratto regolare per almeno un mese nel 2024
  • non abbiano fruito della franchigia d’imposta per i lavoratori extracomunitari
  • non siano esclusi dal beneficio per altre cause previste dalla normativa

Come si richiede

Il bonus non è automatico, questo significa che i lavoratori che hanno diritto devono richiederlo al proprio datore di lavoro entro il termine che verrà comunicato con successivo decreto. La domanda deve essere presentata per iscritto e corredata da una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti.

Quando viene erogato

Il bonus verrà erogato dal datore di lavoro nella busta paga di gennaio 2025. Cosa fare se il datore di lavoro non paga il bonus? In caso di mancato pagamento, il lavoratore può rivolgersi all'Agenzia delle Entrate per presentare una richiesta di assistenza.

La differenza

Il bonus 100 euro è una misura temporanea introdotta per compensare la mancata detassazione delle tredicesime nel 2024. Il bonus tredicesime, invece, era una misura proposta da alcuni esponenti del governo, ma non è stata approvata per mancanza di risorse.

Tra lordo e netto

Questa indennità sarà ulteriormente ridotta da una serie di prelievi. Si va dai contributi previdenziali, con una perdita di 2,19 euro fino a un reddito di 25.000 euro e di 3,19 euro tra 25.000 e 28.000 euro all’IRPEF al 23% sulla somma restante.

Simulazioni

Affaritaliani.it riporta che "le simulazioni per fasce di reddito mostrano che per redditi compresi tra 8.500 e 15.000 euro il bonus si ridurrà a circa 75,31 euro, con ulteriori detrazioni per le addizionali IRPEF regionali e comunali. Per redditi superiori a 15.000 euro, considerando sia il taglio delle detrazioni che le addizionali, il bonus oscillerà tra 65,16 e 62,32 euro fino a 25.000 euro e tra 64,5 e 61,69 euro fino a 28mila euro".

Altre misure

Oltre al bonus 100 euro, il governo ha introdotto altre misure per il lavoro e l'occupazione, tra cui:

  • superbonus assunzioni al 120%: un incentivo per le aziende che assumono nuovi lavoratori con contratto a tempo indeterminato
  • sgravio contributivo fino a 500 euro mensili per 2 anni: per l'assunzione di giovani under 35 in alcune regioni meridionali
  • riforma delle politiche del lavoro: con l'obiettivo di favorire l'occupazione e ridurre la disoccupazione, con misure specifiche per giovani, donne e lavoratori svantaggiati

Migliori carte di credito del mese

Canone annuo
zero
Banca
PostePay
Prodotto
Postepay Digital
Costi di attivazione
Gratuita
Canone annuo
zero
Canone annuo
zero
Banca
ING
Prodotto
Carta di Credito Mastercard Gold
Circuito
Mastercard
Costi di attivazione
zero
Canone annuo
zero
Canone annuo
zero
Banca
BBVA
Prodotto
BBVA Debit
Circuito
Mastercard
Costi di attivazione
zero
Canone annuo
zero
Canone annuo
Zero
Banca
Fineco
Prodotto
Fineco Card Debit
Circuito
Visa/Bancomat
Costi di attivazione
2,25€ (spedizione), versione virtuale gratuita
Canone annuo
Zero
Canone annuo
zero
Banca
American Express
Prodotto
Carta di Credito Oro
Circuito
AEC
Costi di attivazione
zero il primo anno, poi €20/mese
Canone annuo
zero

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta online le migliori carte di credito e trova la soluzione che fa per te.

Ultime notizie Carte

pubblicato il 13 giugno 2024
Anonimometro: il nuovo strumento del Fisco per combattere l'evasione

Anonimometro: il nuovo strumento del Fisco per combattere l'evasione

Dopo le polemiche suscitate dal redditometro, l'Agenzia delle Entrate ha messo in campo un nuovo strumento per contrastare l'evasione fiscale: l'anonimometro. È basato su algoritmi che analizzano i dati finanziari dei contribuenti per individuare casi di irregolarità. È già stato usato nel 2023.
pubblicato il 4 giugno 2024
Banconote false: come riconoscerle e cosa fare se scopriamo di averne una

Banconote false: come riconoscerle e cosa fare se scopriamo di averne una

Lo scorso anno, nel 2023, ne sono state individuate circa 467.000 (il 97,2% nell’Eurozona, le altre fuori); di cui oltre 104.000 in giro per l'Italia, con un valore di circa 4 milioni di euro Come fare per tutelarsi? Cosa fare se scopriamo di averne una nel portafogli?
pubblicato il 3 giugno 2024
Le carte con IBAN ricaricabili a giugno 2024

Le carte con IBAN ricaricabili a giugno 2024

Sei in cerca di una carta con iban, abbinata o non abbinata ad un conto corrente? Su Facile.it trovi le migliori carte ricaricabili con iban a confronto, dalle carte prepagate con iban alle carte di credito con iban. Ecco qual è la carta ricaricabile con iban più conveniente di Maggio 2024.

Guide alle carte

pubblicato il 17 maggio 2024
Come fare una carta prepagata: la guida completa

Come fare una carta prepagata: la guida completa

Le carte prepagate sono diventate sempre più popolari come opzione di pagamento flessibile e sicura. Non solo consentono di tenere sotto controllo le spese, ma sono anche un'alternativa praticabile per coloro che non vogliono o non possono aprire un conto corrente bancario.
pubblicato il 24 marzo 2021
Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Pagare in contactless con la propria carta, permette di effettuare una transazione sicura, comoda e molto veloce. Scopriamo le principali caratteristiche e soprattutto quale sia il funzionamento che lo consente.
pubblicato il 14 ottobre 2020
Apple Pay: come funziona e come attivarlo senza alcun problema

Apple Pay: come funziona e come attivarlo senza alcun problema

Apple Pay è un sistema di pagamento utile, che nell’ultimo periodo si sta sviluppando sempre di più. Sempre più persone lo utilizzano con frequenza per effettuare i propri acquisti in modo semplice e veloce. Ecco tutte le informazioni necessarie su Apple Pay.
pubblicato il 3 giugno 2020
5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

La carta di credito è uno strumento sempre più utilizzato anche per effettuare i pagamenti online, esponendo i dati sensibili a possibili minacce se non vengono applicate le giuste misure di sicurezza. Ecco le regole da seguire per acquistare senza pericolo.
pubblicato il 25 maggio 2020
PayPal: cos'è e come funziona

PayPal: cos'è e come funziona

PayPal è la piattaforma digitale per il trasferimento di denaro, creata nel 1998\. Come funziona esattamente? Una guida per capire di cosa si tratta e come è possibile pagare con questo strumento.
pubblicato il 29 febbraio 2020
Noleggio auto: quali sono le carte di credito accettate?

Noleggio auto: quali sono le carte di credito accettate?

La crisi economica e la necessità di seguire le tendenze del momento hanno favorito nuove forme di commercio che permettono di possedere auto nuove senza necessariamente acquistarle. Se il noleggio è la forma più diffusa ci si chiede oggi: come pagare una macchina noleggiata?

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968