Serve assistenza?
02 55 55 5

Commissioni carte di credito e banca: chi paga le transazioni

carta di credito guide commissioni carte di credito e banca chi paga le transazioni
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Chi paga: le commissioni sono a carico degli esercizi commerciali

  2. 2

    Sanzioni: la legge prevede multe per gli esercenti senza POS

  3. 3

    Confronta e scegli la tipologia di carta più adatta alle tue esigenze

Carte e bancomat: trova la migliore
Carte e bancomat: trova la migliore

Sommario

Carte di credito e prepagate sono strumenti comodi e sicuri per fare acquisti in Italia e nel Mondo. Purtroppo la maggior parte degli esercizi commerciali, specie in Italia, rifiuta ancora il pagamento elettronico via POS o contactless al di sotto di un determinato importo, e costringe l’acquirente a munirsi di contante pena la rinuncia all’acquisto. Pochi mesi fa online e sui principali quotidiani si parlava della possibilità di pagare anche un solo caffè con la carta di credito. Cosa dice la legge in merito? Chi paga le commissioni sulle transazioni con carta di credito? Tutte le risposte in questa guida.

Come funzionano i pagamenti elettronici con carta di credito

L’utilizzo della “moneta elettronica” comporta vantaggi per i commercianti e per i consumatori. La dematerializzazione del denaro velocizza le transazioni, le rende sicure, e libera tutti dall’ingombro del denaro contante. Purtroppo accettare pagamenti con carte di credito risulta costoso per gli esercenti, e la questione riguarda le commissioni interbancarie.

Oltre alla spesa relativa all’installazione del POS e al canone mensile, gli esercizi commerciali che accettano pagamenti elettronici pagano commissioni sulle transazioni con carte di credito. Tali costi si sostanziano da una parte, nel pagamento di un costo fisso per transazione (è un costo applicato da alcune banche che si aggira attorno ai 10 centesimi, e che sui pagamenti inferiori ai 10 Euro pesa fino all’1% sull’incasso), e dall’altra nel pagamento di un costo percentuale per transazione (tale costo dipende dal tipo di carta e dal circuito utilizzato).

La Legge di Stabilità 2016 aveva introdotto l’obbligo per i commercianti di munirsi del POS (acronimo di Point of Sale) e di accettare pagamenti a partire da 30 Euro. Tale limite tuttavia dovrebbe abbassarsi ulteriormente, e raggiungere i 5 Euro dopo l’approvazione della norma contenuta nella nuova legge 2018. Le nuove regole vogliono agevolare l’utilizzo di moneta elettronica, e potrebbero costringere gli esercenti ad accettare anche pagamenti per pochi centesimi nonostante le commissioni sulle transazioni con carte di credito.

Le sanzioni previste per i commercianti senza POS

A pagare le spese bancarie sui pagamenti tramite POS sono quindi i commercianti, per questo motivo molti rifiutano transazioni di piccolo importo. Di seguito le sanzioni e i termini di adeguamento introdotti dalla Legge di Stabilità, che solo in rari casi hanno trovato applicazione:

  • una sanzione pari a 500 Euro se le Autorità accertano che il commerciante non si è dotato di POS per svolgere l’attività;
  • dopo il pagamento della sanzione, la concessione di un termine di 30 giorni per dotarsi di POS, e di un secondo termine di 60 giorni per comunicare alla Guardia di Finanza l’avvenuta installazione del POS:
  • una sanzione pari a 1.000 Euro se il commerciante non paga la prima multa e non si munisce di POS;
  • la concessione di un mese di tempo al commerciante per acquistare il POS e mettersi in regola;
  • la sospensione dell’attività fino ad installazione del POS.

Dovranno dotarsi di POS e accettare pagamenti con moneta elettronica tutti i commercianti, i liberi professionisti e gli artigiani che lavorano a contatto con il pubblico. Solo i professionisti che lavorano in studi associati, e che non svolgono attività di consulenza a contatto diretto con il cliente godono di esenzione dal sistema sanzionatorio. Le sanzioni come evidente, non riguardano il pagamento delle commissioni sulle transazioni con carte di credito, ma l’utilizzo del POS. La Direttiva Europea recepita comunque, riduce le commissioni sui pagamenti di importo minimo e disciplina quanto segue.

Il decreto prevede fino a 30 Euro di multa per chi rifiuta pagamenti con bancomat e carte di credito, introduce l’accennato obbligo, per i commercianti, di accettare transazioni elettroniche anche di piccolo importo (superiori a 5 Euro) e li agevola con un sistema di sgravi fiscali e incentivi.

Carte e bancomat: trova la migliore

Migliori carte di credito del mese

Canone annuo
zero
Banca
PostePay
Prodotto
Postepay Digital
Costi di attivazione
Gratuita
Canone annuo
zero
Canone annuo
zero
Banca
ING
Prodotto
Carta di Credito Mastercard Gold
Circuito
Mastercard
Costi di attivazione
zero
Canone annuo
zero
Canone annuo
zero
Banca
BBVA
Prodotto
BBVA Debit
Circuito
Mastercard
Costi di attivazione
zero
Canone annuo
zero
Canone annuo
Zero
Banca
Fineco
Prodotto
Fineco Card Debit
Circuito
Visa/Bancomat
Costi di attivazione
2,25€ (spedizione), versione virtuale gratuita
Canone annuo
Zero
Canone annuo
zero
Banca
American Express
Prodotto
Carta di Credito Oro
Circuito
AEC
Costi di attivazione
zero il primo anno, poi €20/mese
Canone annuo
zero

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta online le migliori carte di credito e trova la soluzione che fa per te.

Guide alle carte

pubblicato il 31 maggio 2023
Carte Prepagate Ricaricabili in Tabaccheria: Le migliori

Carte Prepagate Ricaricabili in Tabaccheria: Le migliori

Vuoi cercare una carta ricaricabile che puoi gestire anche in tabaccheria, online o agli sportelli? Cerca tra le migliori che puoi attivare direttamente online su Facile.it
pubblicato il 13 febbraio 2023
Carte Virtuali: Cosa sono, come funzionano e quando usarle

Carte Virtuali: Cosa sono, come funzionano e quando usarle

Le carte virtuali servono per effettuare pagamenti on line in modo veloce, pratico e sicuro. Possono essere usa e getta o temporanee. In quest'ultimo caso avranno una data di scadenza.
pubblicato il 8 marzo 2019
Linea di credito: come funziona il credito revolving

Linea di credito: come funziona il credito revolving

Un prestito simile al fido. Un piano di rimborso mensile, che permette di avere sempre denaro a portata di mano. Si tratta del credito revolving: la soluzione giusta per chi vuole fare spese immediate di piccolo o medio importo, come l’acquisto di viaggi, abiti, o di elettrodomestici per la casa.
pubblicato il 13 aprile 2019
Circuiti di pagamento in 5 pillole

Circuiti di pagamento in 5 pillole

I circuiti di pagamento permettono di effettuare i pagamenti in modalità elettronica, spostando denaro in formato digitale e mettendo così in contatto i consumatori con gli esercenti. Vediamo quali sono i principali circuiti e come funzionano.
pubblicato il 5 febbraio 2020
Disdetta della carta di credito: come fare

Disdetta della carta di credito: come fare

Se si possiede una carta di credito ma viene utilizzata raramente, potrebbe essere conveniente disdirla, per evitare di pagare canoni inutili. Ecco, dunque, come effettuare la disdetta della carta di credito.
pubblicato il 24 marzo 2021
Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Come funzionano i pagamenti con carta contactless

Pagare in contactless con la propria carta, permette di effettuare una transazione sicura, comoda e molto veloce. Scopriamo le principali caratteristiche e soprattutto quale sia il funzionamento che lo consente.
pubblicato il 3 giugno 2020
5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

5 regole per usare la carta di credito in sicurezza

La carta di credito è uno strumento sempre più utilizzato anche per effettuare i pagamenti online, esponendo i dati sensibili a possibili minacce se non vengono applicate le giuste misure di sicurezza. Ecco le regole da seguire per acquistare senza pericolo.
pubblicato il 5 dicembre 2018
5 regole per scegliere la carta di credito migliore

5 regole per scegliere la carta di credito migliore

Orientarsi nella scelta della carta di credito migliore non è sempre semplice, date le tante offerte e tipologie disponibili. Una guida per scegliere la soluzione più adatta e risparmiare.

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968