02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Polizza Infortuni senza franchigia: è possibile trovarla?

Polizza Infortuni senza franchigia: è possibile trovarla?
Le 3 cose da sapere:
  • La franchigia costituisce parte della liquidazione effettuata dalla compagnia
  • Le compagnie prevedono soluzione miste con franchigia relativa e assoluta
  • Il grado d'invalidità è fondamentale per calcolare il rimborso previsto

La polizza infortuni è un utile strumento per quanti vogliono tutelare la propria persona da possibili infortuni che potrebbero avvenire nel corso della quotidianità oppure nella pratica di uno sport. Un aspetto rilevante di questo genere di polizza assicurativa oltre all’esatta definizione delle coperture, è rappresenta dalla franchigia. Scopriamo in questa veloce ma completa guida cosa sono le polizze infortuni, cosa sono le polizze infortuni senza franchigia e se effettivamente vengono proposte dalle varie compagnie di assicurazioni.

Cos’è la polizza infortuni senza franchigia

Le varie compagnie assicurative operanti sul territorio italiano propongono un’ampia gamma di polizze infortuni che permettono di tutelare diverse situazioni che potrebbero presentarsi nella vita di tutti i giorni. Tuttavia prima di approfondire l’argomento con le varie dinamiche ad esso correlate, è opportuno chiarire cosa viene inteso per infortunio da un punto di vista assicurativo. Nello specifico per infortunio si intende un evento accidentale, violento ed esterno che può arrecare danni di diversa natura all’assicurato con relative e nefaste conseguenze che potrebbero andare da una invalidità temporanea o definitiva fino ad arrivare, nel peggiore dei casi, al decesso. Naturalmente per poter aprire un sinistro con relativa richiesta di risarcimento danni è necessario che la causa dell’infortunio rientri nelle situazioni previste dal contratto sottoscritto.

Va sottolineato che le situazioni da inserire nella polizza infortuni debbano rispettare la suddetta definizione di infortunio ed ossia, per prima cosa, che siano del tutto accidentali.

Questo significa, ad esempio, che se l’infortunio dovesse avvenire a causa di un incidente stradale in cui il conducente dell’auto dovesse risultare positivo all’alcol test, la compagnia assicuratrice non provvederà ad alcun risarcimento. Inoltre, onde evitare brutte sorprese futuro, c’è da analizzare con attenzione la definizione di infortunio ed in particolare quando si parla di evento esterno e violento. Per Esterno si intende rispetto al proprio organismo per cui vengono automaticamente escluse tutte quelle situazioni causate dallo stesso corpo come gli attacchi cardiaci. Con violento, invece, si vanno ad escludere situazioni il cui evolvere temporale non sia istantaneo (si esclude ad esempio il cancro). Va anche rimarcato che le compagnie assicuratrici si tutelano imponendo pesanti limitazioni a seconda del fattore di rischio fino ad rigettare la domanda di una polizza infortuni per alcuni casi ritenuti incongruenti come le persone che hanno età anagrafica superiore ai 75 anni, quanti siano positivi all’AIDS oppure tossicodipendenti e dipendenti da alcool. Altri casi specifici sono rappresentati da atleti che praticano sport particolarmente rischiosi come l’automobilismo, motociclismo e più in generale sport estremi.

Passando alle coperture previste, esse sono decise in funzione del livello di infortuno ed in particolare in ragione dell’invalidità fisica causata. Ci sono due tipologie: temporanee e permanenti. Inoltre, il rimborso previsto viene calcolato anche in base al grado di invalidità. È altresì chiaro che nel caso di invalidità permanente verrà valutata l’impossibilità nello svolgere un’attività lavorativa mentre nel secondo caso i rimborsi sono finalizzati al pagamento delle dovute spese mediche per poter guarire dalla problematica da cui si è affetti. Altro aspetto da tenere in grande considerazione è la franchigia ed ossia la parte del danno che rimane a carico dell’assicurato. Un aspetto che peraltro influisce anche sulla determinazione dell’importo annuale previsto come premio assicurativo. La copertura totale si ha dunque con le polizze infortuni senza franchigia per cui la domanda è: ci sono compagnie assicuratrici che le mettono a disposizione dei propri clienti? Purtroppo questo sembra essere un evento più unico che raro anche se negli ultimi anni le compagnie hanno previsto delle soluzione miste con polizze che presentano una franchigia assoluta e polizze con franchigia relativa. Nel primo caso non è previsto rimborso se l’invalidità non superi la soglia del 10% mentre nel secondo caso si decide una soglia di invalidità personalizzata.

Polizze salute: scegli la migliore Confronta le offerte »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 5 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 20/11/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni