Spread Trading: cos'è e come funziona

Lo spread trading è una tecnica che consente di portare avanti una posizione sul mercato all'insegna della massima neutralità. Tale sistema può essere applicato mediante un insieme di piccoli accorgimenti tecnici, con la prospettiva per ogni trader di aprire due posizioni opposte tra loro. Infatti, un investitore deve andare short e long nello stesso momento per conseguire i massimi risultati disponibili, al fine di tenere sempre la situazione sotto controllo in caso di trend troppo oscillanti. Ecco cos'è e come funziona un metodo così avanzato e accurato.

Sommario

Cos'è lo spread trading

Lo spread trading è un metodo che prevede l'apertura di una posizione basata su acquisto e vendita. Il trader può agire su due tavoli diversi, noti anche con il termine di legs, ossia gambe. L'investitore deve maturare l'obiettivo di trarre profitto da una posizione neutrale, che scaturisce a sua volta da un fattore long e uno short. Stiamo parlando di due parametri diametralmente opposti tra loro, relativi a due asset diversi. Non a caso, lo spread trading è noto anche con la definizione di pair trading.

Le due gambe di un investitore devono andare di pari passo, in modo da annullarsi a vicenda e consentirgli di agire in maniera equa e neutrale. In questo modo, il cosiddetto trading a coppia può garantire notevoli margini di guadagno senza alcun condizionamento da parte del relativo trend di mercato. Il concetto può essere applicato su indici di borsa, materie prime, titoli azionari, valute fisiche e criptovalute. Lo spread corrisponde alla differenza economica tra le due posizioni aperte in contemporanea.

Come funziona lo spread trading

Lo spread trading prevede la messa in atto di una strategia ben definita. Come già detto in precedenza, il termine implica la differenza tra due asset sui quali si agisce in maniera simultanea. Un titolo viene venduto e un altro acquistato, basandosi su quantità identiche e su un confronto curato in maniera molto dettagliata. Lo spread trading viene attuato con lo scopo di trarre guadagno da uno strumento finanziario e dalla sua differenza di rendimento corrispondente.

Prima di scegliere come operare, è necessario sapere su quale tipo di asset effettuare la compravendita. Una decisione simile può essere determinata da vari parametri. Al giorno d'oggi, le materie prime offrono notevoli vantaggi perché le loro oscillazioni di prezzo vengono generalmente basate sulla stagionalità. Stiamo parlando di beni molto volatili, sui quali è possibile speculare con ottime percentuali di successo economico.

Nella maggior parte dei casi, chi attua lo spread trading lo fa puntando su due asset dal settore analogo, dato che tendono ad agire nello stesso verso. Dai titoli bancari alle azioni settoriali, ogni elemento può essere quello giusto per guadagnare con il trading a coppia e renderlo uno strumento produttivo in un periodo di tempo molto rapido.

Approcci di spread trading

Lo spread trading può essere attuato mediante tre approcci. Vediamo quali sono e come sfruttarle in maniera adeguata.

L'approccio con divergenza

L'approccio con divergenza prevede che l'investitore agisca quando si rende conto di avere a propria disposizione due titoli con forze ben differenti. Nel caso specifico, è possibile puntare in maniera intensiva sul titolo con maggiori margini di guadagno e andare short su quello meno potenzialmente proficuo.

L'approccio con convergenza

L'approccio con convergenza prevede la possibilità di andare long sul titolo che sta fornendo meno risultati e short quello che ne procura di più. La sua scelta deriva dall'opinione in base alla quale il titolo più redditizio sia in realtà sopravvalutato, con la prospettiva di riallineare le due quotazioni.

L'approccio tramite coefficiente

L'approccio tramite coefficiente prevede l'analisi di titoli in continua oscillazione e il loro paragone reciproco. Se i titoli si muovono nello stesso verso, il coefficiente finale tende a 1. Se invece sono in verso opposto, lo stesso valore tende a -1. Un sistema simile contribuisce a migliorare la ricerca dei titoli azionari più produttivi.

Come si guadagna con lo spread trading

Lo spread trading consente al trader di guadagnare seguendo una logica ben precisa. Infatti, chi opera in questo campo deve acquistare l'asset più forte e vendere il più debole, con la chance di incrementare il proprio portafoglio virtuale grazie alla differenza tra i due elementi. La vera capacità di un investitore in questo campo è proprio quella di trovare due titoli con direzione identica tra loro, spingendo sull'acceleratore per il titolo buono e frenando su quello meno buono.

Pro e contro dello spread trading

Lo spread trading mette il trader davanti a una serie di vantaggi e svantaggi da tenere d'occhio con la massima cautela. Ecco quali sono i punti di forza:

  • la posizione protetta di ogni spread;
  • la possibilità di operare con margini limitati di rischio finanziario;
  • l'utilizzo della stagionalità degli asset;
  • il forte ritorno potenziale su ogni somma investita;
  • l'eventuale entrata in trend con ottimi margini di guadagno.

Dall'altra parte, ecco i punti di debolezza che dovrebbero far riflettere ogni investitore:

  • la limitazione delle variazioni di prezzo su alcuni asset e titoli;
  • gli alti costi di commissione in caso di apertura di una posizione;
  • il rischio di dover aprire troppe posizioni rischiose in contemporanea.
Trova la migliore piattaforma per te Confronta piattaforme

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading, e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure