High Frequency Trading (HFT): la guida completa

Quando si parla di High Frequency Trading ci si riferisce al Trading ad Alta Frequenza, un'innovativa modalità per fare numerosi investimenti in pochissimo tempo grazie a specifici software e algoritmi.

Di seguito verranno evidenziate le più importanti caratteristiche di questa innovativa tipologia di trading, nonché i vantaggi e i rischi di questa tecnica.

Sommario

Cosa si intende per High Frequency Trading

Il Trading ad Alta Frequenza è entrato di recente tra le tecniche di trading online e fa uso di software e algoritmi specifici che permettono di condurre un elevato numero di investimenti in poco tempo.

L'alta frequenza a cui si riferisce il nome dell'HFT, infatti, riguarda proprio il tempo. Si può facilmente comprendere che gli esseri umani hanno dei limiti nel poter disporre le varie operazioni di trading in contemporanea: ecco perché il Trading ad Alta Frequenza è condotto dai software.

Per poter fare HFT, infatti, è necessario affidarsi ad algoritmi specifici, in grado di realizzare un elevato numero di ordini in pochi secondi, se non addirittura in frazioni di secondo. Per poter garantire la massima precisione, questo tipo di investimento deve affidarsi necessariamente a software di comprovata qualità, in grado di analizzare in maniera rapida i mercati e i loro andamenti ed eseguire operazioni di trading secondo quanto impostato dal trader.

Considerato l'elevato numero di operazioni che si possono fare con l'HFT, è facile comprendere che questo strumento non è pensato per il trader amatore: si tratta infatti di un prodotto utilizzato esclusivamente dai grandi investitori, siano essi banche, hedge funds o altre realtà in grado di muovere elevata liquidità e, soprattutto, di disporre di software e computer ad alta velocità e potenza.

Anche se può sembrare difficile da immaginare, infatti, con l'High Frequency Trading si effettuano milioni di ordini in pochissimi secondi e, contestualmente, si scansionano gli andamenti dei principali mercati per aggiornare costantemente e in maniera automatica le strategie di investimento in base ai cambiamenti dei trend.

Come fare Trading ad Alta Frequenza

Il Trading ad Alta Frequenza nasce principalmente per i grandi investitori; tuttavia anche i trader meno esperti possono cimentarsi in questa tipologia di trading.

Per accedere all'HFT dovranno per prima cosa aprire un account con un broker che offre questo tipo di servizio; successivamente potranno selezionare strategie di trading automatico, ossia con robot ed Expert Advisor, che permetteranno di effettuare un elevato numero di operazioni di trading in poco tempo.

Queste tecniche rappresentano sicuramente un modo per velocizzare le operazioni e incrementare il numero di investimenti effettuati quotidianamente: infatti, utilizzando i bot, non si dovranno limitare le operazioni di trading ai momenti in cui si potrà essere presenti al terminale per verificare gli andamenti del mercato e, quindi, aprire o chiudere posizioni. Basterà impostare una strategia specifica e lasciare che i software effettuino le operazioni di investimento secondo quanto viene programmato.

In questo modo si potrà incrementare il numero di operazioni e, anche se non si potranno raggiungere le frequenze degli investitori professionisti, sicuramente si potrà registrare un interessante incremento degli investimenti totali svolti in unità di tempo.

HFT: quando funziona?

Il funzionamento dell'High Frequency Trading è strettamente connesso alla strategia che viene impostata, nonché al tipo di software e agli algoritmi che si utilizzano.

Ancora una volta è necessario differenziare tra il Trading ad Alta Frequenza condotto dagli investitori istituzionali e quello invece che viene portato avanti dai privati, siano essi professionisti o neofiti. Nel primo caso, infatti, si avranno a disposizione apparecchiature e, quindi, software e algoritmi di altissima qualità, che permettono di garantire un maggiore successo, soprattutto se si considera che gli operatori che impostano le strategie di trading sono tutti professionisti esperti.

Quando invece si considera il trader non professionista si possono verificare maggiori problemi, quasi sempre a causa di strumenti non adeguati a questo tipo di investimento. Chi vuole fare uso di robot per effettuare maggiori operazioni di trading in poco tempo deve comunque poter contare su software di alto livello, soprattutto quando non è in grado di impostare strategie proprie e deve quindi affidarsi a quelle pre-impostate dal broker.

I possibili rischi dell'HFT

I rischi del Trading ad Alta Frequenza non sono solo quelli tipici del trading, ma presentano ulteriori fattori di criticità, sia per i grandi investitori sia per i piccoli traders.

Nel primo caso, il principale problema può essere dato proprio dalla velocità con cui vengono effettuate le operazioni: un errore del software potrebbe infatti portare ad effettuare un gran numero di investimenti inutili influenzando il mercato in maniera errata.

Per quanto riguarda invece i piccoli traders il rischio è molto simile: infatti un errore nella programmazione del software può portare a operazioni che, al posto di incrementare i profitti, generano ingenti perdite.

Per ovviare a questi problemi è fondamentale impostare strategie di trading sicure e, soprattutto, che tengano conto della gestione del rischio. In questo modo si potrà avere sempre la certezza di minimizzare il rischio a favore del principale vantaggio del Trading ad Alta Frequenza che permette di condurre numerose operazioni in contemporanea e senza che sia necessaria la presenza costante del trader in piattaforma.

Trova la migliore piattaforma per te Confronta piattaforme

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading, e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure