Serve assistenza?
02 55 55 5

Ecobonus auto elettriche: riattivato con i 57 milioni dell’Extrabonus

mondo auto news ecobonus auto elettriche riattivato 57 milioni

C’era allarme per l’esaurimento dei fondi dell’Ecobonus destinati all’acquisto auto elettriche e ibride, ma il Governo ha rimediato ricollocando i 57 milioni residui dell’Extrabonus, rimasti nel frattempo bloccati, al fondo del contributo principale.

Così facendo sono finalmente tornati disponibili gli incentivi per le vetture con emissioni di CO2 da 0 a 60 g/km, dando nuova linfa all’Ecobonus auto elettriche.

Auto in pronta consegna
Auto in pronta consegna

Ecobonus auto elettriche salvato dall’Extrabonus

Come probabilmente ricorderete, a inizio anno il Governo aveva rimpinguato il plafond dell’Ecobonus 2019-2021 stanziando un Extrabonus aggiuntivo di 420 milioni di euro, di cui 120 per il livello di emissioni 0-60 g/km di CO2 (auto elettriche e ibride plug-in). Gli incentivi per le vetture green hanno avuto grande successo, tanto che ad Agosto 2021 il fondo principale (Ecobonus) si è esaurito, bloccando anche l’Extrabonus che però poteva ancora contare su un deposito residuo di 57 milioni di euro. Questo perché il bonus aggiuntivo è erogabile solo assieme al principale. Una situazione paradossale (in pratica 57 milioni inutilizzabili) che l’Esecutivo guidato da Mario Draghi, tramite il recente decreto Infrastrutture, ha provveduto a sbloccare destinando le risorse ancora disponibili al fondo ordinario dell'incentivo Ecobonus.

Ecobonus auto elettriche 2021: incentivi disponibili

Cosa cambia per i potenziali acquirenti? C’è una notizia buona e una un po’ meno buona. Quella buona è il ritorno degli incentivi per acquistare con un robusto sconto, fino al 31 Dicembre di quest’anno, auto elettriche e ibride plug-in, che rappresentano senza dubbio il futuro. La notizia meno buona è che non essendoci più i fondi dell’Extrabonus, essendo stati riallocati tutti nell’Ecobonus, il risparmio massimo scende da 10.000 a 8.000 euro. Più precisamente:

  • 6.000 euro + 2.000 di contributo del concessionario per l’acquisto di un autoveicolo categoria M1 con emissioni di CO2 da 0 a 20 g/km e contestuale rottamazione di un’auto inquinante;
  • 4.000 euro + 1.000 di contributo del concessionario per l’acquisto di un autoveicolo categoria M1 con emissioni di CO2 da 0 a 20 g/km, senza rottamazione;
  • 2.500 euro + 2.000 di contributo del concessionario per l’acquisto di un autoveicolo categoria M1 con emissioni di CO2 da 21 a 60 g/km e contestuale rottamazione di un’auto inquinante
  • 1.500 euro + 1.000 di contributo del concessionario per l’acquisto di un autoveicolo categoria M1 con emissioni di CO2 da 0 a 20 g/km, senza rottamazione.

Ricordiamo che al momento sono inoltre disponibili circa 114 milioni di euro per l’acquisto di autovetture con emissioni di CO2 da 61 a 135 g/km e poco più di 13 milioni di euro per l’acquisto di motocicli o ciclomotori elettrici o ibridi.

Incentivi auto 2021: prenotazioni estese al 2022

Col decreto Infrastrutture si è deciso pure di allungare i termini per immatricolare i veicoli acquistati con gli incentivi, di norma fissati entro 180 giorni dalla prenotazione del contributo. Termini che però si rischiava di non rispettare a causa dei lunghi tempi di consegna dovuti alla crisi dei semiconduttori. Per questo è d’ora in poi previsto che la conclusione della procedura informatica per confermare la prenotazione dell'Ecobonus dei veicoli acquistati (di qualunque categoria) possa avvenire:

  • entro il 31 Dicembre 2021, se la prenotazione è avvenuta tra il 1° Gennaio 2021 e il 30 Giugno 2021;
  • entro il 30 Giugno 2022, se la prenotazione è avvenuta o avverrà tra il 1° Luglio 2021 e il 31 Dicembre 20

Pubblicato da Raffaele Dambra il 10 settembre 2021

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968