Spie Auto: Colori e Significato

Le moderne autovetture sono sempre più sofisticate, ma certo non indistruttibili. Ecco perché è importante saper riconoscere immediatamente i significati delle spie dell'auto presenti nel cruscotto; per riuscire a capire quando tutto funziona come dovrebbe, e quando invece andare in officina. Questo è vero sia nel caso di un'auto Km 0 o nuova, anche e soprattutto per segnalare al concessionario l'anomalia, ma anche qualora si stia valutando una serie di auto usate, per mettersi al riparo da salate visite dal meccanico.

Sommario:

I colori delle spie

Il significato delle spie rosse

Le spie illuminate dal colore rosso presenti sul cruscotto di ogni auto sono quelle che ci trasmettono senza dubbio maggiore preoccupazione. Queste, infatti, ci vanno ad indicare tutta una serie di problemi che andranno risolti nel più breve tempo possibile. Un esempio può essere la spia che ci segnala che la batteria dell’auto è ormai scarica, oppure quella relativa alla temperatura del liquido di raffreddamento troppo alta, o ancora ad una pressione dell’olio elevata.

Queste spie rosse possono indicarci anche condizioni meno ‘pericolose’ per il motore o il corretto funzionamento dell’automobile, come la presenza di uno sportello aperto, il freno a mano ancora inserito, oppure le quattro frecce accese. Nell’ultimo caso, con tutta probabilità, sarà attivo, oltre alla spia, anche un apposito segnalatore acustico.

Il significato delle spie gialle o arancioni

Le spie retroilluminate da una luce di colore arancione oppure giallo, ci indicano un pericolo che è imminente, oppure una situazione problematica alla quale bisognerà prestare attenzione prima che il problema si aggravi ulteriormente. Un esempio è lo scarso livello del carburante. Infatti, una volta che il livello di quest’ultimo si abbasserà all’interno del serbatoio, e sarà giunto ad un certo livello, verremo avvisati proprio da una spia arancione: quella che indica che siamo in riserva.
Altri esempi di spie arancioni possono essere l’indicatore della pressione degli pneumatici troppo bassa, ma anche una modalità ‘ECO’ attiva.
In altri casi, queste spie potranno indicarci l’attivazione di altri strumenti utili alla guida, come il lunotto posteriore termico in funzione, oppure il sistema dei tergicristalli attivo.

Il significato delle spie verdi

Le spie di colore verde non destano alcuna preoccupazione, a differenza di quelle descritte precedentemente. Queste, infatti, indicheranno semplicemente che una data funzione in quel momento è attiva. Un esempio può essere tranquillamente quello degli indicatori di direzione, che verranno segnalati al guidatore come attivi proprio attraverso una spia verde. Un altro caso è, invece, quello dei fari anabbaglianti impostati su ‘ON’, o ancora quello dei cruise control acceso.

Il significato delle spie azzurre

Le spie blu o azzurre sono una vera e propria rarità. Queste ci indicheranno semplicemente che dovremo prestare una certa attenzione. Una spia di questo colore è quella che ci va ad indicare che i fari abbaglianti sono accesi. In questo caso si dovrà prestare attenzione a spegnerli qualora si incontrino altri utenti della strada, siano questi nel senso di marcia opposto al nostro oppure immediatamente precedenti a noi. In questo modo eviteremo di ridurre la visuale di altre persone alla guida abbagliandole con questi fari di profondità.

Il significato di ogni singola spia

I simboli dei vari indicatori presenti sul cruscotto di ogni vettura possono subire leggere variazioni in base al modello di quest’ultima, ma anche in base al marchio. In altri casi cambieranno con il passare degli anni, accompagnando l’aggiornamento tecnologico delle automobili o i loro diversi restyling. In ogni caso, la grafica di queste spie è da ritenersi pressoché universale. Infatti, nonostante le piccole modifiche, il tema resta sempre lo stesso.

Vediamo quindi il significato delle spie più importanti che troviamo sul cruscotto di ogni autovettura.

La spia delle luci di posizione: nella guida di tutti i giorni, le luci di tipo anabbagliante e abbagliante, così come anche nel caso delle luci fendinebbia, sono quelle che balzano maggiormente all’occhio. Tuttavia, senza le luci di posizione impostate su ‘ON’, tutte le altre non potrebbero nemmeno essere accese. Spesso la spia che indica queste luci viene confusa con quella che corrisponde ad altri impianti di illuminazione. La spia che indica le luci di posizione è di colore verde, e si illumina sul cruscotto della macchina quando viene azionato il commutatore che porta i comandi alla fanaleria, contemporaneamente all’illuminazione del quadro strumenti.
Questo indicatore, quando manca quello dedicato alle luci anabbaglianti, dello stesso colore verde, va ad indicarci che le luci sono accese.

La spia delle luci abbaglianti: la spia dedicata agli abbaglianti, o proiettori di profondità, è di colore blu brillante. La figura che la contraddistingue è corrispondente alla 695, che per l’appunto riporta questa tipologia di fari. Questi sono rappresentati, tramite linee essenziali, da un fanale che proietta di fronte a sé un fascio di luce diretto ed in senso perfettamente orizzontale. Questa spia tuttavia non è da scambiare con quella relativa ad altre luci, come nel caso dei classici anabbaglianti. Quest’ultima, la 696, è molto simile per quanto riguarda la forma. Infatti riporterà sempre un faro emettente un fascio di luce che, stavolta, punterà non più orizzontalmente la luce di fronte a sé, ma in maniera obliqua e verso il basso. Inoltre, la spia relativa alla fanaleria anabbagliante è retroilluminata da un colore verde.

La spia delle luci anabbaglianti: come accennato in precedenza, questa spia è rappresentata da un faro che emette un fascio di luce in maniera obliqua e verso il basso. Inoltre verrà illuminata dal colore verde. Questa indica la presenza dei fari anabbaglianti impostati su ‘ON’.
Questi fanali andranno a proiettare, una volta accesi, un fascio di luce piuttosto tenue, utile e necessario per illuminare quanto basta le immediate vicinanze dell’automobile. In più, renderà quest’ultima visibile agli altri senza disturbare la vista di altri utenti della strada provenienti dal senso di marcia opposto al nostro.

La spia dei fari antinebbia anteriori e posteriori: Le spie atte a segnalare l’accensione di questo tipo di fanaleria sono due, ovvero una per i fari anteriori e una per quelli posti posteriormente alla vettura. Queste sono retroilluminate da colori diversi, infatti quella relativa ai fari anteriori sarà illuminata da una luce verde. Diversamente, per quelli posteriori sarà prevista una retroilluminazione gialla. Inoltre, queste due spie differiscono leggermente anche nella grafica, proprio come avviene nel caso degli abbaglianti e anabbaglianti. La prima rappresenterà un faro che proietta la luce, rappresentata da tre lineette attraversate perpendicolarmente da una verticale, in maniera obliqua e verso il basso. Nel caso invece della seconda, ritroveremo lo stesso simbolo ma con le lineette rappresentanti il fascio di luce poste in maniera orizzontale.

La spia degli indicatori di direzione: questa spia è formata da due piccole frecce, uguali ma che puntano in direzioni opposte. Queste spie si illuminano di verde ad intermittenza, e si attivano solamente quando sono attivi gli indicatori di direzione, si tratti di una svolta o dell'accensione delle luci di emergenza (quattro frecce). Quando questi indicatori lampeggiano ad una frequenza più rapida rispetto al solito, sarà necessario controllare il corretto funzionamento di tutte le lampadine direzionali dell’automobile. Spesso, infatti, questa pulsazione più rapida è data da una lampadina non funzionante.

La spia del freno a mano: la spia del freno a mano è di colore rosso ed è rappresentata da un punto esclamativo racchiuso in una circonferenza. Quest’ultima è ulteriormente racchiusa tra due semicerchi che vanno a rappresentare le pinze dei freni. Questa spia resterà illuminata fino a quando non verrà sbloccato il freno di stazionamento. Ciò permette di non mettere in marcia la propria auto dimenticandosi di questo dispositivo inserito.
Tuttavia, qualora questa spia resti accesa, nonostante il freno a mano non sia inserito, ci troveremo di fronte ad un problema più serio che riguarda l’intero impianto frenante. In questo caso, sarà necessario non sottovalutare la problematica e rivolgersi al più presto ad un'officina specializzata.

Spia batteria auto: questa, senza dubbio, è una delle spie maggiormente riconoscibili sul cruscotto di ogni automobile. È di colore rosso sulla maggior parte delle autovetture, ma la si può trovare anche di colore arancione. Questa spia raffigura una batteria con i poli + e – riportati al suo interno.
Quanto questa è accesa, indica che la carica della batteria è ormai prossima all’esaurimento, oppure ci avvisa di ulteriori problemi all’alternatore del veicolo.

La spia dell’olio: quando questa spia rossa, raffigurante un oliatore, o più precisamente una lampada ad olio dalla quale scende una piccola goccia, si accende, significa che la pressione dell’olio circolante all’interno del blocco motore non è sufficientemente elevata. Diversamente, questa si illumina quando il livello del liquido lubrificante raggiunge il minimo. In entrambi i casi bisognerà prestare la massima attenzione, fermandosi in una zona non pericolosa e spegnendo il motore senza apprestarsi poi a riaccenderlo.

Spia avaria motore: questa spia di colore giallo, raffigurante la sagoma di un propulsore, si trova sul cruscotto insieme a tutte le altre. Nelle vetture di nuova concezione viene raffigurata anche all’interno dei vari display multifunzionali ed accompagnata da avvisi scritti.
Questo indicatore è presente su tutte le vetture a partire dal 2002, e può illuminarsi a intermittenza o in maniera fissa. In ogni caso, ci indicherà un’avaria all’interno di un organo del motore e per questo sarà necessario recarsi al più presto presso un’officina autorizzata.

La spia dell’acqua: questa spia rossa è quella che si accende più di frequente. È rappresentata da un termometro parzialmente immerso all’interno di un liquido, ed è posizionata dentro l’indicatore della temperatura del liquido di raffreddamento. Qualora questa si accenda durante la marcia, sarà necessario arrestare immediatamente il moto del veicolo in quanto significherà che l’acqua all’interno del motore avrà raggiunto una temperatura troppo elevata. Se non si fermasse l’auto, potrebbero verificarsi danni gravissimi come la ‘fusione’ del motore stesso.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure