Serve assistenza?
011 04 00 408

Si è accesa la spia dell’olio motore? Ecco cosa fare

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

L’accensione di questa temutissima spia, immancabile sul cruscotto di ogni auto con motore a combustione interna, diesel, GPL o metano che sia, è un segnale d’allarme lanciato dalla vettura al conducente, un segnale che non si dovrebbe mai ignorare. Ciò non vuol dire che il problema è sempre grave, ma anche nel caso in cui non lo fosse è altamente consigliato verificare subito di cosa si tratta e risolvere.

La prima cosa da fare in questi casi sarebbe spegnere subito il motore e procedere agli accertamenti; il che comporta già di per sé l’inconveniente di non poter utilizzare il veicolo, anzi, di doverlo parcheggiare lì dove si trova e spesso proprio quando serve di più.

Se vuoi evitare di doverti occupare di tutte le pratiche ed i costi di gestione dell'auto, puoi optare per la formula di noleggio a lungo termine.

Sommario

Il compito di questa spia è avvertire il conducente sul fatto che l’olio non circola come dovrebbe all’interno del motore. Le cause possono essere molte, tuttavia la cosa da fare è evitare un ulteriore potenziale danno al motore e fare ciò che si può prima di portare, eventualmente, l’auto in officina.

Data l’importanza dell’argomento, prima di entrare nel dettaglio, meglio riepilogare con la massima chiarezza la procedura da seguire in caso di accensione della spia dell’olio:

  • se si è in marcia, si parcheggia il prima possibile e si spegne il motore;
  • se la spia si accende durante la procedura di avvio del motore ma si spegne subito dopo, allora va tenuta d’occhio e nel frattempo si procede con gli accertamenti che saranno illustrati a breve.

La spia dell’olio è sempre stata lì, insieme a quelle di luci e frecce, da ben prima che i cruscotti si trasformassero in autentici computer con tanto di display. E il motivo è uno solo: è di importanza vitale per il motore.

Perché si è accesa la spia dell’olio

Chiarito a cosa serve la spia dell’olio e messo in sicurezza il motore parcheggiando e spegnendo il veicolo, resta da capire quanto grave sia il problema e se ci si trova davanti a una vera e propria avaria.

Auto parcheggiata e motore freddo

Il motore freddo consente di verificare il livello dell’olio. L’aspetto da sottolineare ancora un volta è che se la spia si accende allora l’olio non circola come dovrebbe all’interno del motore, di conseguenza più lo si tiene acceso più aumenta il rischio di danneggiarlo, anche molto gravemente. Nei casi più estremi, in cui si ignora la spia e si continua a marciare malgrado l’olio non circoli a dovere, si renderà il motore definitivamente inutilizzabile, da buttare e sostituire, con un costo di riparazione che subisce un’impennata vertiginosa.

Procedendo, si apre il cofano motore dopo aver indossato i guanti ed essersi procurati un fazzolettino; si individua e si estrae l’asta dell’olio per ripulirla con il fazzolettino; si ripone completamente nel suo sito per riestrarla nuovamente: la porzione di asta che risulta unta d’olio deve raggiungere il tratto compreso tra le due tacche di riferimento ben visibili sulla medesima asta, spesso con "min" e "max" ma si consiglia di fare riferimento al libretto di manutenzione dell’autoveicolo per indicazioni più precise.

Se il suddetto livello non raggiunge il minimo o se appena lo lambisce, allora serve un rabbocco dell’olio, effettuato il quale si potrà procedere con un’ulteriore verifica e con l’eventuale accensione del motore per constatare lo spegnimento della spia.

Per il rabbocco dell’olio ci si deve attenere alle indicazioni sul manuale d’istruzione e manutenzione del veicolo, utilizzando un prodotto identico o compatibile con quello già presente nel motore. Nel dubbio, meglio procedere con un cambio integrale dell’olio.

Dopo il rabbocco la spia non si riaccende

Attesi dieci minuti, dopo il rabbocco o il cambio d’olio, si potrà avviare il motore e verificare lo spegnimento della spia dell’olio. Se la risposta è affermativa e la spia si è spenta, allora si dovrà capire perché è diminuito il livello dell’olio. Le possibilità sono diverse, ma tutte suggeriscono di consultare un meccanico:

  • consumo eccessivo di olio;
  • errore del sensore di pressione dell’olio;
  • perdita di olio.

Ma prima consultare il manuale di manutenzione: se prevede un rabbocco periodico che non è stato fatto, allora, con tutta probabilità, questa è la causa.

Dopo il rabbocco la spia si riaccende

Viceversa, una spia che non si spegne neanche dopo il rabbocco o il cambio d’olio ci sta dicendo che la questione non è risolta, almeno non del tutto. In ogni caso si rende necessario l’intervento di un’officina meccanica, che può verificare direttamente la natura del problema. Se l’intervento è stato tempestivo, si hanno buone probabilità di ridurre al minimo i costi da sostenere.

Verifiche prima dell’officina

In ogni caso, ma soprattutto se la spia non si spegne, si consiglia di ispezionare esteriormente il motore, anche per fornire dettagli in officina. Le cause più importanti di consumo eccessivo di olio sono la perdita esterna o interna.

Perdita esterna di olio

La prima si individua con relativa facilità, perché un motore che perde o trasuda olio mostra zone unte nei dintorni della perdita. Quando la perdita è massiccia, l’olio gocciola letteralmente al suolo, producendo una caratteristica macchia nera in corrispondenza della coppa dell’olio, proprio sotto al vano motore.

Nei casi più fortunati il problema consiste in una perdita dal tappo o dal filtro dell’olio, che, se non coincide con un danno strutturale, può essere risolta con relativa facilità.

Chiaramente una tale eventualità impone l’intervento di un’officina, alla quale comunicare tutti i dettagli noti, compreso il comportamento della spia dell’olio.

Nell’eventualità che la spia si riaccende durante il tragitto verso l’officina, la cosa migliore è fermare il veicolo e parcheggiarlo. Quindi chiamare il meccanico e chiedere indicazioni su cosa fare.

Perdita interna di olio

Viceversa, se la perdita dovesse essere interna, una sua constatazione si potrebbe fare provando a verificare un odore inconsueto proveniente dal tubo di scarico. Un motore che brucia olio in genere produce fumi e odori caratteristici che difficilmente passano inosservati. Dapprincipio, tuttavia, ed è questo lo scopo della verifica, i sintomi potrebbero essere minimi.

Se non si individua una perdita e la spia dell’olio rimane accesa, si consiglia di spegnere e contattare direttamente l’officina con la quale concordare il recupero dell’auto. In tal caso il danno potrebbe essere al circuito idraulico dell’olio, che si può ostruire impedendo la normale circolazione; oppure alla pompa dell’olio o altro ancora.

Tutte le auto prevedono un consumo fisiologico di olio, che solitamente si attesta intorno ai 50 cc per ogni 1000 chilometri o poco più. Il manuale fornisce tutte le indicazioni relative al rabbocco periodico, che, se non venisse effettuato, porterebbe prima o poi a una spia che si accende causa olio insufficiente.

Le auto ibride, pur disponendo di uno o più motori elettrici, hanno anche un propulsore a combustione interna e quindi fanno uso dell’olio motore. Tuttavia, in caso di accensione della spia dell’olio, almeno in ambito cittadino, consentono sempre di arrivare a destinazione o in officina sfruttando la sola trazione elettrica. Anche per quest’ultimo aspetto, quando si valuta un prossimo acquisto, vale dunque la pena considerarle.

Conclusioni

L’accensione di questa spia può essere fonte di ansia, ma grazie a una regolare manutenzione, che comprenda periodici cambi e rabbocchi dell’olio, il più delle volte questo inconveniente si può evitare.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968