Serve assistenza?
011 04 00 408

Revisione Impianto GPL: Come Fare?

Se hai comprato o stai pensando di comprare un'auto alimentata a Gas di Petrolio Liquefatto, cercando tra le offerte auto GPL su Facile.it, devi sapere che una delle spese che devi considerare per la manutenzione di queste auto è riferita alla revisione dell'impianto GPL.

Quando ci si riferisce alla revisione dell'impianto GPL, nella gran parte dei casi si identifica quell'azione che induce a sostituire le bombole. Tale condizione è prevista dal Regolamento n.67 dell'UNECE che tutela la sicurezza di veicoli e guidatori.
La sostituzione delle bombole presenti nell'impianto GPL deve avvenire ogni 10 anni, ponendo come data di inizio quella della produzione dell'impianto stesso, consultabile sul serbatoio oppure direttamente con la data di immatricolazione della vettura, se questa avesse un impianto di serie.

Sommario:

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

La revisione di un impianto GPL è composta da più fasi, dove vengono controllati, oltre alle bombole, anche altri componenti che andremo ad analizzare nelle righe successive.
Fino all'anno 2020 la revisione, nello specifico la verifica e l'idoneità dell'impianto, era a carico del Ministero dei Trasporti, ma dal 2021 anche le officine specializzate possono offrire tale servizio senza necessariamente passare per la Motorizzazione Civile. Tale condizione è data dal decreto GU n.37 del 13 febbraio 2021.

Cosa viene controllato durante la revisione?

Una delle domande che sorge spontaneo porsi è quali siano le componenti che vengono controllate concretamente durante una revisione. Il meccanico o l'addetto alla revisione ha il compito di controllare lo stato di salute del veicolo nel momento stesso in cui questo viene presentato in officina. Lo specialista avrà il compito di controllare tre aspetti fondamentali sulle condizioni della vettura: freni, telaio e gas di scarico.

  • Freni: tra le prime verifiche figura il funzionamento dei freni e dell'impianto elettrico.
  • Telaio: il meccanico verificherà l'usura degli assi pneumatici e delle sospensioni, ma anche dell'integrità del telaio e del corretto funzionamento dello sterzo.
  • Gas di scarico: condizione necessaria per superare la revisione sul proprio veicolo a GPL è la regolarità dei gas di scarico e dei rumori emessi.

Al termine della verifica di queste tre macro categorie, il meccanico consegnerà un certificato di revisione dell'auto GPL, in cui verrà trascritta la regolarità o meno del veicolo a circolare su strada.

Sostituzione della bombola

Come anticipato nelle righe precedenti, molti identificano la revisione del proprio impianto GPL con la sostituzione delle bombole, ma le due cose non devono necessariamente coincidere. Tale attività può avvenire sia in Motorizzazione che nelle officine abilitate.
Affinché si possa effettuare il cambio della bombola a norma di legge è opportuno, entro 30 giorni dal cambio della stessa, eseguire queste azioni: compilare il modello TT2119 per aggiornare la Carta di Circolazione, presentare la dichiarazione di installazione a norma, consegnare i documenti tecnici del nuovo serbatoio GPL e infine dimostrare le attestazioni dei versamenti effettuati per l'impianto.
Fortunatamente, affidandosi a un'officina specializzata, sarà quest'ultima a provvedere a tali attività amministrative, oltre che al controllo e alla sostituzione fisica della bombola nuova.

Dal 2021 non è più obbligatorio il collaudo in motorizzazione, ciò influisce positivamente sui tempi di consegna della vettura. Si sottolinea come non sia permessa la circolazione su strada per le vetture GPL che non hanno provveduto alla sostituzione della bombola GPL.

Il collaudo dell'impianto

La revisione dell'impianto GPL spesso viene confusa con la revisione del veicolo. Tecnicamente le bombole di un impianto GPL non necessitano di nessuna manutenzione particolare o di revisione, queste hanno un sistema di sicurezza che le rende perfettamente sicure anche dopo incidenti o forti impatti.
Si può quindi affermare che le bombole GPL non siano soggette a revisione, ma il veicolo sì. Ogni autovettura con impianto a GPL deve considerarsi una vettura tradizionale che è soggetta alla stessa regolamentazione di un veicolo diesel o a benzina. Diventa quindi obbligatorio revisionare l'auto ogni quattro anni oppure ogni due per quelli successivi.
Le vetture di nuova costruzione con impianto GPL devono sottoporsi alla prima revisione dopo quattro anni e sostituire le bombole ogni 10 anni.

Ogni quanto va fatta la revisione dell'impianto GPL dell'auto?

Come si può dedurre dal paragrafo precedente, la revisione dell'auto con un impianto GPL deve essere effettuata dopo quattro anni dalla prima immatricolazione dell'auto, e trascorso tale periodo revisionarla ogni due anni con le medesime regole previste per le vetture a benzina o diesel.
Tantissimi guidatori incorrono nell'errore di revisionare il proprio impianto GPL solo nel momento in cui si debbano sostituire le bombole, cioè ogni 10 anni. Sebbene possa sembrare una condizione conseguenziale, è fondamentale che tutto l'impianto venga revisionato per consentire al proprietario della vettura e a tutti i pedoni di non incorrere in problematiche annesse.
Ricordiamo che la revisione di un impianto GPL tiene conto non solo delle bombole, ma anche di: impianto elettrico, freni, dispositivi di sicurezza, telaio, sterzo, sospensioni, vetri, gas di scarico e rumori emessi.

Le proroghe in occasione del COVID-19

Le difficoltà di movimento dei cittadini, in concomitanza della chiusura delle attività lavorative a causa di Covid-19, hanno indotto gli Organi preposti a diramare delle proroghe per chi rientra in uno specifico periodo di tempo.

Nello specifico, tutti i mezzi motorizzati, siano essi moto oppure auto, hanno ottenuto una proroga per la revisione dell'impianto GPL. Per quanto concerne l'Italia, basandosi sempre sul Regolamento Europeo del 16 febbraio 2021, si è stabilito una proroga di 10 mesi sulla scadenza delle revisioni di tutti quei veicoli che avrebbero dovuto effettuarla tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.
Dopo le ultime evoluzioni nazionali inerenti al Covid-19, non si escludono possibili deroghe future che si estendano anche nell'anno 2022. Fortunatamente grazie alla collaborazione diretta con le officine specializzate, che riducono l'incidenza sulla Motorizzazione civile, sarà possibile gestire al meglio tale condizione, ma è un tema molto delicato che potrebbe cambiare a seconda delle direttive regionali.

Costi della revisione dell'impianto GPL

Preso atto della possibilità di sfruttare una proroga di 10 mesi, se la revisione del proprio veicolo risultasse circoscritta in quel periodo di tempo, è opportuno analizzare quelli che sono i costi di una revisione dell'impianto GPL.
Il costo di una revisione all'impianto è differente dalla spesa per la sostituzione della bombola ogni 10 anni. Tali condizioni possono differire a loro volta se eseguite in Motorizzazione oppure in officina. Vediamo più nel dettaglio i costi e le dinamiche.

La revisione dell'impianto di un'auto GPL effettuata in Motorizzazione, che ricordiamo necessita della compilazione del modulo TT2100, ha un costo di 45 euro. Per chi ha invece la necessità di effettuarla in officina, il costo è di 67 euro.
Se il costo della revisione dell'impianto effettuato ogni due anni è contenuto, lo è sicuramente meno per la sostituzione delle bombole, che deve obbligatoriamente avvenire ogni 10 anni.
I costi della sostituzione di una bombola GPL dipendono dalla regione di riferimento, queste ultime decidono in base alla presenza sul territorio dei veicoli stessi. Il costo oscilla usualmente dai 300 euro ai 500 euro.
Sottolineiamo che il costo di aggiornamento della Carta di Circolazion e, che è necessario per effettuare la sostituzione delle bombole, ha un importo di 28 euro, cifra dovuta dai 12 euro da versare come quota fissa alla Motorizzazione e 16 euro di imposta di bollo.

Quanto costa la revisione di un'auto vecchia?

Se non si è svolta la revisione sul proprio veicolo GPL nei tempi ammessi, e non si è sfortunatamente nemmeno coperti dalla proroga per Covid-19, allora è importante valutare due aspetti fondamentali.
La revisione su auto considerate storiche o d'epoca è soggetta a un'assicurazione particolare, le vetture non sono usualmente abilitate alla circolazione e di conseguenza non devono effettuare la revisione. Ma esistono tantissimi altri veicoli con più di dieci anni che non sono coperti da una polizza assicurativa di questa tipologia e devono necessariamente effettuare la revisione come le altre vetture su strada.

Il costo dipende sempre dalla regione di riferimento, ma è importante sottolineare che se la bombola GPL dovesse essere scaduta, la revisione ministeriale non potrebbe essere effettuata. In questo caso è indispensabile rivolgersi alla Motorizzazione Civile e stimare il costo secondo le cifre che abbiamo evidenziato in precedenza: 45 euro per la revisione e 28 euro per la Carta di Circolazione.

Quali possono essere le sanzioni in caso di mancata revisione?

Nel caso in cui non si effettuasse la sostituzione delle bombole entro 10 anni dalla loro installazione, non sarà possibile revisionare il veicolo. Il mezzo di trasporto con le bombole scadute non otterrà la regolarità per la circolazione su strada e di conseguenza sarà soggetto a potenziali sanzioni.

Una vettura munita di una bombola GPL scaduta rischia fino a 594 euro di sanzione, a cui conseguono il fermo amministrativo e il ritiro della Carta di Circolazione. Il proprietario dell'automobile potrà riottenere il libretto e riutilizzare il veicolo solo quando provvederà a sostituire la bombola GPL scaduta.
Il costo della sostituzione delle bombole è equiparabile se non inferiore alla sanzione amministrativa; quindi, è consigliabile effettuare la sostituzione non solo per la propria tranquillità, ma anche per poter circolare liberamente con la vettura e sostenere regolarmente la revisione dell'impianto.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968