Serve assistenza?
011 04 00 408

Quanto Costa un Pieno in Elettrico?

Negli ultimi anni l'interesse verso le vetture alimentate da un motore elettrico è in continua ascesa, visto che, a causa dell'attuale situazione ambientale, solo con tali veicoli è possibile circolare in determinate aree urbane.
Per questo motivo le principali case automobilistiche stanno utilizzando buona parte delle loro risorse per cercare di sviluppare quanto più possibile il progetto inerente all'elettrico.
Infatti, gli automobilisti, oltre a valutare il lato estetico della vettura da acquistare, sono particolarmente attenti alle caratteristiche delle componenti, in quanto la batteria del veicolo ricopre un ruolo di assoluta importanza.

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

Sommario:

Se stai cercando tra le offerte di automobili la tua futura auto elettrica, allora potrebbe essere per te importante capire quanto costa un pieno in elettrico, se sia più economico con la colonnina o il wall box a casa, o se sia invece meglio approfittare delle diverse colonnine di ricarica elettrica sparse in giro per le città, per ammortizzare il costo della ricarica dell'auto elettrica.

Come funzionano le automobili elettriche?

Per automobile elettrica non si intende nient'altro che un veicolo sospinto esclusivamente da un motore elettrico, piuttosto che da un propulsore a combustione interna.
Tale tipologia di motore, nato anche per ridurre l'impatto ambientale, funziona grazie all'immagazzinamento dell'energia all'interno di un'apposita batteria.
Queste vetture, oltre a salvaguardare l'ambiente che ci ospita, risultano essere molto vantaggiose anche dal punto di vista economico, in quanto si ha l'opportunità di percorrere lo stesso numero di chilometri fatti con una classica automobile con un costo nettamente inferiore. Inoltre, non è da sottovalutare il fatto che con un veicolo elettrico è possibile accedere tranquillamente alle zone a traffico limitato, permettendo così agli automobilisti di circolare all'interno dei centri storici delle grandi città.
Si evince facilmente che la batteria della vettura elettrica deve essere ricaricata periodicamente attraverso una fonte di energia.

Come ricaricare un'automobile elettrica?

Come già accennato in precedenza, una vettura dotata di motore elettrico deve essere sostenuta da una batteria adeguata per funzionare al meglio.
La carica completa di tale componente riesce a garantire un chilometraggio limitato, ragion per cui è opportuno che la batteria venga ricaricata regolarmente.
Questa operazione può essere effettuata attraverso le classiche prese di corrente presenti in qualsiasi abitazione o tramite le colonnine di ricarica dislocate in tutto il territorio italiano.
Nel primo caso è necessario un maggiore quantitativo di tempo per ottenere una ricarica completa, ma il tutto si può svolgere comodamente nella propria unità abitativa nei tempi e nelle modalità più consone alle necessità individuali. Chiaramente non tutti gli automobilisti hanno la possibilità di procedere in questo modo, visto che la soluzione migliore sarebbe quella di avere un garage personale o tuttavia un posto auto dotato di una presa elettrica.
Nel secondo frangente, invece, si ha l'opportunità di ricaricare la batteria in tempi molto più ridotti, in quanto le colonnine sono state appositamente progettate per tale fine. Tramite questa metodologia si ha la possibilità di fare il pieno elettrico della propria vettura in diversi posti e in qualsiasi momento della giornata.

In realtà, è doveroso specificare che, a differenza di ciò che accade nelle nazioni del nord Europa, l'Italia non può contare su un numero importante di colonnine di ricarica, visto che è nettamente in ritardo con l'installazione di tali dispositivi.
Inoltre, si può notare una forte differenza di numero di colonnine tra la parte settentrionale e la zona meridionale del nostro Paese.
Negli ultimi tempi, però, sono diverse le aziende che si stanno dotando di questo dispositivo per permettere sia ai propri dipendenti sia a propri clienti di effettuare la ricarica dell'automobile elettrica quando si recano nella struttura di riferimento.
Con l'aumento della messa in circolazione delle vetture elettriche è inevitabile che l'installazione delle colonnine di ricarica si velocizzi e, di conseguenza, risulti possibile trovare con più facilità tale servzio all'interno di diversi parcheggi.

Quanto costa un pieno in elettrico?

Non è possibile dare una risposta univoca a questa domanda, in quanto le modalità di ricarica descritte in precedenza si differenziano anche per il costo necessario a effettuare l'operazione.
In aggiunta a ciò, si deve anche tenere conto del fatto che i vari modelli di vetture elettriche presentano delle batteria di capacità diverse, ovvero dispositivi che riescono a immagazzinare più o meno energia.
Di seguito è possibile capire nel dettaglio quale sia l'esborso economico da versare per effettuare il pieno in elettrico della propria vettura con le due differenti tipologie di ricarica.

Ricarica batterie auto in casa

Prima di tutto è opportuno precisare che, in questo momento, la ricarica completa della batteria dell'automobile elettrica risulta essere più vantaggiosa, in termini economici, con questa modalità, in quanto il tutto è strettamente legato al prezzo unitario del kWh.
Si evince facilmente che, quindi, il costo necessario per effettuare un pieno elettrico con la presa domestica varia in base all'offerta contrattuale dell'energia elettrica presente nell'abitazione di riferimento.
Considerando che il costo medio dell'energia nelle unità abitative si attesta intorno ai 0,20 €/kWh e ipotizzando di effettuare una carica completa di una batteria avente una capacità di 50 kWh, si può semplicemente calcolare che la spesa per effettuare un pieno in elettrico è di 10 euro. Con la batteria presa in considerazione l'autonomia massima della vettura è di circa 330 chilometri, avendo così la possibilità di percorrere più di 30 chilometri con un solo euro.
Inoltre, coloro che hanno installato dei pannelli fotovoltaici possono contare su un costo ancora più ridotto, visto che in questo frangente il costo unitario del kWh è minore.
In questa ottica è opportuno segnalare che ci sono delle aziende che propongono l'installazione di specifici inverter in grado di gestire in maniera ottimale la ricarica del veicolo, sfruttando gli eventuali eccessi di produzione dei pannelli elettrici.
Gli automobilisti che sono in possesso di un garage o di un box privato hanno l'opportunità di installare una wall-box in associazione con una presa industriale per gestire in maniera intelligente l'intero processo di rifornimento della vettura.

Ricarica batterie auto tramite le colonnine

La ricarica della batteria attraverso questa modalità dipende da vari fattori, dal momento che in base all'operatore che offre il servizio variano le tipologie di colonnine e le tariffe applicate.
È opportuno segnalare che, inoltre, le colonnine si differenziano anche per la velocità di ricarica. Naturalmente, la tariffa dipende dalla maggiore o minore rapidità di erogazione del dispositivo.
Tenendo conto che il costo medio unitario delle colonnine dislocate su tutta la penisola italiana è di 0,50 €/kWh e ipotizzando di prendere in considerazione la stessa batteria utilizzata nell'esempio precedente, ovvero una con una capacità di 50 kWh, si può dedurre che l'esborso economico necessario per fare un pieno in elettrico è di 25 euro. Ricordando che l'autonomia della batteria presa in considerazione è di circa 330 chilometri si può affermare che si ha la possibilità di percorrere circa 13 chilometri con ogni euro.
Coloro che utilizzano spesso le colonnine elettriche hanno l'opportunità di stipulare delle tariffe forfettarie mensili che permettono di effettuare una ricarica completa della propria automobile, risparmiando così sull'uso a lungo termine.

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968