Come aggiornare la patente quando si cambia residenza

Il cambio di residenza è una situazione che comporta un insieme di accorgimenti da attuare con la massima precisione. In tal caso, è essenziale aggiornare i vari documenti e inserire il nuovo indirizzo nel quale si abita. Nessun dato va tralasciato, ma bisogna riportarlo anche sulla propria patente di guida.

Cosa bisogna fare per aggiornare la propria patente e inserire anche la nuova residenza? Con pochi e semplici passaggi, l'iter può essere completato con successo. Ecco quindi, cosa bisogna fare per aggiornare la licenza e riportare le informazioni più recenti.

Su Facile.it vogliamo anche guidarti nella scelta delle migliori auto in vendita, proponendoti un usato, un'auto nuova oppure una km0. Se hai un budget limitato, scopri i modelli di auto invendute, invece, se vuoi evitare di doverti occupare di tutte le pratiche ed i costi di gestione dell'auto, puoi optare per la formula di noleggio a lungo termine.

Sommario:

Come agire quando si cambia la propria residenza

Il cambio di residenza è una procedura che può essere effettuata con una certa facilità, non appena si rende necessaria. Sono diverse le ragioni per le quali si debba attuare un accorgimento simile, come ad esempio in seguito a un matrimonio o a un trasloco. Qualsiasi sia la motivazione, è essenziale seguire una serie di passaggi per condurre in porto l'operazione.

Per intraprendere una pratica del genere, ci si deve prima di tutto rivolgere presso l'ufficio anagrafe del Comune all'interno del quale ci si sta trasferendo. Quindi, bisogna attendere l'arrivo presso la nuova residenza di un addetto della Polizia Locale. Quest'ultimo deve accertarsi che la persona si sia trasferita presso l'indirizzo contrassegnato. Ora non resta altro da fare che scoprire cosa succede per quanto riguarda la patente di guida.

Cosa succede con il cambio di residenza sulla patente di guida

Adesso è giunto il fatidico momento di riportare la nuova residenza sulla propria patente di guida. Anche in questo caso, non bisogna effettuare operazioni complicate. Dopo aver effettuato l'intero procedimento presso l'anagrafe di competenza, l'ufficio del proprio Comune di residenza deve aggiornare le banche dati in maniera automatica. Con tale accorgimento, il nuovo indirizzo può essere riportato direttamente all'interno di qualsiasi documento di riconoscimento, compresa la carta d'identità.

Lo stesso discorso è valido per ciò che concerne la comunicazione della residenza appena cambiata presso la Motorizzazione Civile. Ad ogni modo, non serve cambiare documenti, ma solo aspettare le scadenze dei relativi rinnovi. Le carte in vigore sono ancora regolarmente valide, senza alcun tipo di rischio per la propria fedina penale.

Cosa fa la Motorizzazione Civile in seguito al cambio di residenza

Dopo aver completato il cambio di residenza, la Motorizzazione Civile si muove in un certo modo. Fino al 2013, l'ente era tenuto a mandare presso il nuovo indirizzo del cittadino patentato un piccolo foglio adesivo, contenente la nuova residenza. L'automobilista era obbligato a collocare questo foglietto a bordo della patente di guida e della carta di circolazione. L'accorgimento era necessario su ogni auto in vendita. Per fortuna, nel corso degli ultimi anni, il procedimento è radicalmente cambiato e si è notevolmente snellito.

Infatti, a partire dal 2013, il Codice della Strada ha aggiunto un insieme di regole molto importanti. Infatti, la patente di guida non vede più la presenza dell'indirizzo di residenza di chi la possiede. Di conseguenza, non servono più foglietti adesivi particolari per effettuare aggiornamenti in tempo reale. La licenza resta sempre valida e il guidatore può circolare ovunque senza alcuna limitazione né preoccupazione.

Ad ogni modo, chi vuole fare le cose per bene può comunque muoversi in maniera autonoma. Un automobilista ha la facoltà di richiedere l'aggiornamento dell'indirizzo anche a bordo della propria patente. Ovviamente, questo passaggio deve essere preceduto dalla domanda di iscrizione presso la propria nuova residenza comunale, o dalla dichiarazione dell'avvenuto cambio di domicilio.

Quanto costa il cambio di residenza sulla patente di guida

Come detto in precedenza, ogni guidatore può tranquillamente decidere di aggiornare i dati relativi alla residenza, a seconda delle proprie preferenze personali. Nel caso specifico, ci si deve sempre recare presso l'ufficio del proprio nuovo Comune di residenza. Quindi, si procede alla compilazione di un apposito modulo distribuito dalla sede.

A questo punto, il Comune di residenza deve inviare al Ministero tutti i dati relativi al cambio dell'indirizzo del singolo utente. L'ente governativo deve basarsi sulle informazioni ricevute da parte del Comune e dare un'occhiata agli archivi informatici. Se questi ultimi non sono ancora aggiornati alla residenza più recente, gli impiegati devono inserire la nuova residenza del soggetto in possesso della patente.

Al tempo stesso, il cittadino deve inviare un'autocertificazione sull'avvenuto cambio di indirizzo domestico. Infine, vanno compilati diversi moduli molto importanti ai fini del procedimento completati, tra i quali il DTT 954 I. Quest'ultimo documento serve per accertare il cambio di residenza collegato alla propria patente e può essere scaricato su Internet o presso un ufficio comunale. L'operazione in questione viene effettuata a costo zero.

Come sapere se il cambio residenza sulla patente è stato fatto nel modo giusto

La dichiarazione del cambio di residenza sulla patente non è più obbligatoria come fino al 2013. Tuttavia, c'è chi ancora ha intenzione di effettuarla per regolarizzare la propria posizione anche sotto l'aspetto puramente burocratico. Per accertarsi che ogni passaggio sia andato per il verso giusto, è possibile controllare tutto tramite alcuni mezzi molto comodi.

La prima opzione è quella di andare sul sito Internet del Portale dell'Automobilista, o anche sull'app iPatente a esso collegata, e verificare se i dati siano stati aggiornati o meno. Nel caso in cui si stia effettuando il primo accesso all'interno del sito, è necessario attivare un nuovo account e inserire le proprie credenziali, con nickname e password.

In alternativa, ci si può affidare al caro e vecchio numero verde fornito dalla Motorizzazione Civile. In questo frangente, bisogna chiamare al recapito telefonico 800 232323, disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 19. Questa operazione consente all'utente di entrare in contatto diretto con l'Ufficio Operativo del Centro di Elaborazione dei Dati che fa capo al Ministero dei Trasporti.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure