Serve assistenza?
02 55 55 5

Obbligo di accettare pagamenti POS: forse rimandato al 2023

carta di credito news obbligo accettare pagamenti pos forse rimandato al 2023

Forse slitteranno di un anno sia l'obbligo per commercianti e professionisti di accettare i pagamenti con i POS per le transazioni con Bancomat e carte di credito, sia le multe per chi trasgredirà. Previste sanzioni da 30 euro in su, più il 4% del valore della transazione negata al cliente.

L'entrata in vigore della norma potrebbe spostarsi all'1 Gennaio del 2023, anche se sembrava destinata a valere dall'inizio del 2022.

Carte e bancomat: trova la migliore
Carte e bancomat: trova la migliore

Il varo definitivo

Al di là delle scadenze per l'attuazione, la norma è stata voluta dalla buona parte della maggioranza che sostiene il Governo Draghi. Si trova nel testo del disegno di legge sul Recovery Fund: ha avuto il primo "sì" dalla Camera dei Deputati il 21 Dicembre 2021 e dovrebbe essere varato definitivamente dal Parlamento entro il 5 Gennaio 2022, altrimenti si rischia la sua decadenza.

Da quasi 10 anni

Secondo PMI.it, "si tratta del secondo recente tentativo di introdurre una sanzione per gli esercenti, già soggetti all’obbligo di POS da quasi dieci anni ma di fatto senza alcuna previsione sanzionatoria in caso di inadempienza. Si era già provato [...] nel DL fiscale collegato alla manovra 2021 ad inserire tale disposizione, alla fine stralciata dal testo del provvedimento".

Le abitudini degli italiani

In base alle nuove norme, dovrebbe bastare - persfuggire alle sanzioni - accettare un solo circuito di pagamento e anche un solo tipo di carta di debito (come il Bancomat) e un unico genere di carta di credito. Di sicuro, negli ultimi due anni - tra precauzioni legate alla pandemia e incentivi all'uso delle transazioni digitali (cashback, sospeso a Giugno 2021, e lotteria degli scontrini, tuttora in vigore), gli italiani hanno dimostrato maggiore familiarità con questo tipo di pagamento.

Incentivi per i POS

La scelta da parte di commercianti e professionisti potrebbe essere agevolata dal fatto che oggi non servono apparecchiature complesse per accettare pagamenti elettronici. Volendo, se il negozio non è grande, basta anche un'applicazione sullo smartphone. Inoltre c'è un bonus governativo per l'acquisto o il noleggio del POS e dei sistemi per la trasmissione telematica degliincassi giornalieri.

Pubblicato da Marco Brando il 10 gennaio 2022

Offerte confrontate

Confronta online le migliori carte di credito e trova la soluzione che fa per te.

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968