02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Bollino blu auto e moto: cos'è, costo e scadenze

Bollino blu auto e moto: cos'è, costo e scadenze
Le 3 cose da sapere:
  • E' obbligatorio per tutte le auto e moto a combustione
  • Certifica l'avvenuto controllo dei gas di scarico
  • Deve essere rinnovato periodicamente

Tra i diversi obblighi previsti per legge per chi possiede un veicolo, vi è anche il bollino blu, una certificazione che attesta l'avvenuto controllo dei gas di scarico. Il bollino blu è stato introdotto nel 2012, per verificare l'impatto che le auto hanno sull'inquinamento ed è obbligatorio per tutte le auto e i motocicli a combustione. In questa breve guida, analizzeremo i costi e le scadenze del bollino blu auto e moto 2020 e quando è obbligatorio.

Sommario

Bollino blu: che cos'è

Il bollino blu in grado di confermare il superamento dei controlli periodici sui gas di scarico, è stato introdotto come misura antinquinamento dal Governo Monti, che lo ha reso obbligatorio per tutte le auto e moto a benzina, diesel, gas e metano.

Prima della riforma per la semplificazione della pubblica amministrazione, il bollino blu doveva essere eseguito ogni 2 anni, a prescindere dal tipo di veicolo e apposto obbligatoriamente sul parabrezza.

A partire dal 2012 è invece cambiata la disciplina che regolamenta il bollino blu: il controllo dei gas di scarico deve essere effettuato in concomitanza con la revisione obbligatoria del veicolo. In generale, la nuova disciplina stabilisce, che il controllo dei gas di scarico deve essere eseguito ogni 2 anni per tutti quei veicoli che hanno più di 4 anni o per le auto e moto appena acquistate dopo 4 anni dalla data di immatricolazione e poi a cadenza periodica di 2 anni.

Il controllo dei gas di scarico, effettuato con la revisione periodica, mira al controllo di alcuni valori, diversi in base al tipo di veicolo: monossido di carbonio per le auto a benzina, grado di opacità per il diesel e fattore lambda per i mezzi catalizzati. Se i valori sopraindicati non superano quelli stabiliti per legge, vi verrà rilasciato il bollino blu, che dovrà essere poi rinnovato durante la prossima revisione periodica.

Bollino blu non obbligatorio: quando e dove

Vi sono alcune categorie di veicoli che non necessitano di controllo periodico delle emissioni di gas di scarico e di conseguenza di avere il bollino blu.

  • Le categorie indicate per legge che sono esenti da tale adempimento sono le auto storiche e le auto elettriche.
  • Per quanto riguarda le auto storiche devono essere registrate all'ACI Storico e non devono circolare con frequenza, visto che non sarebbe mai possibile essere in regola con i valori stabiliti per legge riguardo l'emissione di sostanze inquinanti.

Il bollino blu è obbligatorio nella maggior parte dei comuni italiani, anche se in alcune Regioni viene indicato come bollino verde. Sono esenti dal controllo periodico dei gas di scarico, i veicoli di proprietà delle Forze Armate e le auto non civili.

Dove si fa il bollino blu?

Il controllo dei gas di scarico e il relativo rilascio del bollino blu, viene effettuato in concomitanza con la revisione obbligatoria del veicolo.

In generale, il bollino blu, può essere rilasciato da un'officina autorizzata, dalla Motorizzazione Civile o dall'ACI.

In base al luogo in cui si decide di effettuare la revisione e il controllo delle emissioni delle sostanze inquinanti, varia il prezzo complessivo. Per conoscere la disciplina riguardante l'obbligatorietà del bollino blu, visto che potrebbe variare in base alla regione di residenza, è sempre consigliabile rivolgersi a officine autorizzate.

I tempi e le modalità previste per il controllo dei gas di scarico presso la Motorizzazione Civile, sono molto lunghe e articolate, quindi vi consigliamo di scegliere di effettuare la revisione presso le officine o l'ACI.

Bollino blu auto 2020: costi e scadenze

Dopo aver analizzato a cosa serve il bollino blu auto, cerchiamo di capire quali sono le scadenze e i costi previsti per questo ulteriore adempimento a carico del proprietario del veicolo.

Per quanto riguarda le scadenze previste per il bollino blu auto 2020 è opportuno controllare la data dell'ultima revisione periodica effettuata. Ad esempio, per un veicolo che è stato acquistato il 15 giugno 2016, la prima revisione e il contestuale bollino blu, dovrà essere effettuata entro il 30 giugno 2020 e poi a scadenza biennale, quindi giugno 2022, 2024 e così via.

Per quanto riguarda i prezzi della revisione e del bollino blu auto, possono variare in base al luogo in cui viene effettuato il controllo.

  • Se scegliete di fare la revisione e il bollino blu presso un'officina autorizzata, allora dovrete prevedere un costo di 64,80 €, comprensivo anche dei diritti DDT;
  • Nel caso in cui scegliete di farlo presso le officine ACI, la spesa sarà di 65,25 €, inoltre se non siete soci, dovrete aggiungere anche 25 €;
  • Presso la Motorizzazione Civile il costo della revisione e del contestuale bollino blu è di soli 45 €, ma come abbiamo segnalato in precedenza, i tempi sono molto lunghi e bisogna prima consegnare i moduli e poi attendere un appuntamento con un incaricato dell'ufficio preposto al controllo.

In caso di mancata revisione e controllo dei gas di scarico è prevista una sanzione che va dai 159,00 a 639,00 euro e la sospensione della circolazione fino alla conferma dell'esito positivo della verifica dei gas di scarico. Nel caso di controllo in autostrada e verifica di mancato adempimento della revisione è anche possibile comminare il fermo amministrativo del veicolo. Se si riscontrano mancate revisioni per più anni, la sanzione viene raddoppiata.

Bollino blu moto 2020: costi e scadenze

La revisione e il contestuale bollino blu sono previsti anche per i motocicli e si seguono le stesse scadenze previste per le auto.

Per chi possiede un motociclo registrato presso il Comune di Roma, è necessario provvedere al controllo dei gas di scarico una volta all'anno, per non incorrere in ammende. Il costo del bollino blu moto a Roma ha un costo fisso di 7,75 € all'anno, mentre se si effettua in concomitanza con la revisione biennale, il costo scende fino a 4 €. In passato il bollino blu moto era previsto anche per il Comune di Napoli, mentre oggi non vi sono disposizioni in merito.

Il bollino blu va esposto?

Essendo la materia automobilistica di competenza delle Regioni, non sempre è necessario o obbligatorio esporre il bollino blu (o verde in alcune Regioni) sul parabrezza dell'auto.

Il decreto del 28 febbraio del 1994, promulgato dal Ministero dei Trasporti, indicava come obbligatoria l'applicazione del bollino blu su ogni veicolo e in più era necessario possedere un certificato dove venivano indicati alcuni dati utili: data del controllo, targa del veicolo e i valori delle emissioni inquinanti rilevate.

Per semplificare e agevolare i controlli non è più obbligatorio esporre il bollino blu sul parabrezza del veicolo, ma in ogni caso avere un certificato che attesti l'avvenuto controllo dei gas di scarico.

Per essere sicuri che non sia necessario esporre il bollino blu è sempre opportuno controllare il regolamento previsto dalla propria regione di residenza.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 9 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 13/07/2020

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni