Serve assistenza?
02 55 55 5

Criptovalute e blockchain possono fare bene all'ambiente?

18 feb 2022 | 3 min di lettura | Pubblicato da Salvatore B.

facile.it/images/trading news mining ecologico criptovalute e blockchain possono fare bene all ambiente

Rispetto ai suoi albori, l'ecosistema delle criptovalute si sta spostando verso un futuro più sostenibile. La maggior parte dell'energia usata per estrarre le valute digitali (mining) proviene attualmente da fonti rinnovabili.

Piuttosto che danneggiare il pianeta, le operazioni di trading di criptovalute e la blockchain possono addirittura agire per il bene dell'ambiente.

Trova la migliore piattaforma per te
Trova la migliore piattaforma per te

Svolta sostenibile

Negli ultimi dieci anni, la circolazione delle criptovalute è cresciuta ben oltre ogni aspettativa e ha consentito di identificare gli aspetti da correggere di queste attività. Per esempio, gli algoritmi di consenso proof-of-work (i problemi matematici che i minatori di Bitcoin devono risolvere) richiedono effettivamente l'impiego di molta energia. Tuttavia, l'ecosistema delle criptovalute nella sua generalità sta convergendo verso una maggiore sostenibilità ambientale che porterà ad emissioni di CO2 significativamente inferiori.

Energia rinnovabile per andare da PoW a PoS

La diminuzione dell'impatto ambientale risulta evidente nel caso di Ethereum 2.0, che ricorre ad operazioni di mining tramite consenso proof of stake (PoS) in luogo di un modello proof of work (PoW) che invece richiede enormi quantità di energia per convalidare le transazioni e coniare nuovi token. Il sistema PoS richiede requisiti hardware significativamente più bassi di quello PoW. Alcuni modelli di previsione mostrano che il sistema PoS di Ethereum 2.0 sarà il 99% più efficiente dal punto di vista energetico dei modelli PoW.

Oltre ad Ethereum, altre blockchain di nuova generazione come Cardano, Polkadot, EOS e Cosmos hanno implementato modelli di mining PoS, ma al di là di questi progressi tecnologici, è anche importante notare che la maggior parte dell'elettricità usata per l'estrazione di criptovalute proviene attualmente da fonti rinnovabili.

Maggiore efficienza energetica grazie alle criptovalute

L'energia idroelettrica, in particolare, sta rapidamente emergendo come la fonte più usata per le operazioni di cripto-mining. Un altro fattore da considerare è che i minatori di criptovalute stanno sempre più utilizzando elettricità in eccesso che altrimenti andrebbe sprecata. L'emergere di aziende di mining ha assorbito capacità extra e ha impedito lo spreco di energia rinnovabile inutilizzata. È anche importante notare che il tradizionale sistema finanziario internazionale richiede molta più energia della rete Bitcoin. L'estrazione dell'oro, ad esempio, esercita un maggiore impatto ambientale poiché dipende fortemente dai combustibili fossili.

Le criptovalute e la blockchain possono effettivamente contribuire a ridurre i costi operativi del settore energetico. I progetti blockchain hanno infatti già trovato applicazione in una serie di campi diversi quali la distribuzione di elettricità all'ingrosso, il commercio di energia peer-to-peer, la gestione dei dati elettrici e il trading di materie prime.

Global Energy Supply Chain

Un'area che sembra prestarsi particolarmente a un cambiamento epocale è la catena globale di approvvigionamento del settore energetico (global energy supply chain). La transizione dai combustibili fossili inquinanti alle energie rinnovabili richiede infatti di mitigare e semplificare i processi coinvolti nell'estrazione e nel trasporto di energia. La blockchain fornisce una piattaforma che offre velocità ed efficienza in tempo reale unitamente a grande tracciabilità e trasparenza.

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Trading online

Confronta le migliori piattaforme

Piattaforme trading

Ultime notizie Trading

pubblicato il 25 marzo 2024
Vendere le criptovalute senza problemi con il fisco: ecco come fare

Vendere le criptovalute senza problemi con il fisco: ecco come fare

Alla luce del sempre crescente numero di operazioni di trading con Bitcoin, Ethereum e criptovalute, le autorità italiane hanno introdotto normative per la loro tassazione al fine di chiarire il quadro normativo fino ad ora nebuloso. L’Italia ha deciso di colmare almeno parzialmente questo vuoto normativo con la legge di bilancio 2023.
pubblicato il 13 marzo 2024
Nuovi ETF sul Bitcoin: gli aggiornamenti dal mondo delle criptovalute

Nuovi ETF sul Bitcoin: gli aggiornamenti dal mondo delle criptovalute

Gli appassionati di trading hanno certamente notato che la finanza istituzionale ha iniziato a guardare con occhio diverso le criptovalute. I nuovi ETF sul Bitcoin di grandi player come BlackRock e Fidelity Investments e altre società hanno superato i 16 miliardi di dollari di asset in gestione dal loro lancio all'inizio di gennaio.
pubblicato il 15 febbraio 2024
ETF sì o no? Le ultime notizie dal mondo delle criptovalute

ETF sì o no? Le ultime notizie dal mondo delle criptovalute

Investire in ETF può essere una mossa vincente? Scopriamo le ultime notizie sul mondo del trading.
pubblicato il 29 gennaio 2024
Gli investimenti in criptovalute degli italiani

Gli investimenti in criptovalute degli italiani

Autorevoli agenzie di stampa hanno diffuso i risultati di sondaggi dell'Osservatorio Blockchain and Web3 della School of Management del Politecnico di Milano secondo i quali quasi quattro milioni di italiani hanno dichiarato di effettuare trading di bitcoin e di possedere criptovalute.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968