Serve assistenza?
011 04 00 408

Passaggio di proprietà auto: calcolo, costo voltura e documenti

facile-sharing-image
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Voltura auto: è il passaggio di proprietà di un veicolo

  2. 2

    Tipologie: voltura di veicolo nuovo o di veicolo usato

  3. 3

    Scopri come si effettua un passaggio di proprietà per le auto e calcola il costo!

Hai mai pensato al noleggio?
Hai mai pensato al noleggio?

Il passaggio di proprietà dei veicoli, nuovo o usati, è un obbligo sia per chi acquista sia per chi vende.

Per quale motivo esiste questo obbligo in materia di assicurazione auto? Per la pubblica sicurezza. Le caratteristiche del veicolo unitamente alle generalità del proprietario devono essere conosciute con certezza dalle autorità. Le informazioni devono essere immediatamente disponibili all'interno del libretto di circolazione, quando vigili o polizia stradale fermano un'automobile.

Oltre a ciò la vettura deve essere inserita in un registro pubblico, il PRA, dove sono iscritti tutti i veicoli con targa. Si comprende come ogni passaggio di proprietà di una vettura ma anche di una moto debba essere aggiornato. Vediamo quali sono le procedure e i documenti necessari per il passaggio di proprietà di un veicolo nuovo, ossia acquistato da un rivenditore e per l'assicurazione cambio auto.

Sommario

Passaggio di proprietà di un veicolo nuovo

Facciamo un esempio. Supponiamo che un soggetto abbia intenzione di acquistare un'automobile nuova da un concessionario. Quale sarà la procedura per acquistare il veicolo?

Come detto ogni mezzo deve essere provvisto di carta di circolazione, con le informazioni relative al veicolo e al nuovo proprietario. Il veicolo deve essere stato sottoposto a pratica di immatricolazione in quella che fino a qualche tempo fa era chiamata Motorizzazione Civile e che oggi è il Dipartimento per i trasporti terrestri. Dopo essere stata sottoposta a tale registrazione la vettura verrà dotata di una targa che renda immediatamente verificabile la sua storia.

Oltre all'immatricolazione è necessario iscrivere la vettura sul Pubblico Registro delle Auto, recandosi allo Sportello telematico dell'Automobilista, indicato con l'acronimo S.T.A.

Ma chi deve occuparsi di queste pratiche? Il compratore usualmente si reca dal concessionario o all'autosalone e sceglie la vettura che più gli piace. Non deve caricarsi di altri oneri se non scegliere il modello e acquistare l'auto, con un assegno o accedendo ad un finanziamento. Tutte le altre pratiche burocratiche relative al passaggio di proprietà spetteranno al titolare della concessionaria. In molti casi le concessionarie delegano il lavoro burocratico ad agenzie specializzate.

Dunque le agenzie dovranno disporre di tutta una serie di documenti. Ecco quali sono i documenti necessari per la registrazione del veicolo:

  • un documento di identità e il codice fiscale di chi acquista l'auto;
  • un documento che ne attesti l'indirizzo di residenza;
  • l'atto relativo alla vendita del veicolo con firma autenticata e corredata di marca da bollo;
  • il modello NP2B compilato e firmato attraverso il quale si provvederà ad iscrivere il mezzo al Pubblico Registro Automobilistico;
  • il modulo TT2119 compilato mediante il quale l'acquirente presenta la domanda di acquisto.

Voltura di un veicolo usato

Piuttosto diversa la procedura quando la compravendita riguarda un veicolo usato In questo caso si parla di voltura. Supponiamo dunque che una persona voglia acquistare un'auto usata. Dunque è certo che l'acquisto sarà vantaggioso perché si fida della persona e sa che l'auto è in ottime condizioni, benché usata. A chi spetta portare avanti le pratiche?

La richiesta della voltura dovrà essere fatta all'ex motorizzazione, ossia al Dipartimento dei trasporti terrestri. L'ufficio preposto dovrà infatti occuparsi di aggiornare il libretto di circolazione del veicolo.

Un passo importante nei casi di voltura di un veicolo usato è l'autentica della firma del venditore sull'atto con cui quest'ultimo cede la vettura all'acquirente. È necessaria per il passaggio di proprietà del veicolo. La firma può essere autenticata presso gli S.T.A.

Entro 60 giorni dal momento dell'autenticazione della firma le due parti, ossia venditore e acquirente, devono registrare l'avvenuto passaggio. Ci sono tre sedi presso le quali entrambi, o soltanto una delle due parti, può recarsi:

  • gli uffici provinciali dell'Automobil Club – Pubblico Registro Automobilistico;
  • gli uffici provinciali del Dipartimento dei Trasporti Terrestri;
  • le agenzie per le pratiche auto oppure gli uffici delle delegazioni dell'Automobil Club.

C'è da specificare che quando l'autenticazione della firma del venditore avviene presso gli sportelli S.T.A., oppure negli uffici del Dipartimento trasporti terrestri, c'è l'obbligo del passaggio di proprietà contestuale.

In tutte le altre sedi il tempo a disposizione per il passaggio di proprietà è di 60 giorni a partire dall'autenticazione della firma sull'atto di vendita.

Cosa occorre per autenticare la firma del venditore che certifica l'atto di vendita? È sufficiente una marca da bollo dal costo di 16 euro. La marca verrà allegata all'atto, accompagnata dal documento di identità del venditore.

Dal 2015 è stata introdotta un'importante novità. Il certificato di proprietà era cartaceo, molti hanno sperimentato cosa volesse dire, soprattutto quanti acquistavano per esempio auto antiche. In molti casi il certificato era illeggibile, perché usurato dal tempo. Altre volte poteva essere smarrito, con tutti i problemi che ne derivavano. Da qualche anno non è più così. È stato introdotto il Certificato di Proprietà digitale. Sparisce dunque per la prima volta il documento di carta sia per le auto nuove sia per quelle usate.

Allo stesso tempo offre una possibilità di risparmio in quanto scongiura costi aggiuntivi. Data la possibilità che il certificato si deteriorasse o andasse perso, il venditore doveva riacquistarlo. Oggi invece è inserito in una banca dati telematica e può essere stampato in qualsiasi momento, proprio in occasione per esempio di una voltura.

C'è infine un altro vantaggio. Se il veicolo viene rubato i malfattori non potranno duplicare il certificato o rubarlo, nel caso in cui fosse conservato per esempio all'interno dell'auto.

Quanto costa un passaggio di proprietà auto

Dunque una persona che abbia finalmente scelto la sua nuova auto, oltre al prezzo di vendita dell'auto, quali altre spese dovrà sostenere? Molte persone preferiscono affidarsi ad agenzie per non doversi preoccupare troppo di tutto l'iter. Le file alla posta per pagare i bollettini sono quelle che spaventano di più. Le agenzie si accollano la procedura più fastidiosa e le lungaggini. È anche vero che c'è uno svantaggio in quanto le agenzie si fanno pagare il costo delle commissioni. Svolgere le pratiche per conto proprio comporta perdite di tempo ma permette di risparmiare.

Vediamo allora quali sono i costi:

  • l’Imposta Provinciale di Trascrizione: in questo caso l'importo è variabile, a seconda della zona in cui si risiede;
  • l’Imposta di Bollo utile alla Trascrizione al Pubblico registro automobilistico, il cui importo è di 29,24 euro;
  • diritti da versare al dipartimento dei trasporti terrestri, pari a 9,00 euro;
  • l’Imposta di bollo che serve ad aggiornare il Libretto di di Circolazione, pari a 14,62 euro;

Sanzioni per chi non rispetta la procedura di passaggio di proprietà

Le pratiche che venditore e acquirente devono effettuare per ufficializzare il passaggio di proprietà del veicolo, nuovo o usato che sia, servono per la sicurezza pubblica. La pena per non aver ottemperato a questa regola è disciplinata dal Codice della Strada. Infatti le sanzioni saranno comminate nel caso in cui risultino irregolarità durante un controllo da parte di Vigili Urbani e Polizia Stradale.

Facciamo qualche esempio. Supponiamo che un guidatore circoli su strada senza avere ottenuto il rilascio del libretto di circolazione. In questo caso la polizia stradale, o i vigili urbani durante un normale controllo di routine, possono contestare al guidatore l'inadempienza e comminare all'incauto automobilista una sanzione pecuniaria che varia dai 400 fino ai 1700 euro circa. Oltre al danno la beffa sarà quella di vedersi sequestrato il veicolo.

Hai mai pensato al noleggio?

Offerte confrontate

Confronta le offerte di auto in vendita su Facile.it e risparmia sulla tua auto prossima auto. Bastano 3 minuti!

Guide auto

pubblicato il 30 giugno 2022
Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

Tipologie di antifurto: come scegliere la più adatta in base alle proprie esigenze

In questo articolo parleremo degli antifurto per auto, dei dispositivi che hanno subito una modernizzazione in seguito agli ultimi sviluppi tecnologici. Ne descriveremo diverse tipologie per capire quale sia la migliore.
pubblicato il 30 giugno 2022
Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

Cos'è e come funziona la valvola termostatica auto

La valvola termostatica dell'auto è un pezzo essenziale per far funzionare al meglio il motore di ogni vettura. Ecco cos'è e come funziona a lungo termine.
pubblicato il 30 giugno 2022
Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

Quando cambiare i dischi dei freni all'auto

In questo articolo andremo a parlare dei dischi dei freni installati ormai su ogni automobile, capendo quando è necessaria la loro sostituzione per garantire la nostra sicurezza.
pubblicato il 30 giugno 2022
Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

Spie di allarme auto: quali sono e come riconoscerle

In questo articolo parleremo delle spie di allarme presenti su un'automobile, comprendendone il significato una per una. In questo modo sarà possibile sapere quale comportamento adottare in ogni situazione.
pubblicato il 29 giugno 2022
Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Gomme invernali: utilità, modelli e costi

Le gomme invernali devo essere installate nel periodo invernale per assicurare la massima stabilità di guida al veicolo e la dovuta sicurezza ai passeggeri della vettura.
pubblicato il 29 giugno 2022
Costo della patente B: tutte le spese da considerare

Costo della patente B: tutte le spese da considerare

In questo articolo affronteremo il complesso tema dell'iter necessario al conseguimento della patente B. Vedremo nel dettaglio tutte le spese da sostenere e i numerosi elementi che possono influenzare il costo finale.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Come togliere l'odore di fumo dall'auto: alcuni consigli utili

Vediamo come fare per rimuovere dagli interni dell'auto quel fastidioso odore di fumo che tende a impregnarsi nei tessuti e sulle superfici in modo efficace e sicuro.
pubblicato il 29 giugno 2022
Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Come guidare in sicurezza grazie al grip control

Il grip control è un sistema che consente di tenere sotto controllo l'aderenza di ogni vettura, a seconda del fondo stradale sul quale si sta circolando.

Ultime notizie auto

pubblicato il 6 dicembre 2022
Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Aumentano del 20% le vendite delle auto a batteria in Europa

Risultati positivi in Europa sulle vendite delle auto elettriche 100% a batteria, che fanno registrare un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. Calano invece le vendite in Italia e Danimarca.
pubblicato il 30 novembre 2022
Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Allerta smog: preoccupa la qualità dell'aria nelle città italiane nel 2022

Situazione allarmante sulla qualità dell'aria nelle città italiane. Dal dossier "Mal'aria 2022 edizione autunnale" realizzato da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, 13 città italiane monitorate non rispettano i valori suggeriti dall'OMS.
pubblicato il 29 novembre 2022
Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Offerte auto: le promozioni sulle city car a Novembre 2022

Se sei alla ricerca di city car a prezzi vantaggiosi, vai su Facile.it e scopri tra la vasta scelta di offerte quali sono le city car più economiche in vendita a Novembre 2022.
pubblicato il 18 novembre 2022
Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

Auto elettriche e costi ricarica: con le tariffe flat si risparmia

C’è molta preoccupazione tra i possessori di auto elettriche e ibride plug-in per l’aumento delle bollette dell’energia che inevitabilmente ricade sui costi delle ricariche, col rischio di pagare cifre un tempo impensabili. Tuttavia l’elettrico è ancora ampiamente conveniente.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968