Come trainare l'auto in caso di avaria senza incorrere in sanzioni

Se hai acquistato un'auto in vendita scegliendo tra quelle usate, a km0 o invendute, rimanere a piedi causa guasto è una di quelle situazioni in cui ci si può ritrovare, poco piacevoli da gestire. Data la complessità e la moltitudine di parti che compongono un veicolo, a causa di varie problematiche può accadere che non si è più in grado di spostare il mezzo dalla posizione nella quale si trova.
Batteria a terra, benzina finita nel serbatoio, rottura del motorino d'avviamento: queste sono solo alcune delle motivazioni più frequenti, che non ti permettono di utilizzare la macchina. In una situazione simile ti si prospettano due principali alternative: chiamare il carro-attrezzi e far trasportare l'auto presso un'officina o fino al proprio domicilio, oppure decidere di farla trainare da un altro mezzo. Ognuna delle possibilità ha i suoi pro e contro, ma soprattutto sono più o meno indicate in base alla situazione che ti si presenta.
Di seguito ci dedicheremo alla seconda opzione, ovvero il traino dell'automobile. Vedremo come è possibile effettuarlo nel modo corretto, in totale sicurezza, e senza incorrere in sanzioni derivanti dalla violazione delle norme prescritte dal Codice della Strada.

Sommario:

Trainare il veicolo in avaria

Se sei fortunato e trovi una persona fidata che possa trainare il tuo veicolo, sappi che per effettuare tutta la manovra senza infrangere le regole bisogna attenersi a quanto riportato all'articolo 165 del Codice della Strada. Infatti, in caso di mancato rispetto delle norme, verrà comminata una sanzione. In più, secondo quanto prescritto dalla legge, l'unica motivazione valida per il traino di un'automobile è una vera situazione d'emergenza, come appunto l'impossibilità di rimuoverla altrimenti dalla carreggiata o dalla posizione in generale in cui si trova.

Per di più, il veicolo trainante deve essere dotato necessariamente di un gancio traino omologato. Senza questa prerogativa, sarà assolutamente impossibile mettere in pratica la manovra. Oltre a tutto questo, per consentire il corretto svolgimento della fase di traino, il collegamento deve essere quanto più sicuro possibile. A tal proposito è bene dotarsi di fune d'acciaio o in alternativa di una barra dello stesso materiale, o ancora di una catena. Assolutamente da evitare tipi di collegamento realizzati con funi improvvisate o di materiali tendenti a usura, come potrebbe essere una fune di tipo nautico, inadatta a sostenere le sollecitazioni provocate da una tale situazione.

Articolo 165 del Codice della Strada

Per comprendere meglio come comportarsi, vale la pena sapere cosa è riportato nell'articolo 165. Come già citato poc'anzi, la prima importante puntualizzazione è sulla situazione che richiede di trainare il veicolo. Tale sistema di trasporto insomma deve essere effettuato se in quel momento non ci si può affidare ad altre soluzioni, e se risulta quella più efficace e rapida per sgomberare l'area. Poniamo ad esempio il caso di rimanere senza benzina: in questo frangente potrebbe accadere che l'auto sia con il serbatoio vuoto mentre si trova nel bel mezzo della corsia. Se l'unica soluzione percorribile per sveltire le operazioni di rimozione è il traino, questo è attuabile. Altra regola da seguire riguarda la già menzionata presenza del gancio traino sul veicolo che si occuperà di rimorchiare, e l'utilizzo di un sistema adeguato e sicuro come la precedentemente citata fune in acciaio o similare. L'articolo 165 inoltre prescrive che il veicolo trainato debba mantenere attivato il sistema luminoso intermittente (le "quattro frecce" per intenderci) oppure, nel caso queste non dovessero funzionare, il cartello dedito alle sporgenze longitudinali esplicato nell'articolo 164 del medesimo codice. In più, se ne è munito, il veicolo trainante deve mantenere acceso il segnalatore giallo lampeggiante tipico del soccorso stradale.

Come collegare i due veicoli

Viste le premesse, possiamo ora analizzare come dovrai mettere in collegamento i due veicoli, quello trainante e quello trainato. Per quanto riguarda il mezzo trainante, abbiamo visto come la fune o l'asta debba essere fissata al gancio traino. L'aggancio andrà assolutamente realizzato in modo tale da garantire la tenuta anche alle sollecitazioni più forti e brusche. Il veicolo trainato invece va legato nella parte anteriore, servendosi dei ganci appositi di cui ogni automobile è dotata. Questi solitamente si trovano o sul fondo vettura oppure in piccole zone nei pressi della griglia centrale. Potrebbe inoltre essere necessario rimuovere uno sportellino di forma quadrata che tende a nascondere il gancio stesso. Anche qui, il fissaggio deve garantire la tenuta in ogni situazione.
Per non creare delle condizioni di pericolo, è buona norma segnalare la presenza della fune legandole attorno il classico nastro bianco e rosso, oppure un qualcosa di catarifrangente. Questa accortezza permette agli altri utilizzatori della strada di capire che i due veicoli sono collegati, scongiurando una manovra pericolosa nel momento in cui un guidatore volesse passare tra le due auto.

Sanzioni in caso di inadempienza

Le regole sopra citate sono obbligatorie, quindi devono essere applicate in ogni situazione. Se dovesse venire riscontrata dalle forze dell'ordine anche una singola mancanza di quanto evidenziato, si può incorrere in sanzioni. A tal proposito, va anche aggiunto che questa pratica non è concessa su tutte le strade: è unicamente possibile su strade cittadine e provinciali. Ne consegue che in autostrada, sulle tangenziali e sulle strade extraurbane è sempre vietato trainare un veicolo. Anche dove concesso, non si può eccedere il limite di velocità di 30 Km/h, e si deve cercare di seguire i tragitti stradali più agevoli e meno trafficati possibile, e che non siano particolarmente dissestati. Nel caso in cui dovessi infrangere anche una sola delle regole prescritte dal Codice della Strada, ti verrà comminata una sanzione amministrativa che può partire da 85 euro fino ad arrivare ad un massimo di 338 euro.
Tante volte ricorrere al traino del veicolo non si rende nemmeno necessario, dato che molte coperture assicurative includono il trasporto del mezzo in panne mediante carro-attrezzi, quindi senza ulteriori costi rispetto a quelli previsti dalla propria polizza.

Vuoi evitare di rimanere a piedi causa guasto improvviso dell'auto? Meglio scegliere un'auto nuova oppure optare per il noleggio a lungo termine.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure