Come e quanto pagare di bollo auto in Lombardia: sanzioni, scadenze, esenzioni e riduzioni

La tassa regionale di possesso di un autoveicolo, altrimenti nota come bollo auto, è oggi un balzello annuale di entità commisurata all’impatto ambientale del mezzo; il calcolo del suo importo si effettua a partire dalla potenza e dalla classe ambientale del mezzo, due informazioni presenti su uno dei seguenti documenti in dotazione alla vettura: 

  • libretto di circolazione,
  • certificato di proprietà,
  • documento unico di circolazione.

Sempreché non si maturi il diritto a usufruire di una delle esenzioni e riduzioni che troveranno ampio spazio nel seguito di questo articolo, finché non si perde la disponibilità del veicolo in modo dimostrabile, ovvero tramite cessione, demolizione o a seguito di furto, il pagamento del bollo auto rimane obbligatorio.
Un esempio completo del calcolo esatto dell’importo del bollo, con le informazioni necessarie a eseguirlo da sé, sarà illustrato nel relativo paragrafo.

Sommario:

Bollo 2022: scadenze e novità in Lombardia

Sia in ambito nazionale che in quello regionale, per quest’anno non sono state introdotte novità di rilievo; di conseguenza l’unica variazione può riguardare coloro che hanno pagato il bollo con carta di credito nei primi sei mesi del 2021: essendo stato abolito il Cashback di Stato, quest’anno non si potrà contare sul rimborso parziale. Si suggerisce, tuttavia, una verifica con la propria banca, al fine di escludere o confermare eventuali simili iniziative di cashback avviate o prorogate per i propri clienti.

In quanto alla scadenza del pagamento, tutti coloro che non sono interessati dalle esenzioni di cui ai seguenti paragrafi devono pagare il primo bollo auto entro il mese di immatricolazione; qualora l’immatricolazione sia avvenuta negli ultimi 10 giorni del mese, la prima scadenza viene prorogata alla fine del mese successivo.
Il rinnovo annuale deve essere saldato entro il mese corrispondente a quello dell’immatricolazione.

Impatto ambientale, classe ambientale e imposizioni fiscale

Il calcolo del bollo auto si esegue a partire da potenza e classe ambientale del veicolo: due parametri che individuano l’entità delle sue emissioni inquinanti, espressa in termini di quantità di anidride carbonica rilasciate nell’aria per ogni chilometro di marcia: grammi di CO2/km.
Il concetto è immediato: più CO2 produce il veicolo durante la marcia, più inquina e più paga per il bollo auto annuale. In realtà l’incremento dei costi cui espone un’auto obsoleta e inquinante non finisce qui, perché auto meno efficienti consumano anche di più, comportando maggiori costi di rifornimento a parità di chilometri percorsi.

I soli veicoli con impatto ambientale locale nullo sono quelli a trazione elettrica: questi godono di un’esenzione specifica, vantando emissioni di CO2 pari a zero. 
Per l’esattezza, l’acquisto di veicoli elettrici garantisce in Lombardia un’esenzione dal pagamento del bollo auto nei primi 5 anni.
Un beneficio fiscale è riservato anche ai veicoli omologati per l’alimentazione esclusiva a GPL/Metano, che ottengono da subito uno sconto del 75% sul costo del bollo; calcolato rispetto a una vettura di pari potenza in classe Euro 6.

Sebbene i modelli a trazione puramente elettrica risultino tuttora relativamente poco disponibili sul mercato delle auto usateauto km 0 o invendute, tuttavia le vetture a GPL/Metano risultano molto più comuni e con prezzi molto interessanti.

Ulteriori esenzioni e riduzioni in Lombardia

Esaurite le esenzioni per taxi e vetture in servizio NCC, restano in vigore quelle per le seguenti categorie di veicoli e utenti:

  • mezzi intestati a persona con disabilità o familiare che ce l’ha in carico fiscale;
  • mezzi di interesse storico iscritti a uno dei registri riconosciuti;
  • mezzi ultratrentennali, che non risultino adibiti a uso professionale.

L’esenzione a seguito di disabilità si ottiene solo presentando una documentata istanza tramite uno dei seguenti canali:

  • area personale del sito regionale, sezione Tributi;
  • delegazioni territoriali ACI;
  • posta elettronica certificata, PEC, scrivendo all’indirizzo presidenza@pec.regione.lombardia.it, allegando copia documento d’identità o firmando digitalmente;
  • posta ordinaria, inviando modulo compilato e firmato, unitamente a copia documento d'identità, presso:

Regione Lombardia
Direzione Centrale Bilancio e Finanza
U.O. Tutela delle Entrate Tributarie Regionali
P.za Città di Lombardia, 1 - 20124 Milano

Calcolo del bollo auto

Prendendo nota della seguente tabella, sarà possibile calcolare il bollo auto grazie ai dati di potenza e classe ambientale del veicolo.

Classificazione Ambientale Bollo auto per kW di potenza

Euro 0 3.00 €/kW fino a 100 kW + 4.50 €/kW per ogni kW supplementare
Euro 1 2,90 €/kW fino a 100 kW + 4,35 €/kW per ogni kW supplementare
Euro 2 2,80 €/kW fino a 100 kW + 4,20 €/kW per ogni kW supplementare
Euro 3 2,70 €/kW fino a 100 kW + 4,05 €/kW per ogni kW supplementare
Euro 4-5-6 2,58 €/kW fino a 100 kW + 3,87 €/kW per ogni kW supplementare

Supponendo di disporre di un’auto con 120 kW di potenza in classe Euro 5, il quinto rigo ci informa che si dovranno pagare 2.58 € per ognuno dei primi 100 kW di potenza, più altri 3.87 € per ognuno dei restanti 20 kW: (2.58 x 100 + 3.87 x 20) € = 335.40 €.
Acquistando un modello disponibile tra le auto in vendita, si tenga presente che tanto maggiore è la potenza tanto più si dovrà pagare, a parità di classe ambientale. Chi optasse per un’auto vintage, soprattutto se molto potente, dovrebbe considerare che il costo per singolo kW di potenza può crescere fino a 4.50 €
Chi possiede già la vettura o comunque ne conosce la targa, la data d’immatricolazione e la potenza può procedere al calcolo direttamente sulla homepage dell’ACI, prima cliccando su Bollo Auto e in seguito su Calcolo del bollo.
Questo medesimo canale è utilizzabile anche per verificare la regolarità delle ultime quattro annualità, nel caso di residenti in Lombardia o altra regione convenzionata con l’Automobile Club d’Italia.

Canali e modalità di pagamento in Lombardia

I canali di pagamento a disposizione dei residenti sono i seguenti:

  • ACI Bollonet;
  • Poste Italiane, pagamento online e attraverso altri canali disponibili alla clientela;
  • punti vendita Lottomatica e SisalPay;
  • delegazioni territoriali ACI;
  • punti vendita locali Mooney;
  • agenzie Sermetra;
  • banche e altri operatori aderenti all’iniziativa PSP, tramite applicazione home banking, ATM e altri canali resi disponibili alla propria clientela.

Domiciliazione bancaria

L’ultima opzione di pagamento è la domiciliazione bancaria, grazie alla quale i residenti ottengono uno sconto automatico del 15% sull’importo del bollo auto.
Il mandato di autorizzazione va inoltrato tramite uno dei seguenti canali predisposti dall’ente regionale:

  • online, dalla sezione "Domiciliazione" della propria Area Personale Tributi;
  • in modalità cartacea, inviando il modulo all’indirizzo:

Regione Lombardia
Casella Postale 11048
20124 Milano
L’istanza di domiciliazione corretta è scaricabile dalla pagina dedicata sul sito di Regione Lombardia.

Sanzioni

Tardando a pagare il bollo auto in Lombardia si andrà incontro alle seguenti sanzionicommisurate all’entità del ritardo:

  • 0.1%, per ogni giorno di ritardo, più l’interesse legale giornaliero, per chi paga entro 15gg dalla scadenza;
  • 1.5% più l’interesse legale giornaliero, per chi paga entro 30 giorni;
  • 1.67% più l’interesse legale giornaliero per chi paga entro 90 giorni;
  • 3.75% più l’interesse legale giornaliero, per chi paga entro l’anno.
Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure