02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Agenzia delle Entrate e conti correnti: il punto sui controlli

Agenzia delle Entrate e conti correnti: il punto sui controlli

Da qualche anno si sono intensificati i controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate sui conti correnti dei contribuenti allo scopo di rilevare irregolarità e incongruenze tra entrate dichiarate e tenore di vita. Al redditometro, attualmente sospeso, si è aggiunto in fase sperimentale il risparmiometro. Alcune novità sono state introdotte relativamente allo spesometro e quindi alla fatturazione.

Andiamo con ordine. Il Decreto Dignità (dl 87/2018) ha di fatto sospeso l’utilizzo del redditometro per gli anni d’imposta dal 2015 a oggi, pur mantenendo valide le eventuali procedure già avviate relative agli ultimi tre anni. Salvi gli inviti a fornire al fisco i dati per gli anni di imposta precedenti. Risulta invece ancora in fase di sperimentazione il risparmiometro, che, come vuole il nome, va a misurare e controllare i risparmi attraverso un algoritmo alla ricerca di incongruenze tra le entrate dichiarate, le uscite e le giacenze in conto. L’accertamento potrebbe scattare per incongruenze superiori al 20%, ma si passerebbe sempre e comunque da un contraddittorio attraverso il quale il contribuente ha la possibilità di dimostrare la regolarità della propria posizione. Il risparmiometro può far passare sotto la lente diversi rapporti bancari: conti correnti, conti deposito e obbligazioni, carte di credito, compravendite di preziosi.

Per quanto riguarda invece lo spesometro e quindi le verifiche per i titolari di partita IVA, il nuovo decreto stabilisce che i dati delle fatture emesse e ricevute nel terzo trimestre 2018 possano essere trasmessi con termine ultimo fine febbraio 2019, e non più entro il mese di novembre 2018. È stato inoltre bloccato lo strumento dello spesometro verso i produttori agricoli che operano ad IVA agevolata. L’obiettivo sembrerebbe essere, il linea generale, ridurre o abolire parte degli strumenti di controllo finora esistenti per sostituirli con nuove procedure di controllo dei redditi dichiarati e della fatturazione. Tra i provvedimenti in partenza a gennaio 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica per imprese e professionisti.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
Costo annuo Zero spese
Banca:UniCredit
Prodotto:Conto My Genius
  • Carta Prepagata
  • Apertura on line
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Bancomat
Costo annuo Zero spese
Banca:Webank
Prodotto:Conto Webank
  • Carta Prepagata
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Zero spese
  • Carta di credito
  • Internet banking
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »
pubblicato da il 24 settembre 2018

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti