Quale multa si rischia in caso di mancata revisione

La revisione dell'auto è un accorgimento fondamentale sotto diversi aspetti. Grazie a questo passaggio, è possibile accertare il corretto funzionamento della propria vettura, con la prospettiva di continuare a farla circolare senza alcun rischio per se stessi e per gli altri. Ad ogni modo, è essenziale tenere d'occhio le relative scadenze, al fine di evitare di dimenticarsi di un'operazione tanto importante.

Chi guida la propria auto senza revisione rischia di andare incontro a sanzioni economiche davvero molto salate. Se questa operazione non viene compiuta in base alle scadenze di ogni auto in vendita, la multa inizia a diventare uno spettro concreto. Ed ecco che è necessario sapere quanto pagare nel caso in cui tale accorgimento venga dimenticato, con la chance di muoversi al meglio anche quando si commette una piccola dimenticanza. Tuttavia, il margine di tolleranza è limitato e ciò va sempre tenuto sotto controllo.

Scopri su Facile.it le auto offerte con rottamazione e scegli tra un usato, un'auto nuova oppure una km 0. Se hai un budget limitato, scopri i modelli di auto invendute, invece, se vuoi evitare di doverti occupare di tutte le pratiche ed i costi di gestione dell'auto, puoi optare per la formula di noleggio a lungo termine.

Sommario

Perché non si può fare a meno della revisione dell'auto

La revisione dell'auto è un passaggio obbligatorio in base al Codice della Strada. Si tratta di un intervento che deve essere compiuto in base a una scadenza ben definita, in grado di accertare il corretto funzionamento delle varie componenti di una vettura. In questo modo, è possibile garantire una sicurezza ottimale al guidatore e ai passeggeri, senza ovviamente dimenticare i conducenti degli altri mezzi di trasporto e i pedoni.

Entrando nei particolari, stiamo parlando di una tipologia di manutenzione ordinaria che si effettua entro un determinato limite temporale. Se non viene eseguita, si va incontro a una sanzione pecuniariadi varia entità. È l'articolo 80 a sottolineare la necessità e l'imposizione a portare a termine la revisione seguendo le normative in vigore. Ogni vettura deve circolare su strada e trasportare persone e oggetti all'insegna della massima efficienza meccanica. Ciascun accorgimento deve essere attuato con l'obiettivo di rispettare la salute pubblica e salvaguardarne la quiete, tramite alcune misure da compiere per limitare le emissioni e l'inquinamento acustico.

Quanto bisogna pagare in caso di mancata revisione

La mancata revisione comporta una multa elevata, che però varia a seconda di diverse componenti. Il range è generalmente compreso tra i 169 e i 7953 euro. Detta in questo modo, un'oscillazione così ampia sembra quasi inspiegabile, eppure ogni fattore può contribuire a incrementare o diminuire tale spesa. In primo luogo, va ricordato che chi viene controllato dalle forze dell'ordine e non è in regola con la revisione può fare solo una cosa, ossia pagare la multa. Non esiste alcun margine per aggirare questo vincolo, a parte un'eccezione che sarà spiegata nelle prossime righe.

Già nella giornata seguente rispetto al limite temporale stabilito sul libretto di circolazione, la Polizia di Stato emette una multa compresa tra i 169 e i 679 euro, sempre a seconda di alcune varianti ben definite. Se il conducente è recidivo, la sanzione economica viene subito raddoppiata. Di conseguenza, si può ben intendere quanto la revisione dell'auto sia essenziale sotto tutti i punti di vista, in primis per quanto riguarda la sicurezza stradale in ogni sua componente. Il discorso è valido allo stesso modo per auto usate e nuove, senza alcuna distinzione in merito.

Quanto si paga se si circola senza aver effettuato la revisione

La situazione peggiora ulteriormente quando il conducente continua a circolare tranquillamente con mancata revisione. Non sono sufficienti le sanzioni economiche citate in precedenza: la vettura viene sospesa dalla circolazione e la misura è segnalata sul relativo libretto. L'unico tragitto che può essere percorso dall'automobilista è quello che deve condurre la vettura verso il centro specializzato presso il quale effettuare tutti i dovuti controlli, in seguito a un appuntamento prestabilito.

Quanto si paga in caso di mancata revisione con l'aggravante della libera circolazione? Le somme citate prima sono davvero nulla rispetto a quelle che stanno per essere menzionate di seguito. Infatti, il proprietario dell'auto è costretto a pagare una cifra compresa tra i 1957 e i 7953 euro. Se si infrange la legge a più riprese, anche in questo caso bisogna tenere conto dell'aumento della sanzione economica dovuto alla recidività. La vettura può essere sequestrata per almeno 90 giorni e inserita in regime di fermo amministrativo. Nei casi più complicati, si arriva persino fino alla sua definitiva confisca.

Un discorso a parte va portato avanti nel caso in cui l'automobilista effettui una revisione dell'auto falsa. Una dichiarazione simile viene a sua volta punita sotto l'aspetto economico e non solo, con una sanzione compresa generalmente tra i 419 e i 1682 euro. Ma ciò non basta: le forze dell'ordine hanno tutto il diritto di ritirare il libretto di circolazione del mezzo incriminato, con l'impossibilità di poterlo guidare ovunque. Dall'altra parte, anche il centro di revisione che si rende colluso per un atto simile va incontro a una multa piuttosto salata, tra i 422 e i 1695 euro, oltre a essere definitivamente rimosso dal relativo registro e diventare fuori legge.

Cosa fare per non effettuare la revisione dell'auto

Come bisogna agire per evitare di effettuare la revisione dell'auto, e quindi di pagarla. La risposta a tale quesito è molto semplice: non si può fare nulla. L'unica operazione da compiere è revisionare il veicolo quando richiesto, senza se e senza ma. Tuttavia, esiste un caso particolare nel quale è possibile avere qualche giorno di tolleranza e sottoporre la vettura alla manutenzione periodica obbligatoria senza essere alle prese con alcuna sanzione economica.

Infatti, per alcune ragioni, il conducente può dimenticarsi di effettuare la revisione, o comunque essere distratto da altri eventi traumatici della propria vita. Dai problemi di salute all'esigenza di stare altrove per motivi indipendenti dalla propria volontà, senza dimenticare i lutti, è possibile dimostrare determinate situazioni. Alcuni comuni vogliono consentire agli automobilisti di effettuare l'intervento anche in ritardo e senza alcuna conseguenza. Il margine di tolleranza è pari a dieci giorni, con l'esigenza di dimostrare le ragioni per le quali la scadenza non sia stata rispettata e la prospettiva di annullare ogni sanzione pecuniaria e amministrativa.

Revisione dell'auto: l'importanza di effettuarla con la massima puntualità

Nel complesso, ciò che conta è sottoporre la propria vettura a una revisione puntuale, presso uno dei centri specializzati. La spesa varia a seconda della modalità prescelta e non scende mai al di sotto dei 45 euro stabiliti dalla Motorizzazione Civile, mentre le autofficine possono anche arrivare a far spendere tra i 70 e i 100 euro. La prima revisione risulta obbligatoria a quattro anni dalla prima immatricolazione effettuata, mentre le altre sono a scadenza biennale. Non bisogna mai dimenticarsi di tali soglie temporali e tenere sotto controllo ogni data, al fine di continuare a guidare senza alcun rischio e salvaguardare la sicurezza di se stessi e degli altri.

Auto in pronta consegna Risparmia fino al 40%

Offerte confrontate

Confronta le offerte di noleggio auto a lungo termine su Facile.it e risparmia sulla tua auto a noleggio. Bastano 3 minuti!

Guide al noleggio auto

Guide auto

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure