Serve assistenza?
02 55 55 5

Squid Crypto: il caso della criptovaluta ispirata a Squid Game

26 nov 2021 | 3 min di lettura | Pubblicato da Salvatore B.

trading news squid crypto criptovaluta squid game

Il clamoroso successo di Squid Game, la serie che il regista e sceneggiatore Sud-Coreano Hwang Dong-Hyuk ha creato per la piattaforma TV Streaming Netflix, ha fatto scatenare il popolo del web che ha condiviso meme virali.

Sulla scia di questi è nata Squid Crypto, una criptovaluta meme ispirata a questo sceneggiato. Tuttavia, il caso di Squid Crypto è stato subito etichettato come una truffa. Vediamo perché.

Trova la migliore piattaforma per te
Trova la migliore piattaforma per te

Una criptovaluta play-to-earn

La valuta emessa è entrata nella categoria play-to-earn cryptocurrency, cioè una moneta necessaria per partecipare a videogiochi che può anche essere un premio per i contendenti più bravi. I possessori di queste possono scambiarle con altre monete digitali o fiat.

La comunità degli appassionati di trading di monete digitali ha subito il fascino della Squid Crypto e il prezzo di questa dopo poche settimane dal suo lancio è salito verticalmente a 2.586 dollari, ingolosendo investitori che dopo non hanno potuto incassare le plusvalenze rivendendo i propri token.

Ciò ha fatto crollare il valore della criptovaluta a 1 centesimo. Secondo le riviste di settore, gli sviluppatori di Squid hanno raccolto quasi 3 milioni di euro (3.38 milioni di dollari).

L'ennesimo caso di pump-and-dump

La comunità degli investitori in criptovalute ha subito catalogato l’accaduto come una truffa rug pull. Questa si verifica quando i promotori di un token digitale attirano compratori, per poi fermare l'attività di scambio e sparire con il denaro raccolto dalle vendite.

Gli investitori avrebbero dovuto iniziare nel mese di Novembre a partecipare al gioco che richiedeva l’uso di queste monete. Tuttavia, gli esperti di criptovalute avevano riscontrato diversi segni rivelatori del fatto che si trattava probabilmente di una truffa. Il sito web di Squid conteneva molti errori di ortografia ed errori grammaticali. Inoltre il sito non è più online, così come i relativi account dei social media.

Squid non è il primo e purtroppo non sarà neanche l’ultimo caso di truffa pump and dump. Questo schema fraudolento sta diventando frequente nel mondo delle criptovalute poco scambiate, vista l’assenza di un rigido quadro normativo del settore. I truffatori che perseguono questi piani iniziano a diffondere false notizie positive sulla valuta facendone salire artificiosamente il prezzo. A questo punto il malfattore vende la sua quota ai compratori che ancora arrivano facendo crollare il prezzo.

Come evitare le truffe

Un modo per evitare di diventare vittima di uno schema di pump-and-dump nel mercato azionario è quello di concentrarsi su azioni scambiate su mercati consolidati come il New York Stock Exchange (NYSE) o il Nasdaq, che impongono rigorosi requisiti di quotazione. Un rimedio per evitare questi pericoli nel mercato delle criptovalute consiste nell’investire in monete ampiamente adottate come Bitcoin ed Ether tramite piattaforme affidabili come Coinbase (NASDAQ: COIN).

Squid era disponibile per la vendita su mercati decentralizzati che consentono agli acquirenti di negoziare direttamente con i venditori, senza un'autorità centrale. Inoltre, le criptovalute hanno valore solo se i loro possessori le ritengono equivalenti alle valute fiat. Questa percezione può cambiare in qualunque istante: infatti, le criptovalute hanno valore solo se una controparte è disposta a pagare per esse. Se non è possible rivenderle, allora si tratta semplicemente di una truffa.

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Trading online

Confronta le migliori piattaforme

Piattaforme trading

Ultime notizie Trading

pubblicato il 24 ottobre 2023
Il “crollo” del mercato NFT: cosa sta succedendo?

Il “crollo” del mercato NFT: cosa sta succedendo?

Si può dire che il mercato degli NFT sia arrivato alla fine? Leggi le ultime notizie sul mondo del trading su Facile.it.
pubblicato il 27 luglio 2023
Bitcoin e Criptovalute: analisi e prospettive per il 2023

Bitcoin e Criptovalute: analisi e prospettive per il 2023

Gli appassionati di trading hanno sicuramente notato che dall’inizio di quest'anno il prezzo del Bitcoin ha superato i 30000 Dollari USA marcando un ragguardevole guadagno di quasi +80% da Gennaio di quest’anno. La volatilità è la caratteristica principale della più importante tra le valute digitali.
pubblicato il 8 giugno 2023
Che anno sarà il 2023 per le criptovalute?

Che anno sarà il 2023 per le criptovalute?

Le performance passate del mercato delle criptovalute suggeriscono che il 2023 sarà un anno positivo per effettuare operazioni di trading. Negli ultimi anni il mercato delle criptovalute ha viaggiato sulle montagne russe, con repentini cambiamenti dei prezzi.
pubblicato il 15 maggio 2023
L’halving di Bitcoin e il suo impatto sul prezzo delle criptovalute

L’halving di Bitcoin e il suo impatto sul prezzo delle criptovalute

L'halving (detto anche dimezzamento, in italiano) di Bitcoin è un evento che si verifica circa ogni quattro anni e comporta che la ricompensa per i miner di Bitcoin venga dimezzata. Questa operazione ha però un impatto sul prezzo che le criptovalute possono avere. Oggi ti spieghiamo come.
© 2023 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968