02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Il decoder: differenze fra digitale terrestre e satellitare

Il decoder: differenze fra digitale terrestre e satellitare

Decoder è una parola entrata orai nel gergo comune, ma spesso si fa ancora confusione tra la versione digitale terrestre e quella satellitare. Scopriamo quali sono le caratteristiche e le differenze di questi dispositivi.
 

Decoder: cos’è e a cosa serve

Il decoder, nell’accezione “televisiva” del termine, è un dispositivo elettronico che consente la fruizione di canali e servizi altrimenti non disponibili con le funzionalità di un comune televisore. Le versioni attualmente più diffuse sono i decoder digitali terrestri e i decoder digitali satellitari, che fanno parte della categoria dei set-top box, un’ampia famiglia di apparecchi televisivi che comprende anche gli ormai obsoleti decoder analogici.
 

Decoder digitale terrestre: cos’è e come funziona

Il passaggio totale alla tv digitale terrestre (DTT), in gergo switch-off, è stato ultimato in Italia il 4 luglio 2012. Ciò significa che da quella data, in ogni zona del Paese, i contenuti televisivi non vengono più trasmessi per via analogica, ma solo per via digitale e si possono fruire esclusivamente con l’ausilio di un apposito decoder o di un televisore con decoder incorporato.

I produttori di decoder per il digitale terrestre propongono i loro prodotti in vari modelli e fasce di prezzo, a seconda delle funzionalità offerte e dell’eventuale presenza di componenti aggiuntivi quali un hard disk interno per la registrazione dei programmi. Generalmente, si fa una distinzione fra:

  • decoder che consentono la ricezione dei soli canali in chiaro, chiamati anche decoder zapper e contrassegnati con un bollino grigio DGTVi;
  • decoder che oltre ai canali in chiaro consentono la fruizione di programmi a pagamento e servizi interattivi (ad esempio quelli di Mediaset Premium), contrassegnati con il bollino blu DGTVi;
  • decoder che consentono la visualizzazione di programmi in alta definizione, sia in chiaro che per la Pay TV, contrassegnati con il bollino gold DGTVi.
In caso di problemi con il DTT richiedi una revisione dell’impianto per verificare lo stato e il corretto puntamento dell’antenna.


Decoder digitale satellitare: cos’è e come funziona

I decoder satellitari permettono di decodificare il segnale veicolato tramite tecnologia digitale satellitare. La grossa differenza con i decoder digitali terrestri sta nella presenza necessaria di un’antenna parabolica, che riceve il segnale satellitare per permettere al decoder, a cui è collegata via cavo, di decrittarlo.

Per i decoder digitali satellitari si fa una distinzione molto simile a quella dei decoder terrestri:

  • decoder che dà accesso ai soli canali in chiaro con definizione standard;
  • decoder che consentono la visualizzazione dei canali a pagamento della Pay TV (l’esempio tipico è Sky);
  • decoder con supporto ai canali della Pay TV in alta definizione a 720p (HD Ready);
  • decoder con supporto ai canali della Pay TV in Full HD a 1080p.
Se vuoi installare la parabola sul tetto della tua casa il condominio non può opporsi e deve concedere l’uso delle canalizzazioni condominiali per il passaggio del cavo.

Vota la guida:

Valutazione media: 4,5 su 5 (basata su 25 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe Pay TV, scegli l'offerta migliore e richiedi l'attivazione on line.

Operatori Pay TV

Scopri le informazioni societarie degli operatori Pay TV, con le offerte disponibili.

Tutte le piattaforme

Guide alla Pay TV