02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Bitstream

Con il termine bitstream si fa riferimento a una tipologia di accesso alla rete, per fornire una copertura internet a banda larga ai consumatori.

Nella fattispecie, si parla di bitstream quando l'operatore principale di una determinata area geografica mette a disposizione le sue infrastrutture al cliente finale, ma anche ai suoi concorrenti diretti denominati OLO, concedendo loro la possibilità di rivendere il servizio nel mercato della libera concorrenza. Questo è possibile in Italia dal 2007, quando diverse delibere hanno imposto queste regole a Telecom Italia. La manutenzione e l'accesso alle infrastrutture resta però a carico solamente dell'ente proprietario, in quanto gli operatori acquisiscono solo il diritto di utilizzo all'ingrosso, o wholesale. Il bitstream ha permesso all'utilizzatore finale di avere più offerte, costi inferiori dovuti alla concorrenza e qualità del servizio migliore.

Il segnale percorre quindi il doppino telefonico, o la tratta di fibra ottica, dall'abitazione del cliente fino alla più vicina centrale di smistamento. Una volta in centrale, grazie ad un'apparecchiatura denominata DSLAM, il segnale viene instradato in un'unica linea fino al POP più vicino di quel determinato operatore. La normativa europea prevede che se l'operatore dominante, oggi TIM, fornisce un determinato servizio a una società esterna, deve fornire lo stesso servizio a qualunque società lo richieda. Annualmente Telecom Italia, ed ora TIM, fornisce una lista di offerte di interconnessione alle sue linee.

Il bitstream può essere di due differenti tipologie: ATM o Ethernet. L'Asynchronous Transfer Mode (ATM) trasmette pacchetti di dimensione fissa pari a 53 Byte con una tecnologia di commutazione a circolo virtuale, mentre la Ethernet utilizza protocolli di commutazione a pacchetto.

La differenza sostanziale tra il bitstream e l'ULL è che per quest’ultimo l'operatore affitta uno spazio fisico nella centrale operativa, dove può installare le sue apparecchiature e collegare i doppini telefonici fisicamente. In entrambi i casi, è sempre AGCOM, in Italia, a stabilire e decidere le tariffe che gli OLO devono corrispondere all'operatore dominante.

ADSL: confronta le tariffe Verifica copertura »
Vota la voce del glossario:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 6 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Voci correlate

Offerte confrontate

Con Facile.it puoi confrontare le offerte ADSL degli operatori, scegliere l'offerta più adatta alle tue esigenze e richiedere l'attivazione online.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Operatori ADSL

Guide all'ADSL

Guide ADSL