02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Telefonia fissa, le agevolazioni per non udenti e non vedenti

In pochi ne sono a conoscenza, ma le persone sorde, non vedenti e ipovedenti, così come i nuclei familiari a cui appartengono hanno diritto a degli sconti sui contratti di telefonia fissa e connessione dati. A stabilirlo è la delibera numero 46/17/CONS dell'Autorità garante per le comunicazioni, che prevede la possibilità di scegliere tra diversi tipi di tariffe. Gli sconti sono permanenti, e l'unico vincolo è quello di non poter richiedere più di un'agevolazione per nucleo familiare.

Tre offerte per telefonia e navigazione

Indipendentemente dall'operatore scelto, le alternative sono tre, e la prima prevede una riduzione del 50% del canone mensile su un'offerta "casa voce" + traffico dati, e riguarda sia le offerte flat, quell cioè "tutto compreso" sia le "semiflat", come i pacchetti dove per esempio si paga solo lo scatto alla risposta. Se non si ha bisogno del contratto voce, si può scegliere invece uno sconto del 50% dell'offerta internet senza telefono. In questo caso, spiega l'Agcom, lo sconto si applica solo sul prezzo pieno dell'offerta, e non su un eventuale prezzo promozionale. Infine, si può decidere un tradizionale contratto di navigazione a consumo, a cui aggiungere almeno 180 ore al mese di navigazione internet gratuita. Le promozioni non sono tutte uguali, e anche in questo caso vale la pena osservare e confrontare le proposte delle diverse compagnie.

Dove trovare informazioni

Come trovare le offerte dedicate? In realtà non è difficile, perché tutti gli operatori di telefonia fissa sono tenuti a garantire le agevolazioni e a pubblicare sul proprio sito web le proposte riservate a queste categorie di utenti. Per trovarle è sufficiente digitare su un qualunque motore di ricerca il nome dell'operatore, accompagnato dalla dicitura "agevolazioni per non vedenti e non udenti", oppure "agevolazioni per persone con disabilità". Ovviamente le informazioni devono essere fornite in modo da essere comprese anche da chi ha disabilità visive o uditive, e infatti, spiega l'Agcom, per chi ha problemi di udito tutto deve essere illustrato con "adeguate soluzioni grafiche" oppure attraverso un video in lingua dei segni, mentre, con riferimento ai non vedenti, il testo deve essere accompagnato da una guida audio. Se la ricerca non dà risultati si può comunque chiamare il Servizio clienti di cascun operatore, e chiedere in quella sede le informazioni necessarie. Tra l'altro, le società sono anche tenute a soddisfare ogni richiesta di cambio di piano tariffario che arrivi dall'utente, senza addebitare alcun costo aggiuntivo. L'unica eccezione è ammessa in caso di richieste di cambio di profilo tariffario "ripetute e immotivate", scrive l'Agcom.

Come fare domanda: il modulo e i documenti

Una volta scelta l'offerta, il cliente non deve fare altro che compilare la richiesta, in genere scaricando un modulo dai siti delle società telefoniche. Alla domanda vanno poi allegati alcuni documenti, il primo dei quali è la copia del documento i identità, accompagnato da una copia della certificazione medica rilasciata dalla Asl o da altro ente autorizzato, che attesta la disabilità. Nel caso in cui la domanda sia presentata da un convivente, per esempio un genitore della persona interessata, va allegata anche la certificazione dello stato di famiglia, o un'autocertificazione.
Che succede dopo? Bisognerà attendere la conferma dell’attivazione da parte dell'operatore, che lo comunicherà ai numeri indicati, dopodiché partirà la tariffa scontata.

pubblicato da il 9 agosto 2022

Autore

Foto Autore

Pugliese trapiantata in Emilia, giornalista professionista dal 2005, laurea in filologia romanza e master in giornalismo all’Università di Bologna.

Ultime notizie ADSL

News ADSL

Guide all'ADSL

Guide ADSL

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Operatori ADSL

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure