02 55 55 5 Lun-Sab 9.00-21.00
  • Facile.it >
  • News >
  • Bollette: mercato libero o tutelato? 7 milioni di italiani non lo sanno

Bollette: mercato libero o tutelato? 7 milioni di italiani non lo sanno

Bollette: mercato libero o tutelato? 7 milioni di italiani non lo sanno

La fine del mercato tutelato, prevista per l’inizio del 2022, è stata rimandata al primo gennaio 2023. Forse un bene se si considera che quando si parla di mercato libero o tutelato sono ancora molti i consumatori con le idee poco chiare; secondo l’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat e realizzata su un campione rappresentativo della popolazione nazionale* addirittura 7 milioni di italiani non sono in grado di dire se il loro contratto di luce o gas sia con un operatore del mercato libero o nel servizio di maggior tutela.

La situazione migliora solo di poco se ci si rivolge agli intervistati che hanno dichiarato di essere nel mercato tutelato; tra loro il 35,4% ha dichiarato di non essere a conoscenza della fine di questo regime. La percentuale arriva addirittura al 41,8% tra i rispondenti residenti nelle regioni del Centro Italia.

Fine del mercato tutelato…chi non sa, e chi non si attiva

Analizzando nel dettaglio le risposte degli intervistati che hanno un contratto nel mercato tutelato emerge che, forse a causa dei numerosi rinvii che si sono susseguiti nel corso degli ultimi anni, quasi 1 su 2 (49,5%) ha dichiarato di non essersi ancora attivato per trovare un’alternativa nel mercato libero, pur sapendo della fine del regime di tutela.

Scomponendo il campione a livello territoriale emerge che i più pigri sembrano essere i residenti nelle regioni del Sud Italia e nelle Isole; tra loro più di 1 su 2 (50,8%), pur sapendo del termine del servizio di maggior tutela, non si è ancora adoperato per passare al mercato libero. 

«Sebbene la fine del mercato tutelato sia stata rimandata al 2023», spiega Mario Rasimelli, Managing Director Utilities di Facile.it, «il consiglio è di informarsi e attivarsi il prima possibile per il passaggio al mercato libero; non solo per non farsi trovare impreparati all’appuntamento, ma soprattutto perché il passaggio può comportare importanti risparmi sulla bolletta. È bene ricordare che il cambio da un regime all’altro può essere fatto in qualsiasi momento e senza alcun costo, non è previsto alcun intervento sulla linea e non vi sono interruzioni nella fornitura di luce o gas.». 

Differenze tra Mercato Libero e Maggior Tutela

In tabella sono riportate le principali caratteristiche che differenziano il Servizio di Maggior Tutela dal Libero Mercato.

MERCATO ENERGIA PREZZO FORNITURA/BOLLETTE
Mercato Libero Le condizioni economiche/contrattuali vengono definite dalle compagnie che propongono soluzioni contrattuali diverse in concorrenza tra loro.
Mercato Tutelato Le condizioni economiche/contrattuale vengono regolate dall'Authority ARERA ogni trimeste sulla base delle oscillazioni del valore sul mercato della materia prima

Il mercato libero dell'energia conviene?

E' in genere più conveniente rispetto a quello Tutelato per un semplice motivo: è la concorrenza a fare il prezzo. Il catalogo di offerte luce e gas è molto diversificato e permette di individuare la fornitura luce e gas più in linea con le proprie esigenze di consumo.

Numerose compagnie del Libero Mercato offrono inoltre ai propri clienti sconti, programmi fedeltà e altri servizi aggiuntivi.

Liberalizzazione del mercato dell'energia: i vantaggi

1) Le offerte gas e luce del Libero Mercato sono numerose così da permettere ai consumatori di scegliere la tariffa energetica più adatta alle proprie  abitudini di consumo.

2) Grazie a un mercato concorrenziale, i costi delle offerte sono generalmente più economici.

3) Le compagnie di energia aderenti alla liberalizzazione del Mercato prevedono sconti, premi e altri servizi aggiuntivi nelle proprie offerte di fornitura. Ad esempio il prezzo bloccato della componente energia per 12 o più mesi.

4) I fornitori energetici prevedono offerte Dual, ovvero che permettono di avere un solo gestore per il gas e per l'energia elettrica.

Nota metodologica: l’indagine è stata svolta il 15 ed il 16 febbraio 2021 attraverso la somministrazione di n.1.005 interviste CAWI con ad un campione di individui in età compresa fra 18 e 74 anni, rappresentativo della popolazione italiana adulta residente sull’intero territorio nazionale.E' bene sottolineare che le differenze tra Libero Mercato e Tutelato riguardano la fornitura e la commercializzazione delle bollette mentre i costi di rete, del contatore e le imposte rimangono le medesime in entrambi i regimi.

Energia: confronta le tariffe Fai un PREVENTIVO
pubblicato da il 10 marzo 2021

RECUPERO PREVENTIVI

Accedi con la tua email

Riceverai un’email che ti permetterà di fare accesso e di visualizzare i tuoi preventivi.

Accedi