Serve assistenza?
02 55 55 5

Banda larga in Italia: fondi scarsi, futuro a rischio

adsl news banda larga in italia fondi scarsi

La rincorsa italiana agli obbiettivi dichiarati per il 2017 e a quelli Europei 2020, rispettivamente con copertura della banda larga al 50% e al 100% della popolazione, rischia di subire un brusco stop. Dopo tanto entusiasmo, infatti, è improvvisamente emerso che i fondi stanziati dal Governo per favorire lo sviluppo delle reti di nuova generazione non è sufficiente a supportare la roadmap disegnata dalle istituzioni nazionali e comunitarie appena qualche mese fa.

A rivelarlo è il dossier inviato dall’attuale Governo a Bruxelles, dopo il preliminare curato dagli uomini dell’ex premier Letta, per la richiesta di accesso ai fondi europei. Finito nelle mani della stampa, il documento evidenzierebbe come il progetto italiano, minato dal cronico ritardo del Paese sulla banda larga, sia ben lontano dal poggiare su solide basi economiche e programmatiche.

A poche settimane dalla prima bocciatura da parte della Commissione Europea sullo stanziamento di 1,2 miliardi di euro, ritenuti insufficienti al raggiungimento degli obbiettivi per la banda larga, il dossier definitivo non sembra ancora offrire le garanzie attese dall’UE e dagli stessi cittadini. In dettaglio, l’attuale Governo si è detto pronto ad attingere alle risorse originariamente destinate ad altri settori, come l’agricoltura e lo sviluppo delle zone rurali (chiaro il richiamo alle State Aid Broadband Guidelines), anche se non esistono certezze sull’ammontare di tali somme.

Se l’incertezza economica mina il futuro delle reti di nuova generazione in Italia, altrettanto si può dire del programma di sviluppo che dovrebbe portare alla copertura con la banda larga del 50% della popolazione entro il 2017 e del 100% entro il 2020. Al di là degli impegni a livello locale, l’Europa continua a chiederci una strategia nazionale ben definita e, stando sempre alle indiscrezioni sull’ultimo dossier italiano, il programma operativo per l’accesso ai fondi presenterebbe ancora numerose lacune in tal senso.

Pubblicato da Flavio Sartini il 22 maggio 2014

Offerte confrontate

Confronta le offerte ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968