89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Rinnovo Patente B: costi, scadenze e documenti necessari

pubblicato da il 9 marzo 2016
Rinnovo Patente B: costi, scadenze e documenti necessari

Negli ultimi anni, e in particolare dal 2012 a oggi, la procedura per il rinnovo della patente B, quella più utilizzata perché consente la guida delle comuni autovetture, è stata oggetto di alcune importanti modifiche che hanno riguardato i costi, la scadenza e i documenti necessari per l'ottenimento. Vediamo quindi di riepilogare nei dettagli cosa si deve fare per rinnovare la patente di guida B.
 

  • Patente B: quando scade

L'articolo 7 del Dl 9/2/2012 ha sancito che la patente di guida B scade dopo 10 anni dalla data di rilascio (salvo eccezioni dettate dall'età dei conducenti), in coincidenza con il giorno del compleanno del possessore. Per esempio se la patente è stata rilasciata il 5 febbraio 2016 e il titolare del documento è nato il 12 aprile, la data di scadenza sarà il 12 aprile 2026. Questo, però, vale soltanto per le patenti rilasciate dopo l'entrata in vigore del Decreto legge.

Per le Patenti rilasciate o rinnovate prima del 9/2/2012 vale la scadenza segnata sul documento: la norma relativa al giorno del compleanno si applicherà dal successivo rinnovo.


 

  • Patente B: quando bisogna fare il rinnovo

Il rinnovo della patente B è un’operazione che va effettuata a intervalli di tempo stabiliti per legge:

  • ogni 10 anni fino ai 50 anni di età;
  • ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni;
  • ogni 3 anni per età compresa tra 70 e 80 anni;
  • ogni 2 anni oltre gli 80 anni.
     
  • Patente B: la procedura e i documenti necessari per il rinnovo

Le pratiche per il rinnovo della patente di guida B si possono intraprendere già quattro mesi prima della scadenza, seguendo la nuova procedura che dal 9 gennaio 2014 non prevede più l'invio del tagliando adesivo ma l'emissione di una nuova patente.

Occorre innanzitutto procurarsi due foto formato tessera ed effettuare i versamenti obbligatori sui c/c 9001 e 4028. Il secondo step prevede la visita medica da sostenere presso la Motorizzazione o l'ASL locale (previa prenotazione), dove bisogna presentarsi muniti di tutti i documenti necessari: un documento d’identità valido, la patente in scadenza, il codice fiscale, le foto tessera e le ricevute dei versamenti. Il costo della visita medica è variabile.

Una volta superata la visita medica, è lo stesso ufficio a preoccuparsi di trasmettere telematicamente le foto, la firma e i risultati dell'analisi medica, dopodiché la nuova patente verrà recapitata all'indirizzo fornito (con posta assicurata a carico del destinatario) con una tempistica di circa una settimana. Nell'attesa che venga spedito il nuovo documento, verrà fornito un foglio provvisorio, valido 60 giorni, per poter circolare.
 

  • Patente B: quali sono i costi da sostenere

Per calcolare gli effettivi costi per il rinnovo della patente B bisogna tener conto del prezzo delle foto tessera (in genere 5 euro alle macchinette automatiche, di più se ci si rivolge a un fotografo) dei versamenti obbligatori (10,20 euro sul c/c 9001 e 16,00 euro sul c/c 4028), dei diritti sanitari (come dicevamo il costo è variabile: più o meno tra i 20 e i 50 euro a seconda della struttura sanitaria) e i 6,86 euro per il ritiro della posta assicurata con la patente nuova. Chi si rivolge a strutture come l'ACI, le scuole guida o le agenzie di pratiche auto per semplificare e velocizzare la procedura di rinnovo, dovrà ovviamente aggiungere il costo di tali servizi.
 

  • Patente B: il rinnovo in caso di furto o smarrimento

Qualora la patente B venisse smarrita o rubata, il primo passo da compiere è quello di denunciare l'accaduto alle Forze dell'Ordine, entro 48 ore dallo smarrimento o furto. Al posto di polizia verrà verificata l'eventuale duplicabilità della patente di guida, per cui sarà necessario portarsi due foto tessera e un documento d'identità. La nuova patente sarà recapitata a casa dietro pagamento in contrassegno di 15,86 euro. Se la patente non è duplicabile, il posto di polizia rilascerà un foglio provvisorio per la circolazione e il conducente dovrà effettuare la normale procedura di rinnovo.
 

  • Patente B: le procedure di rinnovo per soggetti diabetici o epilettici

Per quanto riguarda i soggetti diabetici che devono rinnovare la patente di guida B, in occasione della visita medica, oltre alle consuete verifiche, verrà controllato anche il livello glicemico: a seconda dell'esito, la commissione medica locale potrà rinnovare la patente secondo il normale arco temporale, oppure disporre un rinnovo per tre anni o anche di soli sei mesi.

I soggetti epilettici, invece, devono rinnovare la patente ogni due anni, sostenendo una apposita visita neurologica. Qualora in dieci anni il soggetto non abbia avuto crisi epilettiche, si ritiene guarito e si interrompe l'obbligo di revisione biennale della patente.
 

  • Patente B: le sanzioni per chi circola con il documento scaduto

Chi circola con patente B scaduta rischia il ritiro del documento e una multa da 159 euro a 639 euro, in base a quanto disposto dall’articolo 126 del Codice della Strada.

Chi non rinnova la patente entro tre anni dalla scadenza, deve sostenere nuovamente l'esame teorico e pratico.
Vota la news:

Valutazione media: 4,7 su 5 (basata su 50 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni